I Daft Punk e lo possibilità di stampare in 3d i loro caschi

Il Casco dei Daft Punk stampato in 3d con le  luci a LED .

I Daft Punk le rock star francesi indossano le loro famose maschere robot dal lontano 2001 come un modo per evitare di essere fotografati una volta che la musica del duo notoriamente  timido ha fatto loro guadagnare una notevole  fama. Da allora i caschi robot sono diventati un marchio di fabbrica della coppia, e Guy-Manuel de Homem-Christo e Thomas Bangalter sono raramente fotografati pubblicamente senza i loro caschi. Li indossano sul palco nei loro spettacoli dal vivo e  i singoli display a LED dei caschi sono sincronizzati al ritmo della loro musica. Il talento del duo musicale, e si potrebbe sostenere ance i loro caschi iconici, li hanno aiutati a raggiungere un notevole successo e diventare uno delle  migliori espressioni della musica elettronica che vendono in tutto il mondo.

I  Ruiz Brothers oltre a Adafruit non smettono mai di stupirci con i loro  progetti impressionanti  sognano e  trasformano i loro sogni in veri e propri oggetti finiti. I  Ruiz Brothers hanno reso omaggio ai Daft Punk prima con la stampa 3D di grandi dimensioni, hanno prodotto un casco d’oro a  cupola di Guy-Manuel. Poi hanno fatto un casco Thomas  di dimensioni ridotte e quindi un po’ più indossabile . Il loro piano era quello di renderlo più leggero, più facile da finire, da indossare e, a differenza del loro primo casco in questo caso indossandolo si riesce a vedere fuori . Hanno anche aggiunto alcune fra le più sofisticate luci LED NeoPixel che possono essere facilmente programmabili, controllatee modificate  da uno smartphone o da un orologio intelligente. La gente ha detto che l’orologio Apple è  inutile … ecco una dimostrazione di cosa serve a cambiare  i colori sul vostro casco Daft Punk!

Il casco è stato progettato con  Fusion 360 e inviato a Simplify3D  per la stampa. Al fine di rendere il casco più indossabile  hanno sgranato  solo 2 mm di spessore, rendendolo estremamente leggero e confortevole (più o meno) da indossare. Hanno anche tagliato il casco in tre pezzi singoli e sono stati in grado di orientarli in modo che nessuna delle parti avesse bisogno di  materiale di supporto. Le parti sono state stampate in 3D su un grande tipo di stampante 3d una macchina della Serie 1 , che ha una dotazione di stampa grande abbastanza per ospitare le parti di grandi dimensioni.

Poiché tutte le parti del casco sono state progettate utilizzando Fusion 360 i Ruiz Brothers sono stati in grado di mettere tutta la progettazione  3D su file pubblici in modo che possano essere completamente personalizzati. I file possono anche essere importati in altri pacchetti di software CAD in modo da modificarli o remixarli. Il casco come è stato progettato per adattarsi su una testa con una dimensione del cappello Large . Ciò significa che il casco avrà tonnellate di spazio all’interno per tutta l’elettronica, e potrà essere usato anche da qualcuno che indossa occhiali. Se è troppo largo c’è anche spazio per attaccare  qualche imbottitura per rendere più confortevole l’uso.
Non solo questo  casco consentono di diventare un cosplay del tuo artista di musica elettronica preferita, ma le luci possono  anche essere programmate per usarle per fare fotografia con pittura luce . Va sottolineato che questa è una stampa di un progetto con una  elettronica abbastanza avanzata che probabilmente non è una buona idea per principianti  . Ma come sempre Adafruit ha scritto un  assemblaggio molto dettagliato con  le istruzioni di finitura, quindi se si vuole veramente fare un tentativo avrete buone possibilità di farlo funzionare.
Cerchiamo di essere onesti, I Rfiz Brothers probabilmente hanno il lavoro migliore che un produttore potrebbe mai desiderare, ottengono di utilizzare tutti i migliori apporti dell’elettronica e le migliori componenti  di stampa 3D disponibili presso Adafruit. Trovate le istruzioni a questo indirizzo :https://learn.adafruit.com/3d-printed-daft-punk-helmet-with-bluetooth

Be the first to comment on "I Daft Punk e lo possibilità di stampare in 3d i loro caschi"

Leave a comment