E-Nable le protesi e il riciclo in Canada del packaging della cannabis

L’anno scorso, Jacob Boudreau, residente ad Halifax, che lavora per una società di logistica, ha visto un TED Talk per la commovente organizzazione di volontari stampati in 3D e-NABLE ed è stato ispirato ad aprire il suo capitolo e-NABLE senza scopo di lucro, chiamato Kindness3D .

Boudreau ha dichiarato : “Questo progetto è davvero in sintonia con me perché è il perfetto connubio tra salute e tecnologia”.

Le cose sono iniziate abbastanza normalmente, con Kindness3D che utilizza materiale PLA regolare per fabbricare le protesi, tra cui una mano e un braccio stampati in 3D per l’atleta brasiliana Kelly De Oliveira Malaquias e una mano per una giovane ragazza in Costa Rica.

Ma il lavoro di Boudreau per fornire protesi stampate in 3D ora combacia con un’altra passione: riciclare i rifiuti di plastica da quello che lui definisce “l’eccesso nell’imballaggio della cannabis” della NSLC (Nova Scotia Liquor Corporation), distributore legale di cannabis della provincia. (l’imballaggio deve essere a prova di manomissione, resistente ai bambini e prevenire la contaminazione).

Boudreau ha dichiarato : “Non esiste un vero piano per quanti rifiuti vengono fatti passare attraverso l’NSLC”.
Di recente, il Canada è diventato la prima grande economia mondiale a legalizzare la marijuana ricreativa . Ma molti clienti in Nuova Scozia stanno criticando  il NSLC per l’utilizzo di un imballaggio eccessivo per il prodotto.

Mentre i contenitori di plastica bianca in cui è immerso il vaso canadese rispondono a queste linee guida, alcuni consumatori affermano di essere ambientalmente ostili e non in grado di essere riciclati. Boudreau dice che tutte le confezioni  finiranno nelle discariche … quindi sta prendendo provvedimenti.

Proprio come il progetto Million Waves utilizza plastica riciclata dell’oceano per realizzare arti protesici stampati in 3D , Boudreau e Kindness3D vogliono usare questi contenitori in plastica per realizzare protesi stampate in 3D per bambini.

“Abbiamo appena notato che c’era un’oscena quantità di rifiuti. A me sembrava incredibilmente dispendioso. In realtà era frustrante per me come consumatore “, ha detto Boudreau .
Prima ha avuto l’idea di riciclare i coperchi di plastica della cannabis in plastica per gli arti protesici stampati in 3D quando i clienti gli hanno chiesto se poteva aiutare con il problema dei rifiuti.

“Siamo saliti a bordo, notando che non c’era davvero un piano in atto per affrontare questo tipo di rifiuti. È qualcosa di cui siamo davvero entusiasti “, ha detto Boudreau. “Stiamo facendo la nostra parte per dare una mano e anche riutilizzare questa confezione e creare alcune parti artificiali da essa.”
Innanzitutto, Kindness3D ha modificato un distruggidocumenti in modo che potesse essere utilizzato per abbattere i coperchi dei contenitori in plastica, in modo che la plastica triturata potesse essere utilizzata nella stampante 3D dell’organizzazione. Quindi, ha iniziato a chiedere ad altre aziende locali di raccogliere i coperchi usati. Ora, Kindness3D chiede ai Nova Scotian di portare i contenitori di cannabis vuoti, i coperchi e tutto il resto, all’operazione Campus Sexton Campus dell’Università di Boudreau  e vari altri punti di raccolta, per riciclarli e riprocessarli in arti protesici.

Dall’inizio del progetto di riciclaggio del coperchio della cannabis, Boudreau sta già lavorando per completare un braccio protesico stampato in 3D per una bambina di quattro anni in California. Inoltre, ha iniziato una petizione nella speranza di convincere l’NSLC a raccogliere e donare tutti i suoi imballaggi di cannabis usati a Kindness3D.

Ma, secondo il portavoce di NSLC Beverley Ware, la società non è stata ancora contattata da Kindness3D … forse è in attesa di ottenere un certo numero di firme prima?

Ware chiede inoltre che i clienti continuino a seguire i programmi di riciclaggio già impostati nelle loro comunità.

Ware ha spiegato: “Non ricicliamo flaconi o lattine e non abbiamo la stanza nei nostri negozi per fornire un tale servizio di consegna o l’infrastruttura per consegnare i prodotti per il riciclaggio”.
Spero che questa iniziativa di riciclaggio di Kindess3D non si trasformi in una sorta di battaglia legale. Capisco che ci siano delle regole per una ragione, e forse l’infrastruttura non consente ancora questo tipo di programma. Ma il non-profit sta cercando di fare una cosa molto nobile sia riciclando grandi quantità di plastica dispendiosa e fornendo protesi stampate in 3D alle persone che ne hanno più bisogno, quindi spero che alla fine tutto si risolverà.

Be the first to comment on "E-Nable le protesi e il riciclo in Canada del packaging della cannabis"

Leave a comment