BioEdTech e le biostampanti per bioprinting brasiliane

Inside 3D Printing Brazil: BioEdTech sta portando la bioprinting in Brasile e oltre
Startup BioEdTech , che ha recentemente partecipato a Inside 3D Printing Brasil 2019 , si sta concentrando sulla diffusione della stampa 3D attraverso l’educazione, offrendo corsi, sessioni di formazione e sviluppo di innovazioni nel campo della bioprinting. C’è un enorme divario tra le possibilità che la bioprinting può fornire e la pratica effettiva. A livello globale ci sono solo poche centinaia di persone che possono utilizzare con successo le macchine per la stampa di tessuti. Creando più di queste persone attraverso la formazione, possiamo davvero accelerare l’adozione della bioprinting in tutto il mondo. Ma a livello globale dove si può andare ad allenarsi con la bioprinting? Come puoi imparare come essere un operatore di macchina? Come puoi come scienziato imparare a usare queste macchine? In poche parole, in molte regioni del mondo non hai alcuna possibilità di trovare una formazione. Sarai da solo, lasciato a prova per errore e imparerai a farlo.

Janaina Dernowsel, fondatrice e CEO di BioEdTech , ha anche molto da dire sull’educazione dei brasiliani alla stampa 3D e, più specificamente, alla bioprinting. Secondo il ricercatore, l’anno scorso ha notato un grande interesse da parte della società e dei professionisti dell’area, nonché gruppi di ricerca e start-up. Dernowsel voleva sviluppare corsi con una metodologia basata sulle sfide dell’area, conoscere le applicazioni della bioprinting e sviluppare competenze tecniche in biologia e ingegneria.

“Stiamo formando molti professionisti di altre startup di bioprinting e, da quando abbiamo iniziato, tre mesi fa, abbiamo formato 53 studenti e professionisti. Insieme alla nostra collega CombTech, abbiamo sviluppato bioprotettori a basso costo per la formazione e la ricerca e con il colosso farmaceutico Merck sviluppiamo prodotti e reagenti per preparare i bioinks e analizzare cellule e tessuti bioimpressi, “ha suggerito Dernowsel a 3DPrint.com.

La proposta di BioEdTech è quella di espandere i corsi di formazione per le università pubbliche private e anche per le scuole tecniche. Ma nel frattempo, hanno anche 18 gruppi di ricerca che hanno già iniziato a sviluppare approcci innovativi alla bioprinting. Alcuni dei progetti in corso comprendono la stretta collaborazione con un team di bioink per sviluppare metodi ingegneristici per incorporare il tessuto vascolarizzato per la biostampa tridimensionale utilizzando il sistema di stampa 3D RepRap open source, la facilitazione di un sistema multi-estrusore, la calibrazione algoritmica dei bioink e la localizzazione controllo della temperatura per la reversibilità dell’idrogel, così come altri sforzi con il Centro per la tecnologia dell’informazione Renato Archer, dove Dernowsel ha fatto il suo post-dottorato in Bioprinting nel 2018.

Rendendo i bioprinters economici e accessibili la sua compagnia contribuirà a ottenere la bioprinting nelle mani di più professionisti. I bioprinters sono ora estremamente costosi e rari in tutto il mondo. Pochi scienziati o professionisti del laboratorio hanno mai visto uno e tanto meno operato. Un bioprinter a basso costo che può essere utilizzato come banco di prova per insegnare e familiarizzare con le tecnologie di bioprinting è la chiave per portare più persone a fare ricerca sulla bioprinting. Senza hardware a basso costo, la bioprinting non sarà in grado di diffondersi in tutto il mondo. Pensa all’enorme democratizzazione nella potenza di calcolo tra la stanza che riempie i supercomputer e i PC desktop che siamo a basso costo e disponibili per molti. La bioprinting ora è una tecnologia molto remota a cui molte persone nel campo hanno poco accesso.

L’altro elemento chiave è la formazione. Rendendo accessibile la formazione, si risolve un altro collo di bottiglia chiave nel bioprinting. BioEdTech sta massimizzando l’accesso alla bioprinting. Di solito, siamo abituati a vedere le aziende sudamericane in ritardo rispetto agli sviluppi in altre regioni nella stampa 3D. In questo caso, BioEdTech è davvero all’avanguardia nel rendere questa tecnologia molto più accessibile a tutti.

Be the first to comment on "BioEdTech e le biostampanti per bioprinting brasiliane"

Leave a comment