CollPlant 5,5 milioni in prestiti convertibili

La società di medicina rigenerativa CollPlant ha annunciato una nuova raccolta di fondi per $ 5,5 milioni in prestiti convertibili destinati a sostenere l’avanzamento dei loro progetti di ricerca nei settori dell’estetica medica e della bioprinting 3D di tessuti e organi. Il 9 settembre, la società ha rivelato un nuovo collocamento privato con Ami Sagi, il maggiore azionista di CollPlant e altri investitori accreditati negli Stati Uniti con molti anni di esperienza pluriennale nella stampa 3D.
La società di stadio clinico israeliano CollPlant è focalizzata sullo sviluppo e la commercializzazione di prodotti per la riparazione dei tessuti per ortogonologia e mercati avanzati della cura delle ferite. I loro prodotti sono basati sul loro rhCollagen (collagene umano ricombinante), che viene prodotto con la tecnologia di ingegneria genetica a base vegetale proprietaria di CollPlant per l’uso in prodotti per la riparazione dei tessuti. L’anno scorso la compagnia ha persino stretto un accordo con United Therapeutics per utilizzare i propri BioInk nella produzione di polmoni bioprintati in 3D per futuri trapianti nell’uomo.

La chiusura iniziale del nuovo aumento di capitale è avvenuta il 3 settembre, quando Sagi ha acquistato $ 2 milioni di prestiti convertibili attraverso un collocamento privato non mediato. I restanti $ 3,5 milioni in prestiti convertibili sono stati acquistati dagli investitori accreditati negli Stati Uniti.

Poiché CollPlant ha sede al di fuori degli Stati Uniti, i prestiti convertibili per un totale di $ 5,5 milioni, si convertono automaticamente in American Depositary Shares (ADS) della società, una quota azionaria denominata in dollari statunitensi di una società straniera disponibile per l’acquisto in una borsa americana. Nel caso di CollPlant, a un prezzo di conversione di $ 4 per ADS a seguito dell’approvazione della transazione da parte degli azionisti di CollPlant. Sia Sagi che gli investitori statunitensi riceveranno anche warrant triennali per l’acquisto di un totale di 1.625.000 ADS. Sagi ha già accettato di finanziare un ulteriore milione di dollari a seguito dell’esecuzione di una licenza e / o di un accordo di co-sviluppo tra CollPlant e un partner commerciale strategico.

“Ora ci stiamo concentrando sulla facilitazione dei nostri programmi di sviluppo di filler dermici e protesi mammarie rigenerative. La nostra collaborazione con United Therapeutics, che utilizza la nostra tecnologia BioInk per i polmoni della stampa 3D, sta progredendo e continuiamo ad espandere le nostre collaborazioni commerciali con grandi aziende sanitarie internazionali che cercano di implementare la nostra rivoluzionaria tecnologia di medicina rigenerativa. Siamo molto lieti di aver concluso questa transazione con Mr. Sagi e gli altri investitori “, ha dichiarato Yehiel Tal , CEO di CollPlant.

CollPlant è una delle due società che sviluppano biotecnologie in Israele . La società emergente ha lanciato la sua nuova sede e il centro di ricerca e sviluppo a Rehovot (Israele) lo scorso maggio, per lo sviluppo della sua pipeline di prodotti, tra cui i BioInchiostri per la bioprinting 3D di tessuti e organi, e filler dermici per l’estetica medica che possono essere iniettati in rughe.
“Nel mercato dell’estetica medica, stiamo andando avanti con lo sviluppo di una nuova linea di prodotti per filler dermico, affrontando la necessità di prodotti estetici più innovativi per il trattamento delle rughe. CollPlant sta promuovendo collaborazioni con aziende leader in questo segmento. La nostra nuova linea di prodotti si baserà sulla combinazione di acido ialuronico, un composto naturale, che lega l’umidità, con il nostro rhCollagen a base vegetale, rigenerante i tessuti ”, ha spiegato Tal mentre annunciava i risultati finanziari per il primo trimestre dell’azienda che si è concluso lo scorso marzo .
CollPlant funziona con il collagene, una proteina presente in tessuti come tendini, pelle, vasi sanguigni e ossa, e la produce da piante di tabacco geneticamente modificate con cinque geni umani. I suoi primi prodotti di successo approvati per la vendita in Europa vengono utilizzati per la tendinite e la cura delle ferite e, secondo il presidente della società Jonathan Rigby, stanno cercando di commercializzare i loro prodotti negli Stati Uniti. La società sta lavorando duramente per raggiungere i propri obiettivi a lungo termine nella medicina rigenerativa, compresi i polmoni trapiantabili per pazienti con gravi condizioni mediche, riparazione ossea e chiusura cronica della ferita.
Più di recente, l’azienda ha annunciato la creazione dei propri impianti bioprinted 3D per la rigenerazione del tessuto mammario e la produzione di successo dei primi prototipi. Secondo i funzionari dell’azienda, gli impianti saranno composti da collagene umano ricombinante di tipo I proprietario CollPlant e materiali aggiuntivi. Caricato con cellule adipose prelevate dal paziente, questi impianti hanno lo scopo di promuovere la rigenerazione del tessuto mammario. Alla fine, l’impalcatura è progettata per degradare ed essere sostituita da tessuto mammario naturale appena cresciuto, privo di materiale estraneo.
“Gli impianti che stiamo sviluppando sfruttano la nostra tecnologia di bioprinting 3D e le proprietà uniche del nostro collagene umano ricombinante, che ha un eccellente profilo di sicurezza. Riteniamo che la nostra tecnologia possa eliminare l’elevato rischio di eventi avversi associati alle protesi mammarie permanenti e fornire un’alternativa rivoluzionaria. Questa tecnologia sta già suscitando interesse da parte delle aziende leader in questo segmento “, afferma Tal .
CollPlant ha compiuto progressi significativi negli ultimi due anni grazie alla combinazione della sua tecnologia rivoluzionaria, del nuovo centro di ricerca e sviluppo e dello sviluppo di nuove linee di prodotti per l’estetica e i mercati delle ferite, consentendo all’azienda di andare avanti con più prodotti e partnership.

Be the first to comment on "CollPlant 5,5 milioni in prestiti convertibili"

Leave a comment