Ashen Cabin di Hannah la casetta stampata in 3d

Lo studio di architettura americano Hannah ha utilizzato trampoli di cemento stampati in 3D per elevare questa minuscola cabina off-grid nella parte settentrionale dello stato di New York , con pareti realizzate in legno di frassino infestato.


Ashen Cabin è inteso come uno studio su piccola scala di costruzioni più sostenibili che combina il lombare distrutto da uno scarabeo invasivo con tecniche di fabbricazione digitale, come la stampa 3D.

“Da zero, le tecnologie di progettazione e fabbricazione digitali sono intrinseche alla realizzazione di questo prototipo architettonico, facilitando fondamentalmente nuovi metodi di materiali, articolazioni tettoniche, forme di costruzione e linguaggi di progettazione architettonica”, ha affermato Hannah .
La piccola casa è rivestita con pannelli di legno ondulato e finestre incorniciate con compensato nero. Il cemento viene utilizzato per formare un alto camino in cemento e gambe robuste che sporgono dalla struttura.

Hannah ha utilizzato il sistema di stampa 3D per impilare gli strati di cemento e formare la base angolare della struttura e le estrusioni voluminose.
Tutte le forme in cemento, comprese le gambe prismatiche, il camino e il camino curvi, i pavimenti strutturati e gli oggetti di arredamento, presentano un motivo lineare segnato da bordi frastagliati.

“Il progetto mira a rivelare il linguaggio tettonico idiosincratico della stampa 3D esplorando come la stratificazione del calcestruzzo, l’inarrestabile deposizione 3D di linee estruse di materiale e l’atto di corbelling possono suggerire nuove strategie per la costruzione”, ha aggiunto.


Lo studio, guidato dai copresidenti Sasa Zivkovic e Leslie Lok, ha lavorato con un gruppo di studenti della Cornell University per realizzare la residenza che utilizza legno infestato dallo scarabeo Emerald Ash Borer.

I frassini tipicamente infestati, distrutti dagli insetti, non vengono utilizzati per la costruzione a causa delle loro forme difficili e dell’incapacità di essere lavorati dalle segherie. Invece, vengono lasciati decomporre o bruciare, rilasciando nell’atmosfera anidride carbonica dannosa.


“I frassini infestati spesso si decompongono o vengono bruciati per produrre energia”, ha detto Zivkovic.

“Sfortunatamente, entrambi gli scenari rilasciano anidride carbonica nell’atmosfera, e quindi il vantaggio dell’uso di ceneri compromesse per le costruzioni è che lega il carbonio alla terra e compensa la raccolta di specie legnose più comunemente utilizzate.”


Per tagliare i tronchi di forma irregolare in assi curvilinei di spessore variabile, il team ha utilizzato un braccio robotizzato e un attacco per sega a nastro. I pannelli tagliati definiscono le finestre all’esterno e sono anche utilizzati per formare elementi architettonici all’interno, come scaffalature e superfici.

“La curvatura del legno è strategicamente implementata per evidenziare momenti di importanza architettonica come finestre, ingressi, tetti, tettoie o fornire ulteriori opportunità programmatiche come scaffalature integrate, spazio sulla scrivania o deposito”, ha affermato lo studio.
Nel tempo le assi di legno diventeranno naturalmente grigie e il raccordo si fonderà con il colore del cemento stampato in 3D utilizzato in tutta la casa.

Il sistema di stampa 3D del team ha eliminato la necessità di uno stampo in calcestruzzo, riducendo la quantità di materiale utilizzato e la sua impronta di anidride carbonica.

“Usando la stampa 3D, eliminiamo l’uso di casseforme dispendiose e possiamo depositare il calcestruzzo in modo intelligente e solo dove strutturalmente necessario, riducendone considerevolmente l’uso mantenendo allo stesso tempo l’integrità di un edificio”, ha affermato Lok.


Ognuna delle quattro finestre è delineata con una cornice su misura di compensato marino verniciato nero per risaltare sul lato pallido. Sono tutti orientati ad affrontare il paesaggio boscoso.

La cabina non ha corrente né acqua corrente. Invece, un piccolo lavandino da campeggio realizzato con il cemento a spirale fornisce acqua. L’isolamento in schiuma e il camino a legna vengono utilizzati per regolare la temperatura della residenza fuori rete.


All’interno, le pareti sono ricoperte dallo stesso legno utilizzato all’esterno e i pavimenti in cemento hanno un design ad incastro.

Il materiale stampato in 3D viene anche utilizzato per formare una piattaforma di seduta che funge anche da deposito. Una superficie simile a una panchina realizzata con il compensato nero utilizzato sui telai delle finestre si estende dal sedile per formare un letto.


Hannah è stata fondata nel 2014 da Alexander Chmarin, Alexander Graf, Leslie Lok e Sasa Zivkovic e ha sede a Ithaca, New York.

Be the first to comment on "Ashen Cabin di Hannah la casetta stampata in 3d"

Leave a comment