Carbon contro il coronavirus con prototipi di tampone di prova stampati in 3D

Carbon si unisce alle iniziative di soccorso di COVID-19 con schermi facciali, tamponi e altro stampati in 3D

La società di stampa 3D della Silicon Valley Carbon sta sfruttando la sua tecnologia di stampa 3D e un’ampia rete di produttori a contratto per produrre apparecchiature mediche e componenti di dispositivi per aiutare negli sforzi per contenere e trattare il nuovo coronavirus. La tecnologia Digital Light Synthesis dell’azienda e i materiali in resina possono essere utilizzati per una vasta gamma di parti, tra cui schermi facciali, tamponi di collaudo e altro.

Come abbiamo visto nelle ultime due settimane, la produzione additiva sta giocando un ruolo sempre più importante nella lotta contro la pandemia globale che stiamo affrontando. La tecnologia si sta rivelando utile nella sua capacità di superare le sfide della catena di approvvigionamento producendo pezzi al volo e, in molti casi, localmente.

Le scorte mediche sempre più scarse, come maschere e scudi facciali, vengono prodotte in aggiunta per soddisfare la crescente domanda, proteggendo gli operatori sanitari di prima linea dalla potenziale esposizione al virus. Il carbonio, da parte sua, offre le sue capacità e risorse di stampa 3D polimerica per produrre una gamma di parti e dispositivi medici, come gli schermi facciali dei dispositivi di protezione individuale (DPI) e i tamponi di test per il campionamento dei pazienti.

Protezioni per il viso in carbonio COVID-19
Visiera stampata in 3D
In questa fase, le attività della società nella sua struttura in California si concentrano esclusivamente sulla sua risposta COVID-19 e ha anche richiesto l’aiuto della sua rete globale di clienti e partner per soddisfare le esigenze di produzione.

Visiera stampata in 3D
Una delle iniziative dell’azienda è lo sviluppo di una visiera che può essere realizzata su stampanti 3D industriali. Il design è stato sviluppato in collaborazione con Verily, la società di proprietà di Alphabet dietro Project Baseline, una piattaforma di screening online COVID-19. Carbon ha recentemente ospitato un webinar con 300 membri della sua rete globale, dove ha annunciato che questa settimana rilascerà il design di Face Shield per la produzione accessibile. Secondo quanto riferito, gli operatori sanitari dello Stanford Hospital e del Kaiser Permanente stanno già testando prototipi degli scudi.

“Stiamo lavorando per facilitare la produzione locale-locale e su richiesta di questi schermi facciali per proteggere gli operatori sanitari e i primi soccorritori in prima linea COVID-19”, ha affermato la società. “Invieremo i progetti di protezioni per il viso per uso medico alla nostra rete di clienti che hanno la possibilità di stampare i componenti con stampanti 3D Carbon.”


Carbon sta inoltre sviluppando progetti per tamponi di test stampati in 3D, che possono essere utilizzati per aumentare la capacità di test del virus. Tre progetti di tamponi reticolari sono ora in fase di valutazione clinica. Questa iniziativa di test viene condotta in collaborazione con Stanford Medical Center, Harvard Medical School / Beth Israel Deaconess Medical Center, Desktop Ful’s Ric Fulop, Chan Zuckerberg BioHub e University of North Carolina a Chapel Hill.

Carbon aggiunge che è anche in trattative con adidas, che utilizza DLS per produrre in serie intersuole, ei suoi partner della Mayo Clinic e dell’ASU per sfruttare la loro capacità di produzione per lo sforzo.

Aggiornamenti delle iscrizioni
Infine, Carbon ha fatto un annuncio che ha lo scopo di aiutare i suoi clienti di piccole e medie dimensioni. Ai clienti Carbon con meno di 250 dipendenti viene concessa un’estensione di pagamento per gli abbonamenti alle stampanti 3D Carbon.

La compagnia spiega: “Questa crisi – la sua portata e la sua gravità – ha sorpreso noi e il mondo. Le piccole e medie imprese ne risentono. Nel tentativo di alleviare parte dell’onere finanziario e della pressione che i nostri clienti delle PMI (meno di 250 dipendenti) avvertono durante questi tempi senza precedenti, stiamo estendendo i nostri termini di pagamento di 30 giorni per tutte le fatture di abbonamento alla stampante già emesse e in scadenza dal 23 marzo fino alla fine di aprile e per tutte le nuove fatture di abbonamento alla stampante emesse tra il 23 marzo e la fine di aprile. “

Scopri come altre grandi aziende AM stanno aiutando nelle iniziative di soccorso di COVID-19 e in che modo l’industria degli additivi si sta intensificando per aiutare in questa crisi.

Be the first to comment on "Carbon contro il coronavirus con prototipi di tampone di prova stampati in 3D"

Leave a comment