Vanguard 3d la stampante portatile semovente di Will Nicholson uno studente neozelandese

Lo studente di design Will Nicholson ha completato il suo ultimo anno di studi universitari in Disegno Industriale presso la Scuola di Design Massey a Wellington in Nuova Zelanda, con una tesi e una Vanguard 3D 04creazione  di alta tecnologia. Non abbiamo idea cosa abbiano presentati i compagni di corso  di design industriale per i loro progetti finali, ma  la creazione di Nicholson premiata che  alla fine è una stampante 3D portatile, lo pone certamente al top della categoria.

“Progettare per me”, dice Nicholson, “è come una necessità. Cresce al punto in cui   occupa la mia mente giorno e notte. Per me la soluzione ideale sta nella semplicità e nelll’attenzione al dettaglio. ”

A Nicholson il Vanguard 3D, gli ha fatto vincere una spilla d’oro come uno dei migliori prodotti di design  della Nuova Zelanda nel 2014 , e la classificazione nei top cinque  nazionali e top 20 internazionali nel  James Dyson Design Award 2014.

Il Vanguard 3D non è solo un ingegnoso oggetto a basso budget . Nella concezione, nell’apparenza, e nella funzione è sicuramente più  il prodotto di un settore innovatore all’avanguardia e non solo un progetto di design di uno studente universitario.

Il Vanguard 3D utilizza una complicata tecnologia di stampa 3D per facilitare una vasta gamma di applicazioni di design adattabili e a suo modo, è un dispositivo multi-funzione. Questa stampante 3D portatile utilizza una matrice di schiuma e cemento ad espansione per stampare strutture tridimensionali e può essere programmato per adattarsi ad ambienti difficili. Perché può essere controllato da remoto ed è progettato per navigare su terreni accidentati, il Vanguard 3D potrebbe essere utilizzato in siti di difficile accesso.

La Stampante 3D portatile di Nicholson non è  una normale stampante 3D da scrivania con qualsiasi mezzo. Il Vanguard 3D, che sembra qualcosa di simile a un complicato aspirapolvere, dispone di due unità. La prima è l’unità di stampa attuale. Esso sorveglia l’estrusione del materiale di stampa – il cemento e la schiuma in espansione. La seconda è il gruppo pompa, che contiene la sorgente di alimentazione e l’alimentazione del materiale.

L’ unità di stampa contiene un serbatoio di cemento in cui   avviene l’estrusione di cemento controllata con precisione . Al fine di prevenire la polimerizzazione prematura del cemento, Nicholson ha inserito  una coclea di miscelazione interna nel serbatoio cemento. La testa di estrusione comprende un totale di tre ugelli. I due esterni ugelli estrudere la schiuma e l’ugello centrale estrude il cemento. L’adattabilità del Vanguard 3D consente di regolare la distanza tra gli ugelli della testa di estrusione in modo che sia possibile modificare la larghezza di stampa. È importante sottolineare che l’estrusione del cemento dall’ugello di centro è ritardato di un livello in modo che la schiuma in espansione sia  meglio distribuita.

La pompa del Vanguard 3D controlla il sistema di calcolo  grazie ad un generatore elettrico e offre spazio di accumulo  per i pezzi di espansione nei serbatoi di schiuma. Essa contiene anche il sistema di pompa di cemento, che contribuisce a ridurre il peso dell’unità di stampa. Questo assicura la stabilità, la precisione e l’efficienza con l’unità di stampa. Il gruppo pompa è posto  vicino dietro l’unità di stampa sui cingoli in gomma .

Il Vanguard 3d di Nicholson è in mostra sul sito web del James Dyson Award e ha anche condiviso le immagini e una discussione del suo processo su Behance. Immaginiamo che questo  giovane innovatore sta già facendo una certa impressione  nel mondo  3D  non dovrà andare a bussare a molte quando inizierà a cercare un lavoro.

Be the first to comment on "Vanguard 3d la stampante portatile semovente di Will Nicholson uno studente neozelandese"

Leave a comment