Una bimba di 13 mesi con una trachea esofago stampata in 3d in Pennsylvania,

Pennsylvania: i medici ricostruiscono le vie aeree di una bimba di 13 mesi con la stecca impiantata con stampa 3D

Una bambina della Susquehanna Valley, PA, ha lasciato l’ospedale pediatrico Penn State Hershey dopo aver trascorso i suoi primi 13 mesi lì. L’innovazione della stampa 3D ha giocato un ruolo importante nella guarigione di Ramiah Martin, nato senza trachea e con un esofago formato in modo improprio. Questa condizione di salute è estremamente rara e, in molti casi, fatale. Il pensiero pieno di risorse e l’uso della tecnologia progressiva hanno aiutato a mandare a casa Ramiah.
Grazie alla stampa 3D, i medici e i chirurghi di Ramiah sono stati in grado di venire in soccorso e seguire la sua eventuale uscita. In primo luogo, tuttavia, era necessaria un’analisi approfondita delle sue condizioni mediche. La stampa 3D è entrata nella foto quando aveva solo quattro mesi, quando i professionisti del settore medico hanno fabbricato un modello chirurgico del suo passaggio esofageo per una migliore comprensione della sua condizione.

Questo li ha portati al prossimo e ancora più importante passo in quanto sono stati in grado di creare una trachea dal suo esofago, e quindi rafforzare ulteriormente con un piccolo pezzo stampato in plastica 3D.
“Sapevamo di avere una possibilità per occuparci di questo problema”, ha detto il dottor Anthony Tsai, dell’ospedale pediatrico Penn State, in un’intervista al WGAL 8 .

La rara condizione di Ramiah è nota come agenesia tracheale . I trattamenti erano complessi, ei genitori di Ramiah bambino dovevano affrontare decisioni difficili considerando il consueto esito dell’agenesia tracheale e la dedizione necessaria per tenerla in vita.

Una rivista in Pennsylvania, The Express , afferma che i medici di Ramiah hanno studiato a fondo le sue condizioni, ricercando le informazioni pubblicate disponibili da soli 11 casi. Altri tre bambini nacquero con la condizione in quel periodo, e nessuno sopravvisse. Ovviamente, la prognosi e la prospettiva sulla salute erano gravi, sebbene ci sia anche un bambino di quattro anni nel Wisconsin che attualmente vive con questa condizione.

“Volevo fare tutto il possibile per dare a mia figlia una possibilità”, ha detto il padre, Robert Martin.

Il Penn State Center for Medical Innovation è stato molto coinvolto nel caso di Ramiah, insieme a professionisti del settore medico che coprono numerosi dipartimenti dell’ospedale principale. Mentre fanno riferimento allo stato attuale di Ramia come “incerto” (richiederà ulteriori interventi chirurgici insieme al monitoraggio di una condizione di salute), i medici sono ottimisti sul fatto che questo tipo di procedura innovativa darà successo agli interventi chirurgici per altri pazienti nati con agenesia tracheale. Sebbene Ramiah sia a casa con un attacco di ventilazione per aiutarla a respirare, è felice e vigile e si aspetta che si divertirà presto con le sue tre sorelle.
Abbiamo seguito la creazione di tanti diversi strumenti medici stampati in 3D nel corso degli anni, trionfando in quanto a molti pazienti più giovani è stata concessa una migliore qualità di vita poiché gli innovatori premurosi stanno cercando modi per rimodellare i palati , fabbricare una varietà di impianti e creare sorprendenti funzionalità con l’aiuto di altri dispositivi come le protesi multi-sfaccettate . Scopri di più su Ramiah e le sue condizioni in questo video .

Be the first to comment on "Una bimba di 13 mesi con una trachea esofago stampata in 3d in Pennsylvania,"

Leave a comment