Edible Growth, un “mini orto” stampato in 3D creato dal designer di Eindhoven  Chloé Rutzerveld

project Edible Growth by Chloé Rutzerveld, masterstudent Industrial Design, Technische Universiteit Eindhoven: a possible future food product created with additive manufacturing techniques, that unites nature, body and technology by combining authentic practices of growing and breeding food with emerging food technologies. Multiple layers containing seeds, spores and yeast are printed according to a personalized 3D file. Within five days the plants and fungi mature, while the yeast ferments the solid filling into a liquid. The product gradually transforms in shape while intensifying the taste, scent, texture and entire eating experience.

Chloe Rutzerveld riflette sui quattro anni di crescita del Mni giardino vegetale stampato in  3D

Immagina non solo di tenere in mano un piccolo ecosistema, ma di mangiarlo, in un boccone o due. Questo è il concetto alla base di Edible Growth, un “mini orto” stampato in 3D creato dal designer di Eindhoven  Chloé Rutzerveld . Rutzerveld ha progettato l’idea nel 2014 e da allora, la crescita di Edible è cresciuta in popolarità, essendo stata esposta in Nord America, Asia ed Europa. Attualmente, il design è in mostra al Museum of Tomorrow in Brasile ed è anche presente nel nuovo libro di Rutzerveld, che è stato pubblicato la scorsa settimana.

Crescita commestibile consiste in una crosta sferica stampata in 3D con diversi fori in essa. Dentro c’è un “terreno commestibile” pieno di lievito, semi e spore che, in pochi giorni, si trasformano in piante e funghi che colpiscono i buchi nella crosta, diventando un giardino grande come un morso che è adorabile e nutriente.

Un problema con la stampa 3D di frutta e verdura è che la loro trasformazione in pasta stampabile causa una significativa perdita di nutrienti. Coltivando piante in una custodia stampata in 3D, Rutzerveld consente loro di mantenere la loro forma originale e tutto il loro valore nutrizionale, mentre impiegano la stampa 3D per creare qualcosa di nuovo ed eccitante. Quattro anni dopo aver introdotto il concetto per la prima volta, Rutzerveld ha riflettuto sulla fama di Edible Growth.

“Edible Growth è  stato il mio progetto di laurea al TU / e nel 2014”, ha detto all’Istituto olandese di cibo e design . “È un progetto critico sull’uso di tecniche di produzione additiva che propone di usare la tecnologia come mezzo per migliorare la crescita naturale invece di usare la stampante semplicemente come una macchina formatrice per creare forme pazzesche di cioccolato, zucchero e pasta. Penso che sia diventato virale perché era il momento giusto per mostrare una visione scettica e diversa sulla stampa 3D degli alimenti. Anche l’immagine del mio compagno di stanza che mangia il prototipo e uno stop motion molto realistico su come cresce, ha fatto pensare che la crescita commestibile non fosse un prototipo / futuro concetto di cibo ma che potremmo già stampare ecosistemi commestibili.

“Ora, a 4 anni dal lancio del progetto, la presentazione TEDx (Calgary 2015) ha oltre 52.000 visualizzazioni e almeno una volta ogni due settimane ricevo un’email riguardante una domanda, un invito o una proposta relativa a Edible Growth. Pazzo! Quando ho iniziato il mio studio nel 2014, non volevo essere conosciuto come la tipografia 3D, ho pensato che fosse molto limitante, ma ha anche creato molta pressione per inventare qualcosa di nuovo, che era buono o addirittura meglio. Ma dopo un po ‘l’ho abbracciato, perché a chi importa come le persone ti trovano. È importante che mi trovino in qualche modo e siano interessati al modo di pensare per iniziare qualcosa di nuovo insieme. ”
La crescita commestibile mostra non solo come il cibo può essere stampato in modo creativo in 3D, ma come può essere mangiato mentre è ancora in crescita, e come il cibo può essere coltivato all’interno della casa per ridurre la domanda di enormi tratti di terreno agricolo.

Gli altri lavori di Rutzerveld comprendono uno stroopwafel a base vegetale e un ricettario sperimentale sulla carne. Forse non voleva essere conosciuta come la “3D food printing girl”, ma la Crescita Edibile ha aperto molte porte per esplorare il modo in cui il cibo viene preparato, mangiato e considerato. Il suo libro,  Food Futures,  sarà disponibile in tutto il mondo all’inizio del 2019.

Be the first to comment on "Edible Growth, un “mini orto” stampato in 3D creato dal designer di Eindhoven  Chloé Rutzerveld"

Leave a comment