CERAMBOT è la stampante 3D ceramica più economica al via su Kickstarter

CERAMBOT è la stampante 3D ceramica più economica

La ceramica è diventata un materiale popolare nel mondo della stampa 3D. È resistente al calore, alimentare, relativamente resistente e ha un aspetto e una sensazione che è solo più piacevole di plastica e polimeri. Questo spiega il motivo per cui sempre più aziende sono la stampa 3D in ceramica . Ora, anche i produttori possono partecipare al divertimento perché la stampante 3D in ceramica più conveniente è stata avviata Kickstart: CERAMBOT .

“Quando abbiamo esaminato le stampanti 3D ceramiche disponibili sul mercato, c’era una mancanza di opzioni a prezzi accessibili.Inoltre, i modelli esistenti erano proibitivamente costosi, grandi e difficili da usare.Il nostro obiettivo era creare una stampante che avrebbe reso stampa 3D in ceramica conveniente e facile da usare per il consumatore. ” ha dichiarato il fondatore di CERAMBOT Jony Liu.

CERAMBOT è una stampante 3D a delta stile che estrude l’argilla semi-umida (o ceramica) che può quindi essere ricotta in un forno. È disponibile in due configurazioni di kit: uno stantuffo a vite senza fine (Pro Extruder) o un kit di estrusione d’aria che richiede un compressore d’aria non fornito. Gli estrusori possono anche essere acquistati da soli per essere collegati a una stampante 3D esistente, come ad esempio un Flashforge, Ultimaker o Prusa i3. Pro Extruder può essere controllato tramite un pannello di controllo mentre la versione ad aria viene regolata manualmente con un pressostato; questo potrebbe significare che la velocità di estrusione non è determinata dal software di slicing e quindi le stampe iniziali potrebbero essere un po ‘più complicate.

Le guide di scorrimento lineari industriali assicurano una precisione meccanica di 0,1 mm, mentre gli ugelli da 0,8 a 1,5 mm possono estrudere strati sottili fino a 0,4 mm e spessi fino a 2 mm. Le affettatrici Pro là fuori avranno probabilmente strati sotto 0,4 mm; per confronto, lo spessore standard dello strato su una stampante 3D di plastica è di circa 0,175 mm. Ma mentre il CERAMBOT potrebbe non essere in grado di estrudere strati sottilissimi, ciò non significa che non possa produrre una finitura superficiale liscia. Le parti in ceramica sono ancora pieghevoli dopo che sono state stampate in 3D fino a quando non si sono asciugate, in modo che gli utenti possano lisciare e scolpire i pezzi per renderli più funzionali o attraenti prima di essere induriti in un forno.

Qualsiasi materiale argilloso con viscosità leggermente più rigida del dentifricio può essere estruso dal CERAMBOT, anche idrogel. Ci sono anche alcune argille che non richiedono cottura. Un breve elenco dei substrati testati dal team di sviluppo include “allumina, carburo di silicio, bioceramica: idrossiapatite (HA), fosfato tricalcico (β-TCP), nano-zirconia.” Il disegno delta e gli strati da 1,5 mm consentono di Stampato in 3D in pochi minuti anziché in ore.

I primi fortunati 100 sostenitori hanno protetto i loro CERAMBOT con Pro Extruder per $ 299, ma ce ne sono ancora molti tra $ 329 e $ 369. Le versioni Air sono disponibili per soli $ 199! Sono disponibili anche $ 99 Pro Extruders. Il CERAMBOT apporterà grandi vantaggi ai ricercatori, agli scultori, agli interior designer e ai creatori che amano lavorare con molti materiali. La campagna ha raggiunto il suo obiettivo di finanziamento di $ 10.000 in soli sei minuti e attualmente si trova a $ 108.000, quindi c’è molta richiesta di stampa 3D ceramica accessibile.

Be the first to comment on "CERAMBOT è la stampante 3D ceramica più economica al via su Kickstarter"

Leave a comment