Una panoramica decisiva sulla stampa in 3d nei prodotti farmaceutici

I ricercatori riconoscono il potere trasformativo dei farmaci stampati in 3D

Gli autori Ghadge Snehal, Aloorkar Nagesh e Sudake Suresh del Satara College of Pharmacy esplorano la stampa 3D dei farmaci e le possibilità per il futuro in ” Una panoramica decisiva sulla stampa tridimensionale nei prodotti farmaceutici “.

I ricercatori si rendono conto dell’enorme impatto che la stampa 3D sta avendo in tutto il mondo, offrendo una potenza davvero infinita per l’innovazione, con un’enorme attenzione per il settore medico e le industrie circostanti come i prodotti farmaceutici. Accessibilità e convenienza per tutti significa che i progressi continueranno ad accelerare, con la possibilità per i pazienti di eseguire persino la propria distribuzione di medicinali un giorno.

L’approvazione della FDA di Spritam® nel 2015 è stato un momento decisivo , non solo per i prodotti farmaceutici ma anche per le tecnologie progressive come la stampa 3D:

“Il prodotto Aprecia, chiamato ZipDose, è costituito da strati su strati di polveri del farmaco legati insieme da goccioline di liquido”, spiegano i ricercatori, che vedono tali approvazioni e accettazione con la stampa 3D come solo l’inizio di tali processi.

La stampa 3D non solo è in grado di offrire un approccio più autosufficiente alla medicina manifatturiera, ma è in grado di fabbricare farmaci in geometrie complesse quando necessario, con accuratezza, precisione, dosaggi specifici per il paziente e incredibile accessibilità rispetto ai costi attuali. Gli autori si aspettano che tali benefici si manifestino nel complesso in una trasformazione dell’industria farmaceutica che offre l’adempimento di farmaci su richiesta che è personalizzato proprio per il paziente e che elimina i problemi con la spesa proibitiva dal punto di vista dei costi di molte persone. Si aspettano che i bambini traggano il massimo beneficio da tale tecnologia.

Modellazione di deposizioni fuse

Attualmente, i materiali e la formulazione di caplet rappresentano le maggiori sfide, ma il team di ricerca e gli altri prima di loro vedono la promessa con la stampa 3D FDM e la tecnologia SLA 3DP nella creazione di pillole con funzionalità a rilascio prolungato:

“In futuro questa tecnologia potrebbe diventare una tecnologia di produzione per l’elaborazione di forme di dosaggio orali, per la produzione industriale o anche per dose personalizzata”, affermano i ricercatori.

Principio di stereolitografia

Mentre altre tecniche sono state create da ricercatori e sviluppatori in tutto il mondo, la produzione sta diventando molto più sofisticata nel suo insieme, specialmente con nuove formulazioni di:

Medicine su scala nanometrica
Particelle biomimetiche
Liposomi funzionalizzati
“Il 3DP nell’industria farmaceutica rappresenta uno strumento ben progettato per progettare sistemi di somministrazione di farmaci semplici, precisi, economici, strutturati e su misura”, concludono gli autori. “Questa flessibilità può offrire molti nuovi approcci strategici per la ricerca e lo sviluppo di sistemi di rilascio di farmaci a rilascio controllato.

“Con così tanto interesse e ricerca trovati negli ultimi anni, la stampa 3D in farmacia ha raggiunto un ritmo impressionante di sviluppo e promette grandi progressi in futuro.”

Be the first to comment on "Una panoramica decisiva sulla stampa in 3d nei prodotti farmaceutici"

Leave a comment