Una tibia stampata in 3d per una ragazza di 18 anni indiana

18 anni in India riceve un impianto Shinbone con stampa 3D

La tibia, che è la parte frontale delle due ossa della gamba sotto il ginocchio, viene anche chiamata tibia o stinco e collega il ginocchio alle ossa della caviglia. Accanto al femore, è il secondo osso più grande del corpo e poiché le gambe supportano il resto del corpo, le ossa delle gambe sono le nostre ossa lunghe più forti. Quindi, quando sorge un problema medico correlato alla tibia, vuoi farlo riparare velocemente.

Recentemente, una ragazza di 18 anni in India ha ricevuto un impianto in titanio stampato a forma di disco per riparare la sua tibia. La ricerca ha dimostrato che la tecnologia 3D può fare una differenza positiva quando si tratta di pianificare e riparare lesioni tibiali , e mentre abbiamo già visto una tibia stampata in 3D prima, questa giovane donna è stata la prima persona nello stato del Karnataka, situata nella regione sud-occidentale dell’India, per ricevere uno stinco stampato in 3D.

Il dott. Deepak Shivarathre, capo dell’ortooncologia presso l’ospedale di Hosmat, ha spiegato: “La donna è venuta in ospedale il 12 maggio con un tumore al ginocchio”.

Nella realizzazione di impianti medici tradizionali, i medici spesso fabbricano innesti ossei utilizzando un impianto importato e pronto all’uso, o addirittura ne realizzano uno dalla cartilagine di un cadavere. Ma poiché questi non sono dispositivi specifici del paziente, mancano di personalizzazione, il che significa che non si adattano perfettamente, causando così un processo di guarigione più lungo.

Ecco perché i chirurghi dell’ospedale di Hosmat hanno contattato l’ufficio di servizio di stampa 3D di Peenya, in India, Supercraft3D , che ha sede a Singapore e si concentra su applicazioni nel settore sanitario e medico.

“Attualmente la società si concentra sulla fornitura di modelli medici per una varietà di utenti finali come chirurghi, istituti scolastici, pazienti sottoposti a procedure CMF, centri diagnostici tra gli altri, che aiuta nella pianificazione precisa delle procedure chirurgiche”, afferma il sito Web di Supercraft3D.

” La società è ampiamente coinvolta con le istituzioni mediche di Singapore e dell’India nell’esplorazione di nuovi materiali che potrebbero imitare le caratteristiche dei tessuti e della carne per superare i limiti dell’attuale apprendimento basato sul cadavere. Inoltre, collaboriamo con alcune delle istituzioni riconosciute a livello globale nella stampa 3D in metallo per impianti e dispositivi medici approvati dalle normative. “

Supercraft3D ha fabbricato un modello medico dello stinco per scopi di pianificazione pre-chirurgica, nonché l’impianto di titanio, che è costato Rs 30.000 ($ 398 USD). Sono state impiegate circa 40 ore di tempo per la stampa 3D per completare sia il modello di impianto che quello di tibia. Il dott. Shivarathre ha affermato che l’impianto presenta contorni porosi ed è stato stampato in 3D per adattarsi perfettamente ai contorni del paziente adolescente:

“Una parte della tibia è stata persa a causa del tumore ed è stata sostituita dall’impianto in titanio stampato in 3D. Ciò è stato supportato anche da un impianto in metallo titanio stampato 3d di 7 cm. “

Il modello di stinco stampato in 3D è stato importante per aiutare i chirurghi dell’ospedale di Hosmat a comprendere meglio l’anatomia specifica del paziente; in particolare, il tumore le aveva lasciato un buco nel ginocchio e l’impianto stampato in 3D era stato adattato in modo da riempire completamente il buco.

“Abbiamo effettuato l’intervento chirurgico il 19 maggio per riparare il disco di titanio stampato in 3D nella tibia per supportare la cartilagine nativa dell’articolazione del ginocchio”, ha affermato il dott. Shivarathre. “La ricostruzione non sarebbe meccanicamente forte o affidabile nell’innesto osseo tradizionale di cadaveri o dell’osso del paziente.”

I chirurghi hanno scelto di seguire il percorso stampato in 3D perché non sarebbero stati in grado di personalizzare una versione standard per adattarsi al ginocchio di questo specifico paziente. Tuttavia, sono anche rapidi nel dichiarare che la tecnologia non dovrebbe essere utilizzata in ogni caso.

“Ma gli impianti 3D non sono per i casi di routine. È solo per casi complessi in cui gli impianti standard non sono in grado di soddisfare le esigenze del paziente “, ha osservato il dott. Shivarathre.

Be the first to comment on "Una tibia stampata in 3d per una ragazza di 18 anni indiana"

Leave a comment