Additive Manufacturing Technologies ha annunciato il completamento di un round di finanziamento della Serie A da 5,2 milioni di dollari

ADDITIVE MANUFACTURING TECHNOLOGIES RACCOGLIE $ 5,2 MILIONI PER LA TECNOLOGIA DI POST-ELABORAZIONE PER LA STAMPA 3D

Lo specialista post-elaborazione Additive Manufacturing Technologies (AMT) con sede nel Regno Unito ha annunciato il completamento di un round di finanziamento della Serie A da $ 5,2 milioni. Il round è stato guidato da DSM Venturing , il braccio di capitale di rischio del produttore globale di materiali Royal DSM , il fondo EIS di Foresight Williams Technology , un piano di investimenti delle imprese costituito dalla società di private equity Foresight Group LLP (Foresight) e il braccio di rischio di Williams Advanced Engineering .

AMT utilizzerà i finanziamenti appena raccolti per $ 5,2 milioni per commercializzare la sua tecnologia di post-elaborazione.

“Siamo lieti di annunciare il nostro round di finanziamento della Serie A”, ha dichiarato Joseph Crabtree, CEO di AMT. “Questo investimento è un altro passo importante nell’accelerare la visione di AMT di un sistema di produzione digitale integrato che fornirà soluzioni end-to-end dalla selezione dei materiali alla finitura delle parti per qualsiasi processo di produzione industriale dell’utente finale”.

“NON VEDIAMO L’ORA DI RENDERE AMT IL LEADER MONDIALE NELLA TECNOLOGIA DI POST-ELABORAZIONE AUTOMATIZZATA”.

Fondata nel 2017, AMT produce sistemi di post-elaborazione automatizzati per parti stampate in 3D . Ha sede a Sheffield, con un impianto di produzione in Ungheria e un quartier generale nordamericano ad Austin, in Texas, che è stato pianificato per l’apertura nel quarto trimestre del 2019. L’azienda sostiene che una notevole quantità di costi di produzione nella stampa 3D può essere attribuita a passaggi altamente manuali di post-elaborazione. Ciò comporta il laborioso processo di pulizia e lucidatura di una parte dopo che è stata stampata in 3D.

Con l’obiettivo di “sbloccare l’uso della stampa 3D per la produzione di grandi volumi”, i sistemi di post-elaborazione di AMT hanno lo scopo di aiutare i clienti ad automatizzare il loro flusso di lavoro di produzione. I suoi centri tecnologici su un metodo proprietario chiamato Strato Limite Automated tecnologia Smoothing (BLAST), che è stato sviluppato presso l’ Università di Sheffield ‘s avanzata Fabbricazione Additiva (ADAM) Centro.

Il primo sistema commerciale dell’azienda , PostPro3D , è stato lanciato a settembre 2018. Certificato da enti regolatori di terze parti, PostPro3D è in grado di rifinire componenti stampati in 3D in una parte sigillata e levigata adatta per applicazioni di uso finale che utilizzano la tecnologia BLAST. AMT afferma che la qualità delle parti corrisponde a quella prodotta mediante stampaggio ad iniezione . PostPro3D è compatibile con varie tecnologie di stampa 3D polimerica come fusione a letto di polvere, HP Multi Jet Fusion , sinterizzazione ad alta velocità e FDM / FFF.

Al RAPID + TCT 2019 di maggio, AMT ha anche presentato due nuovi sistemi di post-elaborazione automatizzati, PostPro3DColor e PostPro3DMini . Il sistema PostPro3DColor, oltre a levigare le parti stampate in 3D, è anche in grado di colorarle in un solo passaggio. PostPro3DMini, d’altra parte, è una versione più piccola dell’originale PostPro3D con una camera di processo di 300 x 350 x 300 mm.

La serie A di AMT segue un finanziamento di £ 624.000 ($ 782.000) da parte del Technology Strategy Board del governo britannico Innovate UK nel 2017. Inoltre, la società ha precedentemente ricevuto investimenti seed da Midwest Additive Ventures e NPIF-Mercia Equity Finance attraverso Mercia Asset Management PLC.

Utilizzando il nuovo finanziamento, AMT prevede di accelerare le vendite dei suoi sistemi di post-elaborazione. Mira inoltre a fornire una versione commerciale del suo sistema di produzione digitale, che intende essere una soluzione di post-elaborazione completamente integrata. Il sistema di produzione digitale utilizza la depolverazione, la modifica della superficie e la colorazione per automatizzare ciascuna delle fasi di post-elaborazione manuale.

Commentando l’investimento, Pieter Wolters, amministratore delegato di DSM Venturing, ha dichiarato: “AMT sta rivoluzionando il mondo della post-elaborazione delle parti stampate in 3D, consentendo così alla produzione additiva di diventare un’alternativa competitiva per la produzione su scala industriale. Siamo entusiasti di includere AMT nel nostro portafoglio di investimenti nella produzione additiva e di supportare l’azienda nell’accelerare la sua crescita. “

Be the first to comment on "Additive Manufacturing Technologies ha annunciato il completamento di un round di finanziamento della Serie A da 5,2 milioni di dollari"

Leave a comment