BigRep e il GENESIS Eco Screen

Il produttore di stampanti 3D di grande formato BigRep ha iniziato a stampare in 3D un’installazione di habitat urbano verde chiamata GENESIS Eco Screen. Utilizzando solo plastica riciclata, il lavoro mette in mostra il potenziale della produzione additiva come mezzo sostenibile di architettura. La sua costruzione è attualmente in corso al pubblico presso l’Università Humboldt di Berlino. GENESIS sarà presentato in anteprima alla mostra culturale Fiction Forum tra un mese.

Il progetto GENESIS Eco Screen è guidato dal pluripremiato team NOWLAB di BigRep , in collaborazione con l’artista Lindsay Lawson. Prendendo la forma di un muro scultoreo, è una struttura ecologica con funzionalità aggiuntive. Quattro stampanti 3D BigRep ONE sono state impostate per realizzare lo schermo, utilizzando più filamenti costituiti da BigRep PETG e BASF Innofil3D rPET.

I filamenti per stampanti 3D in GENESIS sono realizzati al 100% da PET riciclato. Le bottiglie di plastica vengono inviate a un punto di raccolta, pulite e pre-elaborate. In seguito, vengono trasformati in materia prima stampabile, utilizzando un paradiso trituratore doppio asse grezzo . Un lungo filo di filamento del diametro di 2,75 mm viene estruso e arrotolato su bobine per la stampa 3D. Il processo di produzione in cinque fasi sarà ulteriormente dettagliato nella mostra sull’economia circolare che affiancherà le stampanti 3D.


Imitando un enorme apparato radicale trovato nelle foreste, GENESIS, che abbiamo completato misurerà 4m x 4m. Le caratteristiche dello schermo includono un sistema integrato di drenaggio e acqua per le piante e un riparo per le api solitarie. Un concetto simile, chiamato BANYAN ECO WALL , è stato precedentemente esplorato dal team NOWLAB nel giugno di quest’anno. Potenzialmente un concetto iniziale per lo schermo GENESIS Eco, la parete BANYAN ha un sistema integrato di drenaggio e acqua.

Gli algoritmi di progettazione generativa avanzata e la modellazione basata su agenti vengono utilizzati per creare lo schermo GENESIS Eco. Con solo alcuni parametri preimpostati, questi strumenti informatici possono progettare autonomamente le geometrie complesse. Il diametro dei “rami” stampati in 3D è ottimizzato da un’analisi dei dati di esposizione al sole in tutta l’installazione. Anche le caratteristiche di ombreggiatura e il posizionamento dell’impianto vengono creati e adattati di conseguenza.

Filamento per stampa 3D da rifiuti di plastica

Un’economia circolare si basa sui principi di sostenibilità di ottimizzazione delle risorse e la riduzione dei rifiuti. Sebbene il concetto abbia guadagnato popolarità, deve ancora essere messo in pratica nelle città, tuttavia alcuni progetti, come il concetto FabCity di Barcellona, hanno tentato. Lo schermo ecologico GENESIS, per BigRep, è un tentativo di dimostrare come le città possano adottare questi principi.

Come processo a circuito chiuso, tra rifiuti in bottiglia e produzione, le produzioni GENESIS Screen dimostrano come ridurre il divario tra input di risorse, rifiuti, emissioni e consumo di energia.

Secondo Daniel Büning, BigRep CIO e Managing Director di NOWLAB, “mostra come la società può sviluppare un futuro più verde – con soluzioni di economia circolare che siano sostenibili, locali, modulari e collaborative”. Inoltre, “Con questo progetto”, afferma Büning, “Stiamo introducendo un nuovo protocollo di produzione veramente sostenibile per la produzione di oggetti polimerici utilizzando più materiali plastici pre-usati”.

Il GENESIS Eco Screen è previsto per il completamento a fine agosto. Una volta completato, sarà esposto insieme ad altri progetti culturali e creativi presso il centro espositivo Fiction Forum . Fiction Forum si svolge dalle 10 alle 18 nei giorni feriali di ottobre 2019.

Be the first to comment on "BigRep e il GENESIS Eco Screen"

Leave a comment