Chirurgia con la stampa 3d un supporto che fa crescere la tibia impiantato su un uomo Reuben Lichter all’ospedale Princess Alexandra di Brisbane

Il primo trapianto di stint stampato 3D a livello mondiale smette l’uomo australiano a perdere la gamba
I chirurghi dell’ospedale Princess Alexandra di Brisbane hanno eseguito la prima operazione chirurgica inserendo una struttura di sostegno  stampata in 3D nella gamba di Reuben Lichter, paziente affetto da una grave infezione ossea.

Cosa scegliere: l’amputazione al di sopra del ginocchio o una chirurgia sperimentale – mai prima provata su un paziente umano – che può o non può funzionare per salvare la gamba infetta? Per Reuben Lichter, un residente di 27 anni a Mudgeeraba, Queensland, la scelta è stata ovvia.

L’australiano è la prima persona al mondo a ricevere un sistema di struttura di crescita completo  stampato in 3D, dopo che un’infezione grave cominciò a rompere l’osso nella gamba.

Peggio ancora, la gravità della condizione è emersa solo due giorni dopo che il figlio di Lichter, William, era nato, il che significa che la fidanzata Caity Bell, fresca di lavoro, aveva anche tutta la responsabilità del figlio su di se.

Ora, però, Lichter spera di poter non solo accudire William, ma svolgere tutte le attività che vuole condividere con il bambino: camminare, correre e, soprattutto, sciare.

“Reuben non è mai riuscito a prendere suo figlio e portarlo in giro”, ha detto Bell. “Sembrano  piccole cose nella vita quotidiana, ma mancando le piccole cose a volte sono quelle che colpiscono più duro”.

A un certo punto, prima che fosse discusso di una struttura di supporto perla tibia stampata in 3D, sembrava una cosa impossibile. Così, quando a Lichter fu presentato  l’opzione che impiegava la chirurgia sperimentale, accettò immediatamente.

“Non era affatto spaventoso”, ricorda Lichter. “Se c’era la possibilità di salvare la mia gamba e di fare le cose che voglio fare con mio figlio, allora aveva senso tentare. Non avrei perso la gamba senza  lottare. ”

Anche se Lichter è ora il primo paziente umano a  subire un intervento chirurgico di questo genere, la procedura è stata effettivamente sperimentata sulle pecore, un processo che ha incoraggiato i medici a provare la stessa cosa su Lichter.

Per eseguire la prima operazione nel mondo, il personale ha progettato l’impalcatura 3D della tibia presso l’Università di Tecnologia di Queensland prima di inviarla a Singapore, dove l’impalcatura da 36 centimetri poteva essere stampata in 3D in un polimero biodegradabile biologicamente sicuro.

Un totale di cinque operazioni sono state necessarie per ottenere il  sistema stampato 3D di Lichter, uno dei quali ha coinvolto drenaggio di pus dalla sua gamba infetta.

Lo scaffold stampato in 3D è avvolto in vasi sanguigni e tessuto prelevato dalle due ossa della  tibia del paziente e dal ginocchio sinistro, e quel tessuto sta già cominciando a crescere attorno al ponteggio. Alla fine, e se tutto va secondo i piani, il tessuto in crescita finirà per formare una nuova tibia completa.

Nel complesso, i medici sono soddisfatti del modo in cui è  la nuova procedura funziona, ma si pensa che l’Australia abbia bisogno di testare più a fondo per perfezionare procedure come questa.

Non è ancora certo che l’operazione darà a Lichter una soluzione a lungo termine per i suoi problemi, ma i segni precoci sono buoni, il che significa che il paziente può continuare a sognare quella vacanza con il figlio.

Nel frattempo, Bell ha creato una pagina GoFundMe che richiede donazioni che possono aiutare a rimettere la famiglia in  piedi dopo queste lotte

I medici dicono Lichter, che non lavora da un anno a causa della sua condizione, non sarà in grado di camminare per altri 18 mesi.

Be the first to comment on "Chirurgia con la stampa 3d un supporto che fa crescere la tibia impiantato su un uomo Reuben Lichter all’ospedale Princess Alexandra di Brisbane"

Leave a comment