Fabrisonic e il brevetto per la stampa 3d ad ultrasuoni

Fabrisonic e il brevetto concesso per la fabbricazione additiva ad ultrasuoni

A Fabrisonic è stato concesso un brevetto per utilizzare la  produzione di additivi ad ultrasuoni in una macchina ibrida con fresatura CNC.

Co-localizzando le funzioni di saldatura e fresatura, la precisione può essere migliorata e il volume complessivo di costruzione  può essere aumentato senza aumentare l’ingombro della macchina

E  la produzione ibrida?

La produzione ibrida offre i vantaggi della stampa 3D per creare parti geometriche complesse accanto alla capacità di altri metodi di fabbricazione, come una macchina a controllo numerico per garantire un’elevata tolleranza e resistenza. Ci sono diverse aziende che creano macchine che combinano tecniche di produzione.

Fabbricazione Additiva ad Ultrasuoni

La tecnologia ad ultrasuoni di produzione di additivi di Fabrisonic utilizza le vibrazioni sonore per unire gli strati di lamine metalliche. Questo processo è nuovo in quanto permette la saldatura di metalli diversi a temperature molto più basse. Il vantaggio  è che l’elettronica può essere incorporata nelle strutture. Ciò non sarebbe possibile con altre tecnologie di stampa metal 3D tradizionali, in quanto sono richieste temperature molto elevate.

Velocità ad ultrasuoni

La produzione di additivi ad ultrasuoni permette anche la stampa 3D ad alta velocità. Fabrisonic dichiara che le loro macchine SonicLayer UAM possono stampare “dai quindici a trenta pollici cubici per ora” al contrario delle altre macchine metal che, di solito stampano solo una  frazione di un pollice cubico all’ora. Mark Norfolk ritiene che questo brevetto metta  Fabrisonic come apripista nel campo della produzione di additivi metallici.

 

Be the first to comment on "Fabrisonic e il brevetto per la stampa 3d ad ultrasuoni"

Leave a comment