Voxeljet AG presenta il sistema HSS di sinterizzazione ad alta velocità sulla stampante VX200

Voxeljet presenta un nuovo processo di stampa 3D: La Sinterizzazione ad alta velocità per la produzione di componenti finali e non solo di prototipi.
Voxeljet AG, fornitore di stampanti 3D ad alta velocità e di grandi dimensioni, ha annunciato oggi il suo primo sistema di stampa 3D basato sul suo nuovo processo di sincronizzazione ad alta velocità (HSS). Finora le stampanti 3D dell’azienda sono state utilizzate principalmente per applicazioni di utensili e modelli, ma con la HSS Voxeljet entrerà nel mercato della termoplastica con la capacità di produrre direttamente prodotti di consumo finale.

La base per la HSS è la stessa della tecnologia nucleare di voxeljet, il getto . Questo nuovo processo prevede il deposito di uno strato sottile di polvere polimerica, ad esempio PA12 o TPU, dopo di che una testina a getto d’inchiostro deposita selettivamente un fluido ad assorbimento infrarosso direttamente sulla superficie della polvere dove è desiderata la sinterizzazione. Nessun ulteriore liquido viene utilizzato per il processo di stampa, che mantiene i costi di consumo al minimo. L’area di costruzione viene poi illuminata con la luce a infrarossi, in modo che il fluido stampato assorba questa energia e poi si sciolga sigillando la polvere sottostante. Questo processo viene ripetuto strato dopo strato finché la costruzione non è completa per formare parti funzionali in plastica. Il processo è stato inizialmente sviluppato dal Prof. Neil Hopkinson ed è concesso in licenza a voxeljet da Evonik e Loughborough University.

Dr. Ingo Ederer, direttore generale di voxeljet, ha commentato: “Il nostro nuovo processo di sinterizzazione ad alta velocità verrà inizialmente lanciato sulla nostra piattaforma VX200. Con questo, siamo orgogliosi di offrire ai nostri clienti una grande flessibilità nei processi e nei parametri di macchina, in quanto entrambi possono essere personalizzati dai nostri clienti alle loro specifiche esigenze. Offriamo l’opzione  open source per i materiali, in quanto i nostri clienti possono scegliere diversi servizi di test e validazione da voxeljet. ProPrint, il nostro nuovo e modulare software di stampa, è disponibile in un kit di sviluppo completo per l’accesso, che consente di ottimizzare le possibilità di personalizzazione. La disponibilità e l’applicazione di una vasta gamma di materiali termoplastici stampabili 3D, inclusi gli elastomeri, rende questa linea di prodotto ideale per fornitori di materiale, università e altre istituzioni “.

Secondo l’azienda, il nuovo processo HSS consente la stampa di parti con proprietà e qualità simili a Sinterazione laser selettiva, Multi Jet Fusion o stampaggio ad iniezione. Gli utenti possono produrre prototipi versatili e completamente funzionali, quali staffe, alloggiamenti e altre parti funzionali. In combinazione con un’eccellente qualità della superficie, bordi nitidi e chiari, nonché una risoluzione adatta a particolari, le parti 3D stampate con tecnologia HSS possono essere utilizzate direttamente per applicazioni funzionali in attrezzature automobilistiche, industriali e anche di beni di consumo.

Christian Traeger, direttore Sales & Marketing, aggiunge che “le stampanti industriali di voxeljet consentono risoluzioni di stampa di alta qualità con tempi di strato costanti non importa ciò che viene stampato. A causa delle ampie larghezze di stampa delle nostre testine di stampa, in futuro vediamo un elevato potenziale per aumentare i tassi di stampa su piattaforme più grandi, rendendo questo processo ancora più produttivo rispetto ad altri processi di produzione di additivi “.

Voxeljet inaugurerà formalmente la sua High Speed ​​Sintering e la stampante VX200 3D a novembre alla fiera Formnext a Francoforte, in Germania, che si svolgerà dal 14 al 18 novembre 2017.

Be the first to comment on "Voxeljet AG presenta il sistema HSS di sinterizzazione ad alta velocità sulla stampante VX200"

Leave a comment