Come stamparsi in 3d da soli le solette i plantari fatti su misura per i nostri piedi

Ora possiamo  stamparci in 3d i nostri plantari personalizzati, i piedi ci ringrazieranno

Per coloro i quali  soffrono di dolori ai piedi, sanno quanto debilitante o  frustrante questo possa essere. Spesso, però, il dolore ai piedi può essere prevenuto o addirittura risolto semplicemente correggendo le scarpe, facendo in modo che possano sostenere l’arco del piede. I plantari personalizzati, tuttavia,  fatti sulla forma del piede e posti all’interno delle scarpe possono essere molto costosi, infatti arrivano a costare anche 500 dollari. Almeno, fino ad ora. Visto che l’utente di Instructables Matter921 e il suo amico Nate,  studenti in fisica e bioingegneria, rispettivamente, hanno creato un facile sistema per stamparsi in 3d  plantari personalizzati e hanno anche pubblicato un tutorial.

Per   i vostri plantari personalizzati, avrete bisogno di un paio di materiali semplici. In primo luogo, per fare un calco d’ argilla morbida avrete bisogno di alcuni ingredienti standard che trovate nella vostra cucina, come la farina, il sale, l’olio da cucina, il cremor tartaro o acido tartarico ( si trova in bustina come il lievito )  e dei  coloranti alimentari. Avrete anche bisogno di uno smartphone o di un tablet, o di una fotocamera, un software 3d di modellazione free (come lo 123D Catch, Meshmixer, e netfabb di base) e, naturalmente, una stampante 3D (o l’accesso a una).

Il primo passo per rendere i plantari personalizzati sarà quello di fare uno stampo della suola del piede utilizzando l’impronta d’argilla . Per fare il calco è sufficiente mescolare la farina, il sale e la crema di tartaro insieme in una pentola, e aggiungere olio e acqua colorata, fino ad ottenere un composto liscio. Una volta mescolati,  mettete la pentola sul fuoco a bassa intensità  e mescolate il composto fino a quando non comincia a formare una argilla (dovrebbero volerci circa da 3 a 5 minuti) . Togliete la pentola dal fuoco, lasciate che l’argilla si raffreddi, e assicuratevi di riporla in un contenitore ermetico prima dell’uso. Naturalmente, si può sempre saltare questo passaggio e semplicemente comprare un po’ di argilla di Dash o di Play-Doh!

Ottenere la forma del piede corretta può essere un po ‘complicato, ma fortunatamente Matter921 ha usato un metodo quasi infallibile  chiamato il metodo ICB. In primo luogo si dovranno marcare i “punti di riferimento chiave” sul piede, che comprendono i punti talo-navicolari, la seconda testa metatarsica, e la cresta tibiale. Dovrete  quindi disegnare con attenzione una linea tra i tre punti. Successivamente, e con l’aiuto di un amico, è possibile abbassare il piede su una grande lastra di argilla, e lì  premere il tallone .  Poi è sufficiente rimuovere il piede dalla creta, assicurarsi che il calco sembri corretto e ripetere l’operazione con l’altro piede.

Si procederà ora ad iniziare la fase di modellazione 3D. Per rendere il processo di modellazione più semplice è possibile rimuovere l’argilla supplementare intorno allo stampo, e per precisione usare una scarpa normale da inserire leggermente sulla parte superiore dello stampo e con attenzione tagliare intorno ad esso. Quindi, utilizzando 123D Capture (che potete installare sul vostro tablet o smartphone) è possibile iniziare a scattare foto dello stampo (il programma vi istruirà sugli angoli e le direzioni da usare). Prendete molte foto da molti  angoli ! Il software di ricostruzione sarà in grado di unire le immagini per creare un modello 3D.

Una volta ottenuto il modello 3D, è possibile importare il file STL in MeshMixer e cominciare a fare aggiustamenti per renderlo pronto per la  stampa . Queste regolazioni riguardano l’orientamento e il ridimensionamento. Per l’orientamento, si vuole fare in modo che la parte superiore del modello (in bianco) sia visibile, e che corra lungo le linee di terra. Dal momento che state facendo qualcosa per soddisfare i vostri piedi, il ridimensionamento è cruciale. A tale scopo, i produttori includono un righello nel modello originale per garantire la scala. Per rendere loro la giusta dimensione, è possibile rimuovere tutto il materiale che va oltre l’altezza del righello. Poi ci si potrà  assicurara che l’asse z (l’asse orizzontale) sia della stessa dimensione da regolare correttamente nella scala dei plantari. Una volta fatto ciò, è possibile rimuovere tutto il materiale in eccesso intorno alle solette digitali.

Per rendere il file di stampa pronto, è possibile esportarlo da Meshmixer come STL binario e importarlo in netfabb, questo contribuirà a consolidare e fissare il modello prima di aprirlo con il programma di splicer della stampante del 3D. Fortunatamente, Matter921 e Nate hanno sperimentato con le diverse impostazioni di stampa in modo da non dover provarle tutte. Per il materiale si consiglia ABS, anche se il PLA o  altre materiali plastici dovrebbero funzionare .

Le impostazioni di stampa sono le seguenti:

Altezza Strato : 300mm

Spaziatura: 20mm

Pareti Esterne : 2

Strati superficie inferiori: 2

Strati superficiali: 14

Ora non resta che stampare in 3D! Secondo i produttori, i   plantari hanno richiesto circa 4 ore per stampare e  75g di filamento. Una volta che la stampa è completa  ci sono solo pochi passi di finitura da fare prima del completamento. Come noterete dalle vostre impostazioni di stampa, la superficie inferiore della stampa è molto sottile e il tamponamento è piuttosto basso, il che significa che è possibile rimuovere la maggior parte di esso. Utilizzando un paio di pinze si può iniziare dalla superficie inferiore della soletta, per poi continuare a rimuovere il materiale all’interno fino alla fine. Dovrete anche per rimuovere i lati della stampa, con una pinza o con un coltello. Infine, saprete quando i plantari sono pronti quando lo spessore di essi sarà costante a 3mm, e la punta e il tallone toccheranno entrambi terra.

Trovate le istruzioni al seguente indirizzo : http:/ /www.instructables.com/id/3D-Printing-Health-Custom-DIY-Orthotics/?ALLSTEPS

 

Be the first to comment on "Come stamparsi in 3d da soli le solette i plantari fatti su misura per i nostri piedi"

Leave a comment