3D Systems annuncia cambiamenti radicali e taglia il 20 per cento dei dipendenti

3D Systems, uno dei principali produttori di stampanti 3D, ha annunciato una serie di cambiamenti radicali nelle loro operazioni e prospettive.

La società è sotto pressione per apportare modifiche da tempo, poiché i risultati finanziari sono stati, beh, mediocri per diversi anni. Con un enorme aumento del prezzo delle azioni a causa della mania della stampa 3D dei consumatori del 2014-15, il valore delle azioni è successivamente crollato ed è rimasto a un livello basso per molti anni.

La società non ha registrato profitti da un po ‘di tempo, con ogni trimestre che consuma più delle proprie riserve di cassa. Le loro riserve di liquidità stavano diminuendo al punto in cui si poteva prevedere una volta esaurite, se si continuasse con le loro pratiche a lungo termine.

La società ha appena pubblicato il bilancio del secondo trimestre 2020 e, come si potrebbe intuire, non è eccezionale. Certamente la pandemia ha avuto un effetto sulla loro attività in questo trimestre, come nel Q1 , ma non stavano nemmeno partendo da una posizione di forza.

Per questo trimestre, hanno annunciato una perdita di 38 milioni di dollari, in aumento di quasi il 60% rispetto alla perdita del secondo trimestre del 2019. In particolare, anche le entrate sono diminuite del 28% nel trimestre.

Ora, il nuovo CEO Jeffrey Graves ha annunciato un “nuovo focus strategico” e diverse altre mosse per correggere i problemi.

In primo luogo, ora devono concentrarsi esclusivamente sui mercati industriali e sanitari. Ciò consente all’azienda di liberarsi di asset e risorse che erano meno produttivi per le loro operazioni complessive. Come tale, Graves ha anche annunciato una riduzione del 20% della loro forza lavoro, probabilmente in aree non focalizzate su quei mercati.

Graves indica che questo potrebbe far risparmiare alla società fino a 100 milioni di dollari all’anno nel lungo periodo, il che ha senso e potrebbe aiutare a spingere l’azienda in una posizione redditizia per la prima volta da secoli.

L’altra mossa importante è apparentemente quella di affrontare la diminuzione delle riserve di cassa, che sono state lentamente consumate da anni di perdite. Il consiglio di amministrazione della società ha fornito l’approvazione per l’emissione di azioni fino a $ 150 milioni. A quanto ho capito, ciò significa che la società potrebbe vendere le proprie partecipazioni al pubblico. Ciò significa che ha un controllo minore sulla società – poiché i nuovi azionisti detengono quelle azioni vendute, ma questo è il prezzo per guadagnare $ 150 milioni che si spera siano sufficienti a portarli oltre la gobba in un mondo più economico del futuro.

Dopo anni di inattività, sembra che 3D Systems abbia finalmente messo in moto alcuni cambiamenti che potrebbero portare a una posizione molto più positiva, ed evidentemente ciò è accaduto a causa del nuovo CEO, Jeffrey Graves. Lui dice:

“Abbiamo una straordinaria opportunità in questo settore e sono entusiasta della passione, dell’ampiezza della tecnologia e delle eccezionali capacità all’interno della nostra azienda. Nei due mesi trascorsi da quando sono entrato a far parte di 3D Systems, ho tenuto molte recensioni e discussioni con i nostri dipendenti e clienti chiave per comprendere il valore che forniamo e i mercati che serviamo. Questo ci ha permesso di affermare uno scopo chiaro per la nostra azienda che va avanti, uno che si basa sulla nostra storia unica e sui nostri punti di forza, che ci guideranno verso un futuro entusiasmante: siamo i leader nell’abilitazione di soluzioni di produzione additiva per applicazioni in mercati in crescita che richiedono prodotti ad alta affidabilità. “

Be the first to comment on "3D Systems annuncia cambiamenti radicali e taglia il 20 per cento dei dipendenti"

Leave a comment