ASTM lo standard F3303 e F3318 per stampa 3d metal

La stampa 3D metal è un settore in rapida crescita e, man mano che cresce, la necessità di standard diventa sempre più importante. Le parti stampate in metallo 3D vengono utilizzate in mercati come quello automobilistico, aerospaziale e medicale, e in questi settori non c’è davvero spazio per errori, soprattutto perché le parti più critiche vengono stampate in 3D. I clienti devono sapere che stanno ottenendo esattamente le parti che chiedono e che la qualità e le proprietà meccaniche di ogni parte corrispondono a quelle delle parti che erano utilizzate in precedenza.

Quindi è una buona notizia che un nuovo standard internazionale ASTM sia orientato verso l’uso crescente della produzione di additivi metallici per applicazioni medicali, aerospaziali e di altro tipo. Il nuovo standard, che sarà presto pubblicato come F3303, affronta il modo di qualificare macchine e processi che aiutano a costruire parti utilizzando la fusione del letto di polvere laser o a fascio di elettroni. Descrive inoltre i passaggi correlati necessari per configurare e controllare i dati digitali. Lo standard è stato sviluppato dalla sottocommissione ASTM International su materiali e processi, che fa parte di un più ampio comitato sulle tecnologie di produzione additiva.

“Uno standard supplementare è in corso per sostenere la qualificazione parte, la garanzia della qualità e post-processing dei letti in polvere parti di fusione”, ha detto Amir membro ASTM Farzadfar, Materiali e Ingegneria Processo per Fabbricazione Additiva a Corning Inc .
Un altro nuovo standard, che sarà presto pubblicato come F3318, è stato sviluppato per supportare la stampa 3D di parti in lega di alluminio su macchine per fusione laser a letto in polvere.

“Questo nuovo standard supporta la standardizzazione della pratica e il progresso del commercio nell’industria emergente della produzione additiva”, ha dichiarato il membro di ASTM International Hector Sandoval, Ingegnere dei materiali e dei processi presso Lockheed Martin Missiles e Fire Control. “A seconda delle esigenze del cliente, le parti possono essere utilizzate in un’ampia varietà di applicazioni, dalla prototipazione alla struttura.”
Gli standard possono sembrare un’area tematica secca, ma sono una necessità nelle industrie in cui viene utilizzata la produzione di additivi metallici. Se stai volando su un aereo che contiene parti stampate in 3D critiche, vorrai sapere che quelle parti sono state costruite secondo gli standard stabilitida un’organizzazione competente; allo stesso modo, se sei un ospedale che ordina strumenti chirurgici stampati in 3D, vorrai essere certo che ognuno di questi strumenti è stato fabbricato utilizzando gli stessi metodi precisi.

La produzione di additivi metallici è un processo complicato e tutto, dalla qualità della polvere di metallo ai mezzi di rimozione dei supporti, è strumentale nella creazione di una parte che funzioni esattamente come è destinata a funzionare, senza il rischio di guasti. Molto può andare storto nel processo di fabbricazione degli additivi metallici, quindi la garanzia della qualità e gli standard dei test sono ugualmente importanti per garantire che ogni parte sia stata accuratamente valutata prima di essere messa in uso.

Recentemente, ASTM International ha annunciato i suoi nuovi partner – EWI, Auburn University e NASA – per un centro di eccellenza per la produzione additiva, che, secondo il presidente ASTM Katherine Morgan, “costruirà una solida base per il futuro della produzione additiva … (e) contribuirà a colmare le lacune del settore e ad accelerare l’innovazione “. Le organizzazioni selezionate ei loro partner lavoreranno insieme per formare un hub che promuova standard tecnici, ricerca e sviluppo correlati, istruzione e formazione e altro ancora.

L’ultimo partner da aggiungere al centro di produzione additivo di eccellenza è il Manufacturing Technology Center (MTC) , con sede ad Ansty Park, Coventry, in Inghilterra. Supportato da importanti organizzazioni di ricerca in tutta Europa, l’MTC sarà il primo partner fondatore non statunitense. L’MTC è stato istituito dal governo del Regno Unito nel 2010 come parte della Catapulta di produzione ad alto valore, un importante investimento nei centri di ricerca. L’MTC, che impiega oltre 600 persone, è sede del Centro nazionale britannico per la produzione additiva e del  Centro di benchmarking AM Space dell’Agenzia spaziale europea .

“Siamo entusiasti di portare a bordo uno dei leader più entusiasmanti del mondo nella produzione additiva”, ha affermato Mohsen Seifi, direttore dei programmi di produzione additiva globale di ASTM International. “Chiaramente, MTC svolgerà un ruolo chiave nel raggiungere la visione di colmare le lacune del settore nella standardizzazione AM e guidare l’innovazione su scala globale.”
Il Centro nazionale AM ​​di MTC impiega la tecnologia di stampa 3D in metallo, ceramica e polimeri in un impianto end-to-end di livello industriale. Le competenze del centro includono test sui materiali, simulazione dei processi, progettazione e ispezione delle parti. Recentemente ha subito una grande espansione, tra cui un progetto finanziato dal governo di $ 20 milioni per sviluppare una fabbrica di prossima generazione per le parti aerospaziali stampate in 3D.

“Siamo entusiasti di unire questo impegno di vitale importanza per costruire una solida base tecnica per il futuro della produzione additiva”, ha affermato il professor Ken Young, direttore tecnico di MTC. “Gli standard sono di fondamentale importanza per consentire all’industria di sfruttare la tecnologia AM. Essere riconosciuto da ASTM International per la nostra capacità AM e essere incluso come primo partner non statunitense è un grande onore. “

Be the first to comment on "ASTM lo standard F3303 e F3318 per stampa 3d metal"

Leave a comment