Brevetto per la tecnologia di imaging di controllo qualità NDSU che evidenzia gli errori

Tecnologia di imaging di controllo qualità NDSU per il controllo degli errori di parti stampate in 3D ottiene il brevetto

Poiché i rischi della stampa 3D e delle stampe compromesse diventano sempre più evidenti, i metodi e le soluzioni per garantire la qualità dei componenti sono molto richiesti. Ci sono persone e team che affrontano queste sfide e negli  anni abbiamo visto alcune interessanti opzioni di sicurezza per la stampa 3D.

Uno di questi progetti è stato sviluppato da Jeremy Straub, un assistente alla facoltà di informatica presso la North Dakota State University di Fargo, e dai suoi compagni di squadra Benjamin Kading e Scott Kerlin.

Il loro sistema di garanzia di stampa 3D è noto come ” sistema di controllo della qualità di stampa 3D basato sulle immagini ” e recentemente ha ottenuto un brevetto con il titolo “Caratterizzare gli oggetti stampati 3D per la stampa 3D”.

In termini semplici, il sistema, di cui abbiamo scritto per la prima volta nel 2016, è costituito da una tecnologia di imaging che scatta foto di una parte stampata in 3D in varie fasi della sua produzione. Le foto della parte stampata in 3D mentre è in fase di costruzione consentono ai produttori di controllare la struttura interna della componente per assicurarsi che non vi siano crepe, rotture o altri difetti nella stampa.

Per quanto semplice, Straub e il suo team sostengono che il sistema di imaging potrebbe aiutare i produttori a certificare che le loro stampe 3D corrispondono ai modelli 3D su cui si basano e non sono stati compromessi da errori hardware o, più nefandamente, da deliberati sabotaggi.

Ovviamente, non ci si aspetta che gli utenti passino attraverso le molte immagini catturate della loro stampa 3D, in quanto il sistema integra uno strumento di confronto che identifica e segnala eventuali difetti potenziali.

Straub spiega che l’idea per il sistema di imaging è nata dalla frustrazione per le sue stampe fallite mentre lavorava alla NDSU.

“Avevamo un certo numero di stampanti e avremmo provato a stampare le cose durante la notte, a stampare materiale e lasciarlo, e tornavamo e trovavamo un disastro”, ha affermato. “Dopo che è successo un paio di volte, eravamo tipo ‘OK. sai, uno, abbiamo bisogno di capire perché la stampante sta facendo questo. ‘”

Mentre gli errori di stampa 3D erano in definitiva causati da un semplice problema hardware, Straub era ancora ispirato a sviluppare una soluzione per identificare le stampe con discrepanze interne per aiutare gli altri produttori.

È importante sottolineare che la tecnologia di imaging potrebbe essere una soluzione accessibile per coloro che cercano di garantire che le loro stampe 3D non siano state compromesse o compromesse da una parte esterna, il che è una preoccupazione crescente nel settore.

Detto questo, è improbabile che la tecnologia di imaging sia adatta per tali applicazioni di stampa 3D industriale in settori quali l’assistenza sanitaria o l’aerospaziale, che richiedono passaggi di qualifica altamente rigorosi. Ma potrebbe avere applicazioni per aziende più piccole, designer professionisti, ricercatori e persino singoli produttori.

“Non sono più solo i ricercatori che utilizzano la stampa 3D”, ha spiegato Straub . “Ora i bambini, i commessi, gli anziani e molte altre persone che non sono esperti stanno stampando oggetti. È fondamentale che le stampanti abbiano funzionalità integrate per garantire che tali oggetti siano sicuri e non possano rompersi o ferire le persone. ”

Attualmente, Straub afferma di avere un prototipo funzionale del suo innovativo sistema di imaging e sta discutendo del potenziale di commercializzazione e sulla concessione di licenze della tecnologia con alcune aziende.

Be the first to comment on "Brevetto per la tecnologia di imaging di controllo qualità NDSU che evidenzia gli errori"

Leave a comment