Dieci stampanti 3d che costano meno di 500 euro, la Phoenix, la Makibox A6 HT, la Portabee Go, la Prusa Mendel Kit, la Simple Maker’s Kit 1405, la RigidBot, la Solidoodle, la Mark 34, la Asterid Model 1000S, la 3Drag

phoenix stampante 3dStampanti 3D low-cost: 10 modelli a meno di 500 euro

I tempi nei quali le stampanti 3D erano giocattoli molto costosi e poco efficienti sono stati ormai superati di slancio, grazie al grandissimo sviluppo tecnologico che questo settore ha incontrato, in particolare negli ultimi due anni.

Adesso è assolutamente possibile portarsi a casa una buona stampante 3D consumer (ossia non professionale) ad un prezzo equivalente a quello di uno smartphone top di gamma, o anche molto meno. La possibilità di accostarsi al mondo della stampa 3D a prezzi non proibitivi è una realtà consolidata: oggi vi proponiamo 10 stampanti 3D che potete acquistare a 500 euro o meno (spese di spedizione escluse).

Una piccola precisazione: il prezzo è stato inserito direttamente in euro quando questo dato era fornito direttamente dall’azienda costruttrice. Negli altri casi è stato indicato il prezzo in dollari, applicando la conversione in euro con il tasso di cambio disponibile oggi ($1 = €0,74). In alcuni casi i prezzi reali in euro potrebbero quindi essere leggermente diversi.

1) PHOENIX – La Phoenix, stampante 3D prodotta dall’azienda statunitense Ez3D, rappresenta un’ottima soluzione per chi vuole entrare in questo mondo con una soluzione low-cost non solamente per l’hardware, ma anche per i costi di utilizzo. Uno degli elementi caratterizzanti del dispositivo è infatti il software che permette di “mettere in pausa” la stampa in caso di errore, e “riavvolgere” fino al punto desiderato per ripartire.

In questo modo si risparmia sul materiale di costruzione, che fra l’altro è offerto ad un prezzo relativamente basso, cioè 29,99 dollari (22 euro) per un chilo. Inoltre, la Phoenix è in grado di stampare oggetti abbastanza grandi per una stampante consumer, fino a 250 x 215 x 200 mm.

Prezzo: 374 dollari (275 euro) da assemblare, 399 dollari (293 euro) già assemblata

2) A6 HT – Dopo qualche problema iniziale di lentezza nelle spedizioni, la start-up di Hong Kong Makible ha saputo ritagliarsi un suo spazio nel settore delle stampant 3D low-cost. La A6 HT è un ottimo modello entry-level, disponibile in vari colori, anche se con un limite nelle dimensioni dell’output di stampa: 150 x 110 x 90 mm.

Prezzo: 300 dollari (220 euro) parzialmente assemblata

3) PORTABEE GO – Rimanendo in Asia, un dispositivo interessante è la Portabee Go, prodotta dall’azienda di Singapore Romscraj. L’aspetto che caratterizza maggiormente questa stampante 3D è il fatto di essere portatile: può infatti essere ripiegata e trasportata comodamente in giro. Dimensioni di output nella media: 120 x 160 x 120 mm.

Prezzo: 595 dollari (438 euro)

4) PRUSA MENDEL KIT – Dal Canada arriva la Prusa Mendel Kit di Mixshop, costruita con una solidissima struttura in acciaio, talmente solida che l’azienda offre una completa garanzia di restituzione di 90 giorni, offrendo la possibilità di sostituire gratuitamente qualsiasi pezzo dovesse rompersi durante la spedizione. Dimensioni di output: 195x195x140. Punto debole: l’assemblaggio non è facilissimo, in molti riportano di aver avuto bisogno di cinque giorni per completarlo.

Prezzo: 519 dollari (382 euro), da assemblare

5) SIMPLE MAKER’S KIT 1405 – La statunitense Printrbot offre diverse soluzioni a prezzo contenuto per la stampa 3D. Il modello più economico è la Simple Maker’s Kit 1405, che purtroppo ha dimensioni di output non altissime, ossia 102 x 102 x 114. Come tutti i prodotti Printrbot, ha la possibilità di ricevere degli upgrade acquistabili a parte sul sito dell’azienda.

Prezzo: 349 dollari (257 euro), da assemblare

6) RIGIDBOT – La RigidBot della statunitense Invent Apart è uno dei tanti progetti finanziati tramite Kickstarter: a fronte di un obiettivo di appena 31.500 dollari, i sostenitori hanno garantito quasi 1,1 milioni di dollari in appena 45 giorni. Anche per questo, al momento la RigidBot può essere solamente prenotata, dal momento che l’azienda deve prima smaltire tutti gli ordini ricevuti tramite Kickstarter. Per una stampante consumer le dimensioni di output sono davvero ottime: 254 x 254 x 254 mm.

Prezzo: 499 dollari (367 euro), da assemblare

7) SOLIDOODLE – Negli ultimi due o tre anni Solidoodle ha saputo costruirsi un’ottima reputazione come produttore di stampanti 3D low-cost di ottima qualità. Tra le stampanti 3D in vendita al momenti figurano la seconda e terza generazione di dispositivi dell’azienda statunitense: al di là di alcuni miglioramenti tecnici, la principale differenza consiste nelle dimensioni dell’output, passate da 6″ per 6″ per 6″ (152 x 152 x 152 mm) a 8″ x 8″ x 8″ (203 x 203 x 203 mm).

La terza generazione è in vendita a 699 dollari (514 euro, quindi leggermente sopra il limite di 500 euro che ci siamo imposti), ma la scelta della seconda generazione offre ampie garanzie. Inoltre, dal momento che per alcuni questo è un aspetto importante, le Solidoodle sono tra i dispositivi più gradevoli (almeno tra quelli che vi stiamo presentando) dal punto di vista del design.

Prezzo: 499 dollari (367 euro)

8) MARK 34 – Jelwek si pone come uno degli outsider nel settore delle stampanti 3D low-cost di qualità. L’azienda polacca propone la Mark 34, dispositivo assemblabile con output di 140 x 155 x 105mm, che arriva con un anno di garanzia per tutti i componenti.

Prezzo: 375 euro, da assemblare

9) ASTERID MODEL 1000S – Tornando negli Stati Uniti, troviamo la Plastica Scribbler e la sua Asterid Model 1000S, un dispositivo che offre rispettabilissime dimensioni di output di 203 x 203 x 203 mm, e la possibilità di tre diversi settaggi per quanto riguarda la risoluzione, ossia extra-preciso, preciso e prova, in modo da poter ottimizzare il consumo di materiale nel corso dello sviluppo dell’oggetto.

Prezzo: 499 dollari (367 euro)

10) 3DRAG – Chiudiamo la nostra carrellata di stampanti low-cost con un prodotto italiano, per la precisione la 3Drag di Open Electronics, appartenente alla Futura Elettronica di Gallarate (Varese). Caratterizzata da buone dimensioni di output (200 x 200 x 200 mm), questa stampante italiana offre un’ottima velocità e precisione di stampa, specie considerando che stiamo comunque parlando di un dispositivo consumer.

Prezzo: 479 euro, da assemblare

Alessandro Martorana da it.ibtimes.com

Be the first to comment on "Dieci stampanti 3d che costano meno di 500 euro, la Phoenix, la Makibox A6 HT, la Portabee Go, la Prusa Mendel Kit, la Simple Maker’s Kit 1405, la RigidBot, la Solidoodle, la Mark 34, la Asterid Model 1000S, la 3Drag"

Leave a comment