Un team di Forge Lab all’avanguardia di GE Research ha sviluppato una rete di blockchain super sicura per la produzione additiva

Progettato per gestire e proteggere le transazioni di stampa 3D dalla fornitura di polvere fino al prodotto finito, questo sistema crittografa i dati in modo tale da resistere all’attacco dei computer quantistici.

Benjamin Beckmann, leader Blockchain di GE Research, spiega: “La dimostrazione di Blockchain for Additive è un eccellente caso d’uso per costruire il nostro blockchain framework.”

“SIAMO IN GRADO DI CREARE RETI CHE CONSENTONO IL CONTROLLO A GRANA FINE DI FLUSSI DI MATERIALI, DATI, PROPRIETÀ INTELLETTUALE E IDENTITÀ LUNGO L’INTERA FILIERA DIGITALE DELL’ADDITIVO. L’OBIETTIVO QUI È FORNIRE SICUREZZA PER L’INTERO PROCESSO ADDITIVO DALLA POLVERE ALLA STAMPA. “

Protetto da polvere a parte

Come processo digitale, sfruttando le funzionalità del cloud, la stampa 3D pronta per la produzione richiede sistemi di sicurezza integrati. Blockchain è un metodo efficace per infondere sicurezza in tutte le fasi del processo di stampa 3D, poiché i record che mantiene su ogni passaggio sono distribuiti su una vasta rete che rende difficile l’accesso o l’alterazione in qualsiasi modo.

Particolarmente pertinente per l’industria aerospaziale e della difesa, le Forze Armate statunitensi, tra cui l’ Army Research Laboratory (ARL) e il Dipartimento della Marina , hanno sviluppato la crittografia blockchain proprietaria per le loro iniziative di stampa 3D. Le società private, tra cui Link3D , Wipro e Moog, hanno anche sviluppato soluzioni di blockchain specializzate per la tecnologia.

In GE, la tecnologia blockchain per la produzione additiva dura da anni.

Nel giugno 2018 un brevetto di blockchain assegnato a GE è stato pubblicato dagli inventori John Freer, Richard Messmer, Arvind Rangarajan e David Safford. Ancora da rilasciare dall’Ufficio brevetti degli Stati Uniti, questo documento descrive “Un dispositivo di produzione additivo configurato per implementare un sistema di contabilità distribuita” costituito da hardware, controller software e vari passaggi per la convalida della build.

L’ultima rete Blockchain di GE è stata invece sviluppata da Beckmann e dai colleghi Principal Engineer John Carbone. Spiegando il nuovo sistema quantico-sicuro, Carbone afferma: “Nella rete, ogni identità associata a dispositivi, design, macchine, materiali, componenti e persone può essere rapidamente verificata, qualificata, documentata e gestita in modo automatizzato con il più alto grado di integrità e sicurezza dei dati. “

Inoltre, “Il sistema si basa su moderni metodi crittografici incentrati sull’integrità dei dati, sulla proprietà dei dati e sui diritti, oltre a funzionalità di flusso di lavoro automatizzate attraverso tecnologie di contabilità distribuita per contratti e transazioni”.

I dettagli completi e ulteriori risultati di questo sviluppo saranno presentati a Beckmann alla CONSENSUS Blockchain Conference 2019 a New York dal 13 al 15 maggio.

Be the first to comment on "Un team di Forge Lab all’avanguardia di GE Research ha sviluppato una rete di blockchain super sicura per la produzione additiva"

Leave a comment