DWK Life Sciences e la stampa 3d nel mondo del mercato delle attrezzature di laboratorio non dovrebbe fare eccezione

Le apparecchiature di laboratorio tendono ad essere costose, ma alcuni scienziati hanno trovato un modo per ridurre il costo di tali apparecchiature con la stampa 3D . La stampa 3D è stata utilizzata per realizzare reattori e microscopi economici , oltre ad altri strumenti. Finora, questi strumenti stampati in 3D sono stati per lo più degli apparecchi prototipi utilizzati da singoli laboratori, non da prodotti commerciali, ma una società ha ora creato un’attrezzatura da laboratorio stampata in 3D che viene commercializzato da un vasto pubblico.

DWK Life Sciences  è nota per i suoi prodotti in vetro per l’industria da laboratorio, sviluppati con il marchio DURAN. Di recente, però, l’azienda si è rivolta alla stampa 3D in metallo e ha creato un tappo del connettore per bottiglie GL 45 a 4 porte utilizzando la produzione di additivi metallici. Il componente è completamente funzionale e stampato in 3D utilizzando acciaio inossidabile 316L di grado medicale. DWK Life Sciences ha deciso di passare alla stampa 3D per diversi motivi, in particolare i vantaggi offerti in termini di costi e tempi ridotti.

“Lo sviluppo di nuovi articoli da laboratorio, in particolare i prodotti in vetro, è tradizionalmente un processo lento. Al contrario, il tempo di sviluppo per il cappuccio del connettore stampato in 3D era molto breve: dalla prima idea al prodotto stampato finale ci sono voluti solo due mesi “, ha dichiarato Alistair Rees, Product Manager DURAN.
Connettore in acciaio inossidabile I cappucci GL 45 come quello stampato in 3D da DWK Life Sciences sono tradizionalmente realizzati utilizzando processi di lavorazione e saldatura convenzionali. Non solo la stampa 3D ha ridotto il tempo e i costi necessari per realizzare il pezzo, ma ha anche ridotto il peso da più di 150 grammi a circa 50. Si tratta di una riduzione del peso di oltre due terzi.

Ogni lotto delle parti richiede circa 51 ore per la stampa 3D utilizzando un sistema EOS . È molto più veloce dei processi di produzione tradizionali.

Il fatto che DWK Life Sciences 3D abbia stampato una parte così piccola potrebbe non sembrare un grosso problema, ma è piuttosto grande per vari motivi. Innanzitutto, il fatto che un pezzo di materiale da laboratorio stampato in 3D sia venduto in commercio è un grande passo per il settore delle apparecchiature da laboratorio, poiché la tecnologia passa dall’essere un metodo per i singoli hack a un vero mezzo di produzione. Mentre un tappo del flacone potrebbe essere una piccola parte, la stampa 3D apre la porta alla stampa 3D per produrre molte più parti, incluse quelle potenzialmente più grandi.

A causa del tempo e dei soldi risparmiati con la stampa 3D, aziende come DWK Life Sciences possono offrire tali prodotti in modo più economico, e questo è un grosso problema per gli scienziati che usano questi prodotti. Anche in questo caso, le attrezzature di laboratorio possono essere costose e i costi si sommano – e in un campo che dipende dalle sovvenzioni per la ricerca, ogni piccola parte conta in termini di risparmio di denaro. La stampa 3D ha portato a risparmi di denaro per un gran numero di altri settori, quindi il mercato delle attrezzature di laboratorio non dovrebbe fare eccezione.

Be the first to comment on "DWK Life Sciences e la stampa 3d nel mondo del mercato delle attrezzature di laboratorio non dovrebbe fare eccezione"

Leave a comment