Bioprinting cellule staminali da adulti stampate in 3d da un team di ricerca scozzese guidato da Will Shu

I ricercatori scozzesi stmapano in 3d le cellule staminali

Will shu-Il team di Heriot-Watt  guidato dal dottor Will Shu, presso la Scuola dell’Università di Ingegneria e Scienze Fisiche (EPS), sono i primi ad essere riusciti a stampare in 3D   le cellule staminali, utilizzando una tecnica basata sulle valvole . La sfida è quella di stampare in 3D i fermenti vivi sensibili senza danneggiarli o ucciderli del tutto.

Il team ha evoluto il loro processo in modo che  l’hardware  possa gestire la fragilità della stampa 3d indotta sulle cellule staminali pluripotenti (iPS)  . Queste strutture sono prese da cellule adulte del donatore e richiedono un trattamento ancora più speciale rispetto a quelle delle cellule staminali embrionali stampate in 3d in precedenza dal team. La speranza per il futuro è che con una ancora più avanzata tecnologia di stampa 3D si possono produrre fegato, cuore, e anche le cellule cerebrali.

“Questo studio è il primo a dimostrare che le cellule staminali pluripotenti indotte umane, cioè le cellule staminali derivate da cellule da paziente adulto, possone essere biostampate senza alterare le loro funzioni biologiche; che il nostro processo di stampa 3D è  delicato nel fare questo “, ha dichiarato il dottor Will Shu, Professore Associato presso EPS. “In questo caso abbiamo dimostrato che dopo la stampa potremmo trasformare le cellule staminali in cellule del fegato.”

“La capacità di Biostampare le cellule staminali,  mantenendo la loro pluripotenza, la loro capacità di svilupparsi in tutti i tipi di cellule del corpo, o addirittura dirigere la loro differenziazione in tipi cellulari specifici, aprirà la strada per la produzione di organoidi, o tessuti a richiesta, da cellule specifiche del paziente. Queste potrebbero essere utilizzate per lo sviluppo di farmaci senza animali e per la medicina personalizzata “.

Cominciando con piccoli lotti di tessuto stampato 3D in un primo momento, l’obiettivo della squadra è quello di essere in grado di utilizzare il materiale biostampato per testare farmaci e consentire ai medici di capire se ci saranno o meno effetti collaterali e maggiori benefici per i loro pazienti. I ricercatori stanno anche attualmente collaborando con il team di Roslin Cellab, una società di ricerca e sviluppo che assiste nella realizzazione di prodotti per il settore delle cellule staminali. Secondo il dottor Jason King del Roslin Cellab , avremo un futuro con l’utilizzo di celle per definire nuovi modelli per la ricerca delle malattie.

Be the first to comment on "Bioprinting cellule staminali da adulti stampate in 3d da un team di ricerca scozzese guidato da Will Shu"

Leave a comment