Vocktail il bicchiere stampato in 3d che trasforma l’acqua in vino o in un cocktail

Il bicchiere da cocktail virtuale stampato in 3D trasforma l’acqua in vino

In vacanza il cibo e le bevande  scorrono liberamente per festeggiare. Ma per quelli di noi che vogliono perdere qualche chilo o non far soffrire troppo il portafoglio, il periodo vacanziero  può presentare un problema: come entrare nello spirito festivo, senza spendere troppo esenza allargare la cintura.

Un gruppo di ricercatori di Singapore potrebbe avere trovato la soluzione . Sviluppato dalla Connective Ubiquitous Technology for Embodiment Center dell’Università Nazionale di Singapore, il “Vocktail” è un bicchiere da cocktail virtuale che può trasformare l’acqua in vino, almeno per quanto riguarda i vostri sensi.

Il finto vetro martini riposa in una struttura stampata in 3D che contiene tre cartucce di profumo e tre pompe d’aria in miniatura che, una volta attivate, rilasciano speciali “molecole di odore” che alterano efficacemente la percezione del sapore da parte del bevitore. Se il bevitore desidera il vino, il dispositivo può rilasciare un profumo fruttato; se si preferisce la limonata, viene emesso un profumo di limone e così via. I LED incorporati possono anche lampeggiare i colori scelti dal bevitore, sia per aiutare a simulare una bevanda specifica, sia semplicemente per migliorare la percezione del gusto. La ricerca suggerisce che il rosso può essere associato all’amarezza, al verde con salsedine e al blu con acidità. Le possibilità sono praticamente infinite, con un’enfasi sul virtuale.

“Siamo interessati alla realtà virtuale in generale – come possiamo introdurre bevande virtuali e come aumentare i sapori esistenti delle bevande”, ha detto a Straitstimes la ricercatrice capo Nimesha Ranasinghe .

Ciò significa pensare oltre le fragranze e i colori, e in effetti influenzare la chimica del sapore. Il Vocktail presenta due strisce di elettrodi lungo il suo bordo, progettate per inviare impulsi elettrici quando sono in contatto con la lingua del bevitore per simulare diverse reazioni del gusto. 180 microampere possono ottenere un sapore aspro, ad esempio, mentre 80 microampere attiveranno una sensazione di gusto amaro.

La cosa migliore è che l’intera piattaforma può essere controllata da un’app mobile configurata da Bluetooth, quindi non è necessario utilizzare le dita appiccicose.

Successivamente, Ranasinghe e il suo team pianificano di simulare la sensazione di bevande gassate o gassate, così come la loro consistenza percepita. “Vogliamo creare un’esperienza più realistica per gli utenti”, ha affermato. Andando avanti, il team di Singapore è anche interessato a lavorare con la popolazione geriatrica e a quella con restrizioni dietetiche.

Per ora, Ranasinghe è in trattative con aziende interessate alla produzione in serie del Vocktail.

Be the first to comment on "Vocktail il bicchiere stampato in 3d che trasforma l’acqua in vino o in un cocktail"

Leave a comment