Create it REAL e Green Ship of the Future consorzio marittimo danese per portare la stampa 3d sulla marina mercantile

Create it REAL, un’azienda di stampa 3D con sede a Aalborg, in Danimarca, sta collaborando con Green Ship of the Future, un consorzio marittimo danese, per lanciare un progetto pilota di stampa 3D. L’iniziativa esplorerà le potenzialità dell’utilizzo delle tecnologie di stampa 3D per la produzione integrata di pezzi di ricambio e pezzi di ricambio.

Il progetto pilota di stampa 3D riunisce un numero di membri del consorzio Green Ship of the Future, tra cui J. Lauritzen, Maersk Line, Maersk Tankers, Maersk Drilling, MAN Diesel & Turbo, DNV GL, nonché la Copenhagen Business School. Il progetto di stampa 3D della nave è anche supportato dal Danish Maritime Fund.

Analogamente alla stampa 3D nello spazio, l’uso della produzione additiva a bordo di una nave può offrire numerosi vantaggi. Per esempio, potrebbe ridurre il numero di pezzi di ricambio che devono essere caricati sulla nave, poiché alcune parti potrebbero essere stampate in 3D su richiesta in caso di necessità.

La tecnologia di bordo potrebbe anche facilitare l’aggiornamento e la stampa di nuove versioni di pezzi di ricambio, garantendo che le parti possano essere migliorate secondo le necessità. La possibilità di produrre componenti a bordo potrebbe anche ridurre le emissioni di CO2 e il costo, poiché le parti che non sono disponibili a bordo potrebbero essere stampate sul posto anziché consegnate da imbarcazioni di lancio o elicotteri come ora.

“La tecnologia di stampa 3D si sta sviluppando rapidamente e riteniamo che sia pronta per l’utilizzo nell’industria marittima”, ha commentato Sverre Patursson Vange di J. Lauritzen. “Tuttavia, l’ambiente severo e la priorità principale per la sicurezza richiede precauzioni, per cui siamo molto lieti di avere DNV GL, MAN Diesel & Turbo e Create it REAL che partecipano al progetto per risolvere questi problemi”.

Attraverso il progetto pilota, Create it REAL afferma che distribuirà stampanti 3D protette in varie posizioni, incluse navi e stazioni di perforazione, insieme a materiali di formazione e video che mostreranno agli equipaggi come utilizzare la tecnologia.

Le stampanti 3D avranno tutte la nuova piattaforma di elaborazione REAL di REAL , che non solo consente velocità di stampa più elevate (fino a cinque volte più veloci delle velocità standard), ma protegge anche i file 3D attraverso una funzione di decrittografia dei file protetta. Quest’ultimo strumento consentirà alle compagnie marittime di proteggere i loro file 3D e di garantire che siano accessibili solo agli equipaggi di bordo.

“Crediamo che molte aziende stiano affrontando lo stesso problema: come condividere i miei file con i miei partner o clienti, assicurandomi al contempo di mantenere la mia proprietà intellettuale al sicuro”, ha commentato Create REAL REACH, Jeremie Pierre Gay. “Il modello di business che stiamo creando grazie alla nostra tecnologia è un po ‘come ascoltare la musica sulle piattaforme online. Non si accede agli mp3 ma è comunque possibile ascoltare la musica a seconda dell’abbonamento. Miriamo a creare lo stesso ambiente positivo in cui gli utenti finali avranno accesso a contenuti di marca di alta qualità e i proprietari di IP mantengono ciò per cui hanno lavorato “.

In definitiva, il progetto pilota collaborativo sarà finalizzato a indagare come e se la stampa 3D a bordo delle navi può aiutare a ridurre le emissioni nell’industria marittima, che è l’obiettivo dichiarato di Green Ship of the Future.

Be the first to comment on "Create it REAL e Green Ship of the Future consorzio marittimo danese per portare la stampa 3d sulla marina mercantile"

Leave a comment