Volkswagen Design Contest il Bulli anni ’60 da reinventare

Volkswagen Design Contest ti chiede di progettare parti stampate in 3D per il Buzz ID VW

Volkswagen è uno dei principali gruppi automobilistici del mondo. La compagnia che fa di tutto, dalla Bugatti Chiron alla Polo con l’Audi RS6 e Seat Ibiza in mezzo. Negli ultimi anni, Volkswagen ha una lunga collaborazione con altri gruppi tedeschi BWM e Mercedes. Daimler ha assunto un ruolo guida nell’uso della stampa 3D nella produzione lungo tutta la catena di fornitura.  Grazie alla loro vicinanza ai cluster di innovazione della stampa 3D tedeschi, svedesi e olandesi e alla stretta associazione con i frenesia degli istituti di innovazione di Frauenhofer, le case automobilistiche tedesche sono avanti di anni luce rispetto alle controparti giapponesi, coreane e americane. Parzialmente un vantaggio della vicinanza e anche un uso di vecchia data della stampa 3D nelle corse automobilistiche, i tedeschi hanno investito milioni nella valutazione e nel supporto delle varie tecnologie di stampa 3D di metalli e polimeri. Di recente BMW, Il Mini Brand di BMW e altri si stanno facendo strada nel sostenere pubblicamente che producono parti di uso finale usando la stampa 3D. Sulla base della mia ricerca, tuttavia, potrebbe essere la casa di Bug and Golf che potrebbe essere la più lontana insieme alla stampa 3D. Non solo in officina, ma secondo la mia valutazione la Volkswagen è la più lontana e ha la maggiore esperienza nella realizzazione di componenti di uso finale sull’auto. Grazie al successo considerevole delle case automobilistiche con la stampa 3D nelle competizioni automobilistiche e all’interno del mondo segreto della prototipazione delle auto, il successo della stampa 3D è stato più oscuro che all’aperto. Nella maggior parte del mondo, vediamo le persone che fingono di pretendere troppo e spesso mentono direttamente per far sembrare che abbiano più capacità di loro. Queste bugie sono particolarmente vere nella stampa e nella stampa di oggetti in casa, dove la stampa in casa è quasi una finzione e una parte più sana della bioprinting è eccessivamente ottimistica. Nel settore automobilistico vediamo il contrario in cui le persone che non hanno conoscenze rivendicano molto e gli abili sono in modi reali che alludono a capacità indefinite. Credo che sarà una grande sorpresa per molti apprendere nei prossimi anni quante decine di migliaia di parti sono già state prodotte per autovetture, camion e furgoni.

Questo è il motivo per cui ero così entusiasta di essere contattato per la Volkswagen Challenge, in base al quale la compagnia automobilistica sta progettando il crowdsourcing per la nuova Volkswagen Buzz . Stampa la tua sfida Buzz significa che l’azienda sta sollecitando idee su parti del Buzz Volkswagen . Nel brief la compagnia afferma che:

L’industria automobilistica ha identificato la stampa 3D come una delle principali tecnologie dirompenti che utilizza entrambi questi fattori chiave per la futura progettazione di prodotti e processi. La stampa 3D ha aperto una serie di nuove possibilità in termini di innovazione di prodotto. Permette la realizzazione di nuovi modelli di auto, basati sulla biomimetica / geometrie bioniche, rendendo le strutture più leggere e migliorando l’integrazione funzionale dei componenti della vettura (l’implementazione di un numero elevato di funzioni nel minor numero possibile di parti).

In secondo luogo, la stampa 3D rivoluziona l’innovazione di processo in quanto consente la personalizzazione: la produzione può essere personalizzata per i singoli clienti e le parti possono essere prodotte in tutto il mondo, ovunque sia disponibile l’infrastruttura di stampa 3D.

L’ID Buzz di Volkswagen è un minivan elettrico, mostrato per la prima volta come prototipo al North American International Show 2017. Un veicolo pronto per il mercato basato su questo prototipo è previsto per il lancio nel 2022. Sulla base del potenziale della tecnologia 3D, VW ti sfida a creare idee per gli elementi interni ed esterni integrati e personalizzabili 3D stampati e / o funzionali di VW ID Buzz che creano valore aggiunto per il cliente attraverso funzionalità, estetica e / o comfort.

Stanno cercando progetti che possano avere qualsiasi valore aggiungendo l’idea che nel primo stadio può essere un rendering ma nel secondo stadio dovrà essere stampato in 3D.

L’obiettivo del progetto è generare idee stampabili 3D per i prodotti che si adattano al Buzz ID VWche creeranno un valore aggiunto per il cliente attraverso  funzionalità, estetica, comfort e / o personalizzazione.

Le idee dovrebbero provenire da una prospettiva incentrata sul cliente. Dovrebbero essere basati sulle possibili esigenze dei clienti e offrire risposte rispettive, aggiungendo così valore all’esperienza dei clienti del Buzz ID VW. Le idee possono coprire l’interno, così come l’esterno del Buzz ID. Possono essere suggerite anche idee in aree non visibili che potrebbero migliorare l’esperienza del cliente.
E

1) Creare un’idea di prodotto che crei valore aggiunto per il cliente attraverso:

Estetica: la tua idea offre un valore aggiunto estetico per il cliente, ad es. Personalizzazione / personalizzazione.
Comfort / Ergonomia: la tua idea aumenta il comfort per uno o tutti i passeggeri.
Funzione: la tua idea offre una funzione nuova o estesa con un effetto per uno o tutti i passeggeri.
Sostenibilità: la tua idea utilizza i vantaggi di produzione della stampa 3D per essere materiali, energetici ed economici. Potrebbe migliorare la sostenibilità su altri livelli (comportamento dell’utente, riparabilità …?)
Personalizzazione: la tua idea è un elemento che un cliente può personalizzare completamente o in una certa misura.
Modularità: la tua idea può essere utilizzata per variare facilmente un determinato elemento nell’ID Buzz come la console centrale.
2) La tua idea di prodotto sfrutta i vantaggi della tecnologia di stampa 3D. Pensa al motivo per cui il tuo prodotto dovrebbe / deve essere prodotto mediante la stampa 3D e non attraverso i canali e i metodi di produzione tradizionali.
E la frase assolutamente bella, “Non andare troppo futuristico quando pensi ai bisogni. Se pensate a potenziali esigenze future dei clienti, dovrebbero basarsi su tendenze esistenti, come il car sharing, la guida autonoma e non sulle macchine volanti. “Tutto sommato, un incredibile riassunto per una straordinaria sfida. I partecipanti possono vincere un totale di 27.300 euro ma come studente di design configurerei totalmente un compito in classe in modo da poterlo fare per classe e anche questa sfida in questo modo non mi limiterò a costi marginali per completare il mio incarico e arrivare a entrare in questa competizione potenzialmente molto prestigiosa che potrebbe farmi stampare parti 3D per il Buzz ID Volkswagen .

Be the first to comment on "Volkswagen Design Contest il Bulli anni ’60 da reinventare"

Leave a comment