Un nuovo polimero per la stampa 3d a basso costo e dalle notevoli caratteristiche arriva dalla Russia o meglio dalla Difesa di Putin

Gli scienziati russi sviluppano polimeri per la  stampa 3D a basso costo per droni, protesi e robot.

Gli scienziati dell’università statale russa Kabardino-Balkarian dichiarano di aver inventato un nuovo materiale polimerico multifunzionale che potrebbe essere utilizzato per i droni , le protesi e i robot stampati in 3d. I costi di produzione sarebbero bassi, rendendo i polimeri disponibili per un uso diffuso della stampa 3D.

Qualunque sia il vostro pensiero su Vladimir Putin, è difficile sostenere che il presidente russo non prenda sul serio l’argomento della difesa nazionale.

Le prove di questo fatto sono state chiarite nel 2012, quando il presidente ha fondato la Fondazione statale per i progetti di ricerca avanzata (FPI), un’organizzazione destinata a promuovere la ricerca scientifica cui potrebbe beneficiarne la sicurezza nazionale russa.

All’epoca del lancio della FPI, il vice presidente e specialista della  difesa , Dmitry Rogozin, ha dichiarato che la fondazione avrebbe messo fine a “20 anni di stagnazione” nella scienza militare russa. E anche se forse  potrebbe essere troppo presto per valutare tale obiettivo, alcune delle ricerche condotte dagli scienziati sembrano promettenti.

Mentre la ricerca militare diventa ovviamente una priorità della  FPI, l’organizzazione controlla anche progetti non esplicitamente orientati alla difesa, come il laboratorio di polimeri progressivi presso l’Università Statale Kabardino-Balkarian di Nalchik.

Naturalmente le plastiche avanzate possono essere utilizzate per applicazioni militari, ma possono anche beneficiare  molte altre aree della ricerca scientifica. Svetlana Kashirova ricercatore capo  ha recentemente confermato questo fatto rivelando alcuni interessanti sviluppi del laboratorio che riguardano direttamente la stampa 3D.

Secondo la Kashirova, gli scienziati del laboratorio hanno sviluppato un nuovo materiale polimerico multifunzionale che è economico da produrre, facile da manipolare e che può essere utilizzato nella stampa 3D di droni, protesi e robot.

 

Il capo del laboratorio ha rivelato che il nuovo materiale è in fase di sviluppo dal 2014, e potrebbe offrire numerosi vantaggi agli utenti della stampa 3D, tra cui tempi di produzione più brevi, minori deterioramenti e un alto livello di purezza.

“Utilizzando il nostro materiale nella stampa 3D, potrebbero essere stampate protesi create per le caratteristiche individuali di una particolare persona”, ha detto Kashirova del nuovo materiale di stampa russo .

“Potrebbe anche essere utilizzato per stampare droni, esoscheletri alimentati, componenti macchina, parti complesse di dispositivi robotici e elementi di un abito spaziale”.

Kashirova ha affermato che il materiale di stampa 3D ha anche un elevato livello di inerzia biologica, rendendolo adatto per le applicazioni mediche.

“I materiali sono chimicamente inerti, resistenti agli incendi, al calore e al gelo”, ha aggiunto il capo del laboratorio. “Potrebbero essere utilizzati in ambienti con elevate temperature e con radiazioni. Ecco perché l’uso del nuovo materiale ha una gamma abbastanza ampia.

 

Be the first to comment on "Un nuovo polimero per la stampa 3d a basso costo e dalle notevoli caratteristiche arriva dalla Russia o meglio dalla Difesa di Putin"

Leave a comment