3DShook condivide i file di stampa come Spotify grazie ad un abbonamento mensile

3DShook scuote i Marketplaces con un piano di abbonamento illimitato alla stampa 3D (come Spotify per capirci )

Mentre alcuni siti offrono modelli stampabili in 3D gratis, altri vendono i loro disegni, e altri ancora offrono una combinazione dei due : una nuova società israeliana denominata 3DShook ha adottato un approccio diverso,  offre un servizio di abbonamento illimitato. Come la musica in streaming, di Spotify, 3Dshook offre agli utenti la possibilità di scaricare un numero illimitato di modelli per la stampa 3D con canone mensile a partire da $ 14,90.

3DShook è composto da oltre quaranta categorie di oggetti stampabili e, secondo la società, tutti questi oggetti sono stati testati su stampanti FDM e sono  “attentamente scelti per includere solo disegni che hanno uno scopo e una utilità nella vita quotidiana o un background culturale. ” .

Finanziato da un fondo di venture capital, 3DShook ospita oltre 600 modelli e prevede di crescere ad un ritmo di 100 + al mese. E tutto questo è disponibile per il download, se si acquista uno dei pacchetti di abbonamento elencati di seguito.

Co-fondatore dell’azienda, Ettore Berrebi, dice a proposito della loro  visione, “Abbiamo riconosciuto una chiara mancanza di contenuti di qualità, sia perchè poco accattivante e sia perchè non funzionale, Il tutto  è confezionato ad un prezzo per il consumo di massa. Le stampanti 3D  riteniamo siano  già una perfetto compagno di vita – e crediamo che il modo giusto di provarlo è usare file di qualità. Provenendo da un background di contenuti digitali, e vedendo le tendenze in atto negli ultimi anni, abbiamo preso il modello di sottoscrizione come  nostro obiettivo. Siamo orgogliosi di offrire una  grande collezione sempre crescente, completamente curata e completamente testata.  Con delle collezione di disegni, in cui chiunque può trovare le cose che ama o, necessità o ha desiderio.
3DShook ha le sue in-house di progettazione e QA team per assicurare che i file presenti siano  stampabili. Berrebi continua: “Abbiamo annullato o messo in attesa circa il 20% dei nostri progetti durante il QA. Vogliamo assicurare la migliore esperienza possibile nella stampa in 3D in modo che qualsiasi progetto che non stampa bene non possa entra a far partr della raccolts.. Noi non siamo solo un altro repository di modelli da stampare in 3d. Siamo una marca,  dedicata a dare ai propri clienti la migliore esperienza di acquisto di stampa 3D che il mercato èin grado di offrire “.

Oltre ad ospitare i modelli, l’azienda ha anche lanciato il  proprio sistema di visualizzazione online e gli strumenti per la generazione di file. Il sito è ancora in versione beta, e l’azienda prevede di lanciare una serie di nuove caratteristiche in un prossimo futuro. 3DShook spera anche di incoraggiare i nuovi utenti ad usufruire del loro servizio attraverso una serie di sconti.

Be the first to comment on "3DShook condivide i file di stampa come Spotify grazie ad un abbonamento mensile"

Leave a comment