Aston Martin AM-RB 003 e la stampa 3d

ASTON MARTIN PRESENTA L’HYPERCAR AM-RB 003 CON PARTI STAMPATE IN 3D AL SALONE DI GINEVRA 2019

La casa automobilistica britannica di lusso Aston Martin ha utilizzato la tecnologia di stampa 3D per la produzione e il design della sua concept car AM-RB 003, presentata al Salone di Ginevra 2019 .

L’AM-RB 003, precedentemente noto come progetto 003, è la terza auto a motore centrale di Aston Martin, con Red Bull Advanced Technologies impegnata nella progettazione e nell’ingegnerizzazione del prototipo. È caratterizzato dall’uso di parti stampate in 3D per migliorare le proprietà leggere del veicolo ed è stato parzialmente progettato utilizzando il software di modellazione CAD 3D.

Combinando i concetti e la tecnologia di F1 con lo stile e l’aerodinamica fondamentali della Valkyrie, un’altra hypercar a motore centrale di Aston Martin, l’AM-RB 003 sarà limitata a 500 coupé in tutto il mondo. La concept car presentata al Salone di Ginevra rappresenta il 90% del modello di produzione finale.

Miles Nurnberger, direttore design di Aston Martin, ha dichiarato: “Siamo stati molto intenzionati nell’AM-RB 003 per non camuffarne il lignaggio, ma eravamo altrettanto enfatici che sarebbe stata una distillazione dell’Aston Martin Valkyrie e non una diluizione”.

“IL DESIGN NON È COSÌ ESTREMO IN ALCUNE AREE, MA SPINGE ALTRETTANTO DURO NEGLI ALTRI, E STA ANCHE PORTANDO ALCUNE IDEE E CONCETTI IN UN ULTERIORE PASSO AVANTI”.

L’hypercar concept AM-RB 003 utilizza diverse tecniche avanzate di progettazione e produzione, inclusa la tecnologia di stampa 3D “all’avanguardia”, al fine di migliorare le proprietà leggere del veicolo. In particolare, Aston Martin ha utilizzato la stampa 3D per produrre sia pezzi grandi che piccoli all’interno del veicolo dell’automobile. Ciò include la consolle centrale, che contiene il 50% della massa che avrebbe, se fosse stata costruita con processi di produzione tradizionali.

La casa automobilistica ha anche implementato l’uso del software di modellazione CAD 3D per creare complesse forme parametriche all’interno del veicolo, a volte “in luoghi” impossibili da realizzare. “In tal modo, Aston Martin mira a coniugare risparmio di peso e qualità visiva con un’attenzione maniacale elencare.

Aston Martin ha anche installato il suo nuovo motore V6 twin-turbo sull’ipercar, in combinazione con un sistema ibrido. Il motore è costruito attorno all’architettura in fibra di carbonio e alla carrozzeria, contribuendo ad aumentare ulteriormente le proprietà leggere del veicolo.

Andy Palmer, CEO di Aston Martin, ha aggiunto:

“LA VALKYRIE È L’AUTO DI SERIE PIÙ VELOCE DI SEMPRE E ORA ABBIAMO CREATO [L’AM-RB 003] CHE È UN’AUREOLA SOPRA LA GAMMA DI TUTTI GLI ALTRI, COME P1, LAFERRARI E [MCLAREN] SENNA.”

Aston Martin è l’ultimo nome familiare nel settore automobilistico per realizzare i benefici della stampa 3D nella produzione di automobili.

Lamborghini, produttore italiano di auto sportive di lusso, ha utilizzato componenti stampati in 3D del Silicon Valley Carbon nella costruzione dei suoi Urus Super SUV. Ogni anno vengono prodotti circa 1.000 Urus Super SUV, che presenteranno due componenti stampati in 3D .

Il gigante automobilistico americano Ford, d’altra parte, ha aperto un centro di produzione avanzato a Redford, Detroit, dove si tratta di parti di stampa 3D per l’imminente auto sportiva Ford Shelby Mustang GT500 per risparmiare sui costi.

Infine, BMW Group , una multinazionale automobilistica tedesca, ha presentato l’auto BMW Individual M850i ​​Night Sky, che comprende parti realizzate con la produzione additiva. Presenta l’uso di pinze dei freni stampate in 3D , tappi degli specchietti laterali e prese d’aria.

Be the first to comment on "Aston Martin AM-RB 003 e la stampa 3d"

Leave a comment