XtreeE annuncia una nuova struttura a Dubai

Stampa 3D in costruzione: Startup francese XtreeE annuncia una nuova struttura a Dubai

La startup francese XtreeE continua ad essere una presenza nel settore delle costruzioni con l’introduzione della stampa 3D su larga scala e ora una nuova unità produttiva a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. L’apertura di questo secondo sito segue le orme dello stabilimento XtreeE di Parigi, poiché la dinamica azienda avanza nella sua missione di creare una rete mondiale di oltre 50 unità di stampa 3D collegate entro il 2025. Il partner locale Concreative sarà responsabile delle operazioni presso l’impianto di Dubai durante l’utilizzo della tecnologia XtreeE.

Fondata nel 2015, XtreeE è nata da un progetto di ricerca collaborativa presso la Scuola di architettura Paris-Malaquais e la scuola di ingegneria Arts et Métiers ParisTech e la loro tecnologia è ora protetta da ben dieci brevetti internazionali, offrendo agli architetti gli strumenti per fabbricare geometrie complesse .

Con oltre 20 progetti alle spalle, XtreeE si rivolge a clienti e partner in termini di:

Elementi architettonici (pareti, colonne, pannelli di facciata)
Infrastruttura (reti idriche e di riscaldamento, torre di telecomunicazione, scogliere)
Arredamento interno ed esterno (panchine, sedie, scrivanie, vasi)
“L’ambizione di XtreeE è, soprattutto, ambientale. Attraverso queste innovazioni, è possibile costruire meglio e progettare nuovi prodotti che soddisfano le principali sfide di oggi e di domani. Mentre la stampa 3D consente di ridurre sia i costi che l’impatto complessivo dei processi di costruzione, rende anche possibile la produzione di oggetti piuttosto inaspettati, per ripristinare la biodiversità “, afferma Alban Mallet, CEO di XtreeE.

I progetti XtreeE includono:

Villaprint (per iniziare nel 2020) – in collaborazione con Plurial Novilia (gruppo Action Logement), società Coste Architectures e il gruppo di cemento Vicat, stanno costruendo cinque “case sociali” vicino a Reims, realizzate con la stampa 3D del cemento e la costruzione fuori sede. Il team di XtreeE sottolinea nel suo recente comunicato stampa che questo tipo di progetto di produzione è il primo in Francia e offre non solo una maggiore libertà di progettazione per gli architetti, ma anche altri vantaggi della stampa 3D come un minore utilizzo di materiali e l’ottimizzazione della produzione . Prevedono una riduzione fino al 70% della quantità di calcestruzzo utilizzato, insieme a un numero di ritardi di produzione sostanzialmente inferiore e una maggiore convenienza complessiva.
XReef – In un imponente e continuo progetto di ingegneria che coinvolge la stampa 3D su larga scala, XtreeE ha collaborato con Seaboost (Gruppo Egis) e Vicat per produrre “una nuova generazione di barriere coralline”, sommersa a maggio, destinata a fornire habitat per pesci, corallo e alghe.
St @ tion4D – collaborando con la ditta di costruzioni Razel-Bec, il gruppo pre-caster Saint-Léonard e lo studio di architettura Aconcept, XtreeE ha creato una panca portatile personalizzata che è stata testata nell’ambito del progetto della metropolitana di Grand Paris.

XtreeE è impegnata ad aumentare la produttività nel settore delle costruzioni, incoraggiando il progresso sociale e risparmiando risorse.

“Il calcestruzzo è il materiale più consumato dopo l’acqua. Con parti strutturalmente ottimizzate, posizionando il calcestruzzo giusto nel posto giusto, la stampa 3D offre la possibilità di ridurre il consumo di calcestruzzo nella costruzione fino al 70% “, afferma il team XtreeE nel recente comunicato stampa inviato a 3DPrint.com. “La produzione di cemento, il componente principale del calcestruzzo, genera l’8% delle emissioni globali di CO2”.

“La rimozione della cassaforma riduce anche i rifiuti di costruzione. Oggi XtreeE è attivo su più fronti, dai progetti di edilizia abitativa alle infrastrutture. Rimane ancora molto da fare per trasformare il settore delle costruzioni che deve soddisfare i requisiti di produttività, progresso sociale e risparmio di risorse “.

Dopo due round di finanziamento e capitali introdotti da altri investitori, XtreeE è stata in grado di creare un modello di business solido per il futuro. Nel 2020, progettano di implementare la propria piattaforma digitale ‘XtreeE Printing as a Service’, pensata per offrire interconnessione tra clienti e architetti, progettisti e ingegneri-e stampanti 3D.

XtreeE è attualmente in discussione per aprire altre due strutture in Asia.

Be the first to comment on "XtreeE annuncia una nuova struttura a Dubai"

Leave a comment