Bosch Rexroth  stampa 3D e IIot Industrial Internet of Things sempre più vicine

La stampa 3D e il sistema CNC MTX lavorano insieme nella fabbrica del futuro

Mentre la tecnologia di stampa 3D continua a progredire, altre tecnologie avanzano con essa, come  Industrial Internet of Things (IIoT). Bosch Rexroth  ha una certa esperienza in entrambi i campi e sottolinea che i due saranno sempre più intrecciati in futuro. Nella fabbrica del futuro, secondo l’azienda, le macchine di produzione additiva saranno collegate sia orizzontalmente che verticalmente ai sistemi IT di livello superiore e vicini.

Le stampanti 3D stanno diventando sempre più sofisticate in termini di controllo e automazione wireless; l’intervento umano diretto sta diventando meno necessario. Prendi in considerazione Project Skywalker , la fabbrica di stampa 3D automatizzata sviluppata da Voodoo Manufacturing . È stato progettato per essere una fabbrica di “luci spente” in grado di operare indipendentemente da qualsiasi presenza umana; man mano che la tecnologia come questa si sviluppa ulteriormente, libererà i lavoratori dal dover svolgere attività banali e dispendiose in termini di tempo, come la rimozione di articoli dalla piastra di costruzione e l’avvio di nuovi lavori di stampa.

Il prossimo passo, secondo Bosch, è la decentralizzazione dei sistemi di controllo, che riceveranno i programmi necessari dal cloud. L’azienda punta anche alla combinazione di sistemi di stampa 3D e CNC e mette in evidenza il proprio sistema CNC MTX, che dispone di un processore dual-core ad alte prestazioni e intelligenza decentralizzata per tempi di reazione rapidi. Il software del sistema MTX include diverse funzioni CNC specifiche per la produzione additiva allo scopo di controllare con precisione l’applicazione dei materiali di stampa 3D.

Le loro funzioni comprendono un sistema intelligente di controllo della temperatura e una simulazione online 3D con riconoscimento delle collisioni, che visualizza automaticamente il tempo di costruzione, il posizionamento e la corsa della testina di stampa. Il gcode standardizzato è supportato da qualsiasi software slicer e i sistemi di codifica NC integrati forniscono sicurezza.

La digitalizzazione del flusso di lavoro è un’altra area chiave, comprese le attività come la configurazione di stampa, la gestione dei lavori e il monitoraggio delle macchine, inclusa la modifica dei processi online o il controllo dell’intralogistica. Il sistema MTX CNC ha un’architettura di sistema aperta e un’interfaccia Open Core, che consente agli operatori di integrare facilmente i propri flussi di lavoro. Ciò crea numerosi vantaggi, in particolare nella pre-produzione, come le simulazioni di materiali o la certificazione di parametri relativi alla qualità.

I sistemi MTX sono stati utilizzati da molti produttori di stampanti 3D, tra cui Norsk Titanium,  che ha creato il primo impianto di produzione di additivi aerospaziali su scala industriale nel mondo. Norsk Titanium è noto per le sue macchine Rapid Plasma Deposition, che dispongono di un sistema MTX che controlla i bruciatori plasma e 10 assi servo per la produzione di componenti e il trasporto o la manipolazione del filo di titanio. Il sistema gestisce anche l’ottimizzazione del processo in tempo reale valutando i sensori e calcolando i valori di correzione.

Il produttore tedesco di macchine utensili Weisserutilizza anche un sistema CNC MTX per la sua unità di produzione additiva, presentata per la prima volta l’anno scorso. Il sistema è dotato di un’unità di saldatura ad attrito addizionale, o AFW, che consente di depositare strati sottili di metallo su oggetti metallici e successivamente lavorati con precisione. Questo sistema crea parti finali con un uso minimo di materiale.

Bosch Rexroth prevede che in futuro le stampanti 3D industriali saranno più veloci e affidabili, rendendole adatte alla produzione di massa. La connettività IoT consente alle stampanti 3D di essere più intelligenti e più autonome, consentendo loro di svolgere ruoli importanti nelle fabbriche del futuro, pur affidandosi meno all’intervento umano. Questo non significa che queste macchine più intelligenti metteranno le persone fuori dal lavoro, necessariamente, che è una grande paura tra la comunità manifatturiera. Piuttosto, le persone verranno liberate per lavori di livello superiore, lavorando insieme alle macchine per creare flussi di lavoro più efficienti e produttivi.

Be the first to comment on "Bosch Rexroth  stampa 3D e IIot Industrial Internet of Things sempre più vicine"

Leave a comment