Un modello 3d dell’Antica Palmira

L’ISTITUTO PER LA STORIA DELLA CULTURA MATERIALE DELL’ACCADEMIA DELLE SCIENZE RUSSA HA SVILUPPATO UN MODELLO 3D UNICO DELL’ANTICA PALMYRA E LO STA TRASMETTENDO ALLA SIRIA E AL MONDO
SCIENZIATI RUSSI HANNO OTTENUTO MODELLI TRIDIMENSIONALI AD ALTA PRECISIONE DI OGGETTI ARCHITETTONICI E DEL TERRENO, HANNO CREATO MAPPE ORTOFOTO DETTAGLIATE, LA CUI RISOLUZIONE SPAZIALE È MOLTO PIÙ ALTA DI QUELLA DELLE IMMAGINI SATELLITARI ESISTENTI.

Grazie a ciò, archeologi e specialisti in gestione dei beni culturali potranno studiare in dettaglio la pianta di Palmira con la possibilità di ingrandire immagini con dettagli fino a 3 cm.

“Siamo lieti che un lavoro così vasto e importante, che gli specialisti in tecnologie digitali di IIMK RAS e i nostri partner svolgono da diversi anni, sia finalmente completato. Palmyra è il monumento più importante del patrimonio culturale e la sua conservazione è nell’interesse di tutta l’umanità. Il modello creato è stato raffinato e perfezionato. diversi anni a causa del fatto che Palmyra è stata ripetutamente nelle mani di cacciatorpediniere e il lavoro ha attraversato una serie di fasi – con nuovi viaggi nella zona di guerra, chiarimenti, riprese aggiuntive.Nonostante tutti i rischi e le difficoltà, abbiamo portato a termine il progetto e donato l’unicità creata Modello 3D di Palmyra, della Repubblica araba siriana e del mondo intero “, ha affermato Natalya Solovyova, vicedirettore dell’IIMK RAS.

Ad oggi, gli scienziati dell’Istituto di storia e cultura dell’Accademia delle scienze russa sono gli unici proprietari della fissazione più aggiornata dello stato del monumento di fama mondiale, che consentirà di continuare le discussioni sul restauro di Palmyra.

Sulla base del modello 3D creato, gli scienziati dell’Istituto di storia e matematica dell’Accademia delle scienze russa stanno sviluppando un sistema di informazione geografica (GIS) PalmyraGIS, il cui database copre i risultati di tutti i precedenti studi archeologici e storici della città, nonché una visualizzazione geospaziale dello stato attuale del monumento. Ad ogni oggetto è stata assegnata una descrizione del tempo, del grado e della natura dei danni subiti negli ultimi anni.

Il modello 3D creato e il sistema dinamico di geoinformazione PalmyraGIS sviluppato sulla sua base non è solo un documento che fissa la barbara distruzione dei valori culturali dell’umanità, ma anche uno strumento di ricerca che supera tutti i metodi utilizzati finora nella sua universalità, le note del comunicato stampa ufficiale .

I dati ottenuti diventeranno una base affidabile per pianificare ulteriori misure per gestire il patrimonio di Palmyra – sulla base di essi, è possibile pianificare lavori di restauro, restauro, protezione dei monumenti, turismo e ulteriori ricerche scientifiche della città antica – un patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Storia del progetto PALMYRA 3D
Nel settembre 2016 e settembre 2019, le spedizioni dell’Istituto per la storia della cultura materiale dell’Accademia delle scienze russa (IIMK RAS) sotto la guida del vicedirettore di IIMK RAS, Natalia Solovieva, hanno svolto un lavoro senza precedenti a Palmyra, il cui scopo era quello di creare un modello digitale tridimensionale dello stato attuale del monumento e riparare i danni che ha ricevuto di conseguenza azioni dei militanti del gruppo terroristico ISIS (vietato in Russia).

Nel 2016, topografi militari e un dipendente del Museo statale dell’Ermitage hanno preso parte ai lavori della spedizione IIMK RAS. L’attrezzatura è fornita dal gruppo di società Geoscan.

Nell’ambito della spedizione dell’IIMK RAS nel 2019, hanno lavorato i dipendenti del Laboratorio di architettura di Maxim Atayants, che hanno scattato fotografie dei resti architettonici del tempio di Bela per chiarire il modello tridimensionale del tempio che stavano creando. Gli specialisti del Unmanned Systems Group of Companies hanno fornito le riprese.

Risultati della spedizione:

sono stati ottenuti modelli metrici tridimensionali ad alta precisione di terreno e oggetti architettonici;
sono state realizzate mappe ortopediche dettagliate, la cui risoluzione spaziale è notevolmente superiore a quella delle immagini satellitari esistenti;
IIMK RAS divenne l’unico proprietario al mondo della fissazione più rilevante dello stato attuale del monumento di fama mondiale;
anche ora, senza visitare il monumento, gli specialisti del restauro, utilizzando dettagliate fotografie aeree, possono iniziare a valutare e programmare i lavori di restauro;
grazie al lavoro svolto, è stato documentato che gli oggetti culturalmente più significativi furono distrutti dall’Isis bandito in Russia: Tempio di Bel, Tempio di Baalshamin, Arco di Trionfo, Colonna di Zenobia, Necropoli e Torri funerarie, Campo di Diocleziano, Fortezza di Fakhr-ad-Din e Museo Tadmor. Il boccascena del teatro è stato distrutto e il tetrapylon è stato fatto saltare in aria. Sul territorio del monumento sono state scoperte numerose fosse di scavi predatori e trincee. Il resto degli oggetti architettonici è rimasto intatto o ha subito lievi danni.
Il lavoro di Cameral per la costruzione di un modello 3D basato sui dati della spedizione è stato svolto dal personale di IIMK RAS e dal gruppo di società Geoscan.

Ulteriore utilizzo del modello 3D:

Sulla base del modello tridimensionale creato del territorio del patrimonio mondiale dell’UNESCO “Monumenti archeologici di Palmyra”, un sistema dinamico di informazione geografica PalmyraGIS (GIS “Palmyra in Time and Space”) è stato creato presso l’IIMK RAS, che comprende:

ortomosaico raster dettagliato del terreno,
modello di elevazione digitale,
piano vettoriale dettagliato di tutti gli oggetti inclusi nei “Monumenti archeologici di Palmyra”,
foto fissazione attaccata agli oggetti.
Il database copre i risultati di tutte le precedenti ricerche archeologiche e storiche della città, informazioni sui singoli oggetti archeologici e architettonici – le loro caratteristiche, la datazione, le informazioni sul grado di studio, la storia della ricerca, la mappatura geospaziale dello stato attuale del monumento – una descrizione del tempo, del grado e della natura dei danni inflitti durante l’anno scorso.

Questo lavoro è completamente unico, per la prima volta raccolto in una shell software e rappresenta integralmente informazioni eterogenee su tre secoli di studio della città antica e del suo stato attuale. Lo si trova a https://palmyra-3d.online/

Be the first to comment on "Un modello 3d dell’Antica Palmira"

Leave a comment