Carbios verso la produzione del filamento PLA biologico a basso costo

Carbios vicina a commercializzare delle valide bio-plastiche.

La società francese Carbios ha compiuto un enorme balzo in avanti nella ricerca nel settore delle  bio-plastiche.

Carbios 03Ha utilizzato  un processo di polimerizzazione enzimatica per convertire l’acido lattico in un omopolimero di PLA.

In termini semplici, ciò significa che è possibile semplificare il processo di produzione di origine biologica del PLA e tagliare i passaggi intermedi. Che sono la condensa dell’acido lattico la purificazione  e la polimerizzazione della sostanza risultante per produrre PLA. Questo collegamento rende l’intero processo più rapido, più economico e potenzialmente redditizio.

Il prezzo è sempre importante
Abbiamo i mezzi per fare molto più prodotti ecologici in questo momento, ma il prezzo finale del filamento è cruciale e ci sono pochissimi consumatori che potrebbero sostenere il costo del PLA biologico così com’è adesso.

La capacità di produzione di questo PLA potrebbe potenzialmente arrivare a  400.000 tonnellate nel 2020, si tratta di un mercato importante e ridurre l’impatto ambientale di ogni singolo rocchetto di filo avrà un effetto significativo nel lungo periodo.

Questa svolta da parte di Carbios, quindi, rappresenta un grande progresso e, potenzialmente, significa che il prezzo finale del PLA biologico potrebbe diminuiresensibilmente. Carbios ha lavorato con una serie di partner di Toulouse nel programma di ricerca e sviluppo.

“I miei soci e io siamo orgogliosi di avere avuto successo in questa sfida scientifica, e di aver sviluppato il primo microrganismo in grado di produrre un polimero PLA 100% ad alto peso molecolare”, spiega Alain Marty, Chief Scientific Officer di Carbios.

Questo è solo un passo però
Questa convalida dei primi risultati di laboratorio è solo un passo  lungo la strada verso una PLA più efficace ed ecologico. Effettivamente questo  significa che la collaborazione tra i partner industriali continuerà verso la fase successiva. Ciò non significa molto di più in questo momento, ma i risultati sono incoraggianti.

Questo perché se Carbios ha successo a livello commerciale,   i risultati potrebbero essere applicati ad altri biopolimeri, tra cui il PHA. I Polidrossialcanoati semplicemente non sono un grande business in questo momento, ma hanno potenzialità e potrebbero teoricamente sostituire le plastiche convenzionali, alla fine.

Se questo metodo consente di produrre le bioplastiche a prezzi  competitivi renderà la transizione verso i polimeri dai combustibile a base di fossili  molto più facile.

Carbios attualmente detiene cinque serie di brevetti per la produzione di bio-polimeri e 17 famiglie di brevetti in totale. E ‘chiaramente la forza trainante dietro questa società francese e sta facendo passi da gigante che potrebbero beneficiare l’industria e il mondo in generale.

“Dal lancio del progetto Thanaplast, abbiamo annunciato la nostra volontà di sviluppare, con mezzi biologici, un bioprocesso per la produzione di PLA in modo da aumentare la competitività di uno dei più promettenti polimeri bio-based presenti sul mercato”, ha detto Jean- Claude Lumaret, CEO di Carbios. “Oggi, è diventata una realtà che ci permetterà di lavorare con grandi realtà  industriali in modo da posizionare la nostra tecnologia in un mercato in rapida crescita.

Commercialmente le bioplastiche vitali renderanno la stampa 3D ancora più attraente come  processo di fabbricazione. Uno dei grandi punti di forza della produzione di additivi è che taglia il trasporto dalla catena di fornitura e riduce l’impatto ambientale.

Quindi, se aziende del calibro di Carbios possono contribuire a ridurre drasticamente  l’impatto del processo di produzione vero e proprio, non può  che aiutare la causa della stampa 3D nel resto del mondo.

Abbiamo grandi speranze .

Be the first to comment on "Carbios verso la produzione del filamento PLA biologico a basso costo"

Leave a comment