VELO3D si assicura il più grande ordine di sempre 20 milioni di dollari da una azienda aerospaziale

I titoli economici di tutto il mondo, durante questa pandemia, sono stati costantemente cupi e un settore che è stato colpito in modo particolarmente duro è quello aerospaziale.

Domenica il Guardian Newspaper ha riferito che i produttori aerospaziali nel Regno Unito stavano facendo pressioni sul governo per portare avanti le spese per la difesa al fine di colmare il divario formato da un calo significativo degli ordini.

Inoltre, il CEO di Airbus, in una comunicazione di aprile al personale, ha dichiarato che la società “sta sanguinando denaro” e che “l’industria aeronautica emergerà in questo nuovo mondo molto più debole e più vulnerabile di quanto ci siamo entrati”.

La flessione della produzione aerospaziale è una preoccupazione per l’industria della produzione additiva (AM), che vede il settore come la sua priorità numero uno in particolare quelli coinvolti nella AM metallica.

È una bella sorpresa vedere VELO3D annunciare oggi di aver ricevuto un ordine di $ 20 milioni per le sue stampanti AM metalliche da un cliente aerospaziale esistente. Questo ordine è il più grande fino ad oggi per VELO3D dal loro lancio commerciale a settembre 2018.

“Questo importante ordine conferma che il processo SupportFree di VELO3D è pronto per la produzione”, ha affermato Benny Buller, fondatore e CEO di VELO3D. “I nostri recenti successi in vari settori industriali mostrano che molti OEM e produttori di contratti stanno adattando la loro catena di approvvigionamento per soddisfare le esigenze di produzione di componenti mission-critical. Libertà di progettazione, produzione agile e garanzia di qualità sono requisiti che VELO3D è posizionato in modo univoco per soddisfare ”.

VELO3D, recentemente apparso sulla copertina dell’edizione nordamericana di TCT e promuove il suo processo SupportFree brevettato come qualcosa di rivoluzionario per il metal AM. Il processo, secondo VELO3D, riduce la considerazione delle strutture di supporto per passaggi complessi, sporgenze poco profonde e angoli bassi.

Sebbene VELO3D non abbia nominato ufficialmente il cliente coinvolto nell’impegno, uno dei suoi clienti più importanti nel settore aerospaziale è Boom Supersonic. Nel giugno 2019 , Mike Jagemann, responsabile della produzione dell’aereo dimostratore XB-1 ha commentato l’utilizzo della tecnologia da parte di Boom Supersonic:

“I viaggi aerei ad alta velocità si basano su una tecnologia che si è dimostrata sicura, affidabile ed efficiente e, collaborando con VELO3D, ci stiamo allineando con un leader nella produzione additiva che stamperà l’hardware di volo per XB-1. VELO3D ci ha aiutato a comprendere le capacità e i limiti della produzione di additivi metallici e l’impatto positivo che potrebbe avere sul nostro velivolo supersonico. Non vediamo l’ora di condividere i dettagli sullo sviluppo del velivolo e sul miglioramento delle prestazioni del sistema quando XB-1 prenderà il volo. “

La notizia del contratto arriva dopo altre buone notizie della scorsa settimana da VELO3D riguardanti il ​​completamento di un round di raccolta fondi da $ 40 milioni, portando ad oggi la raccolta fondi totale a $ 150 milioni.

Sebbene l’industria aerospaziale sia pronta per un periodo di difficoltà, forse la catena di produzione più snella che sfrutta i vantaggi promessi di AM (consolidamento dei componenti, riduzione dei tempi di consegna, alleggerimento, ecc.) Può effettivamente accelerare gli investimenti nella tecnologia.

Be the first to comment on "VELO3D si assicura il più grande ordine di sempre 20 milioni di dollari da una azienda aerospaziale"

Leave a comment