Un impianto facciale mascellare stampato in 3D per un bimbo cinese

I chirurghi cinesi creano il primo impianto facciale stampato in 3D per un bambino

La tecnologia di stampa 3D è stata utilizzata per tutti i tipi di procedure chirurgiche importanti e spesso salvavita, in quanto offre un livello di flessibilità progettuale e una velocità di produzione che non hanno eguali in qualsiasi altra tecnica. La ricostruzione facciale è un’area in cui la stampa 3D è particolarmente utile. L’ultima scoperta è avvenuta in Cina, dove un bambino di 10 anni ha ricevuto un impianto mascellare stampato in 3D. Questo è stato sviluppato dai chirurghi per riparare la mascella inferiore, dopo complicazioni legate a un tumore.

La città di Jinan in Cina è stata la sede di questo traguardo della stampa 3D, che è stato il primo impianto facciale stampato in 3D per un bambino. I chirurghi del secondo ospedale dell’Università di Shandong stavano curando un giovane ragazzo che aveva sofferto di un ameloblastoma. Questa rara forma di tumore si forma solitamente intorno ai denti e può colpire le mascelle inferiori e superiori. La rimozione chirurgica iniziale del tumore pericoloso ha purtroppo portato alla riduzione della mandibola del ragazzo e alla sua danneggiamento. Ha subito una frattura mandibolare che ha causato una deformazione facciale. Non solo era debilitante e traumatico, ma rendeva anche difficile per il ragazzo nutrirsi, poiché aveva influenzato il modo in cui la sua bocca si apriva e si chiudeva.

L’equipe chirurgica, guidata dal chirurgo Lai Qingguo, ha deciso che una ricostruzione facciale convenzionale era troppo pericolosa per un paziente di così giovane età, quindi si sono rivolti alla tecnologia di stampa 3D per trovare una soluzione migliore.

Qingguo era consapevole del potenziale della stampa 3D di produrre protesi e protesi di ogni tipo e ha deciso che sarebbe stato un buon modo per ricostruire la faccia del ragazzo. Hanno messo insieme un design e stampato in 3D usando un materiale in lega di titanio.

Il tempo totale della procedura era di circa tre ore, con la mascella stampata in 3D facile da innestare grazie alla sua base su un modello digitale che includeva elementi del viso del paziente, resi virtualmente.

Tutto ciò è avvenuto a gennaio e l’ospedale ha ora annunciato alla stampa che l’operazione si è dimostrata un successo. Tre mesi era il tempo previsto per il viso del ragazzo da guarire e adattarsi all’impianto in titanio stampato in 3D. Secondo Qingguo, “la mascella si è allineata bene e una grande quantità di tessuto sta crescendo”.

Il primo impianto al mondo a mascella stampata al mondo si è svolto in Galles l’anno scorso, dove una donna aveva anche subito gli effetti della rimozione di un tumore nella sua regione facciale. Le scansioni TC sono state utilizzate per fabbricare un impianto di mascella in titanio che si adattasse perfettamente con l’osso rimanente e anche questa operazione è stata un grande successo. Alcuni anni prima, i chirurghi avevano iniziato a fare uso di stampi facciali stampati in 3D accurati , che sarebbero poi stati riempiti con un polimero o altro materiale per impostare e formare un impianto accurato. L’utilizzo della tecnologia 3D per progettare e fabbricare direttamente l’impianto è ora un processo relativamente comune, nel Regno Unito, negli Stati Uniti e altrove.

Be the first to comment on "Un impianto facciale mascellare stampato in 3D per un bimbo cinese"

Leave a comment