Victrex collabora con l’Università di Exeter per sviluppare materiali di stampa 3D PAEK di prossima generazione

Secondo il Rapporto annuale mondiale sullo stato di avanzamento della produzione additiva di Wohlers Associates, Inc., la produzione additiva di quest’anno è cresciuta del ~ 21% lo scorso anno, poiché l’industria continua a creare e sviluppare i materiali e la tecnologia per supportarla. Polyaryletherketone (PAEK) è il nome di una famiglia di materiali termoplastici ad alte prestazioni che include il polietereterchetone (PEEK) e fino a poco tempo fa veniva utilizzato principalmente nelle tecnologie di produzione come lo stampaggio a iniezione e la lavorazione; un altro materiale promettente è il polieterchetoneketone o il PEKK.

All’inizio di questa estate, il fornitore di materiali britannico  Victrex  , specializzato in materiali ad alte prestazioni e ad alta temperatura, ha annunciato di aver sviluppato nuovi materiali di stampa 3D PAEK . Ora, la società sta collaborando con l’ Università di Exeter per sviluppare più polimeri e compositi PAEK di nuova generazione.

“Victrex intende contribuire a superare gli ostacoli all’adozione e realizzare il pieno potenziale delle parti basate su PAEK / PEEK prodotte utilizzando la tecnologia AM. Per aprire la supply chain di AM, dobbiamo continuare a lavorare insieme per sviluppare un ecosistema in grado di soddisfare le esigenze del settore non soddisfatte e accelerare l’adozione di PAEK / PEEK per le tecnologie AM “, ha affermato Ian Smith, Marketing Director di Victrex. “Questa collaborazione con l’Università di Exeter è una parte degli sforzi di Victrex per costruire quell’ecosistema.”
Guidati da Victrex R & D e dal Center for Additive Layer Manufacturing ( CALM ) dell’università , i due hanno siglato una partnership strategica per sviluppare materiali PAEK, mentre lavorano, secondo Victrex , per migliorare “le prestazioni dei processi AM sottostanti”.

“Siamo entusiasti di iniziare questa partnership e continuare il nostro lavoro di ricerca e sviluppo sullo sviluppo di materiali ad alte prestazioni e processi AM per le esigenze e le applicazioni attuali e future”, ha affermato il professor Oana Ghita, leader di CALM presso l’Università di Exeter. “I nuovi materiali basati su polimeri PAEK offriranno a progettisti e sviluppatori l’opportunità di utilizzare i polimeri più performanti all’interno dei processi AM e di contribuire a trasformare questo sogno in realtà, trasformando AM in uno strumento di produzione ad alte prestazioni”.
CALM, specializzata nell’uso di polimeri ad alte temperature e alte prestazioni e materiali compositi di stampa 3D, fornisce supporto tecnico e ricerca indipendente per il mondo accademico e industriale per lo sviluppo di materiali AM di prossima generazione per l’ingegneria. In realtà, ha iniziato a collaborare con Victrex in un consorzio, con finanziamenti da Innovate UK , per portare avanti attività di ricerca e sviluppo per il progresso delle tecnologie di stampa 3D, con particolare attenzione ai materiali compositi a temperatura elevata come PAEK per applicazioni aerospaziali stampate in 3D.

L’aerospaziale è una delle due principali industrie che, secondo la Victrex, trarranno particolare beneficio dai suoi sforzi durante la fase iniziale di adozione. I materiali di stampa 3D PAEK e PEEK consentono di consolidare più parti in un unico progetto, oltre alla produzione di nuovi progetti di parti troppo difficili da lavorare. In termini di settore medico, la stampa 3D PAEK consentirà di realizzare dispositivi medici per la produzione di impianti specifici per paziente.

Staffa dimostrativa stampata in 3D con resina PAEK
Migliorando le tecnologie per la stampa 3D dei materiali Victrex PAEK, i progettisti possono usufruire di una vasta gamma di nuove possibilità. Alcuni dei potenziali benefici dell’utilizzo dei polimeri PAEK per la stampa 3D includono la progettazione digitale e la fabbricazione di parti per la prototipazione rapida, una maggiore libertà di progettazione per gli ingegneri che desiderano utilizzare la tecnologia in applicazioni ad alte prestazioni e un risparmio economico, grazie a un migliore utilizzo dei materiali fusione dei filamenti, diminuzione degli scarti di lavorazione e migliori tassi di aggiornamento nella stampa 3D con letto a polvere. Inoltre, le soluzioni di stampa 3D con prestazioni più elevate possono rendere possibile la produzione di componenti PAEK complessi e personalizzati.

Be the first to comment on "Victrex collabora con l’Università di Exeter per sviluppare materiali di stampa 3D PAEK di prossima generazione"

Leave a comment