Un gruppo di neozelandesi stampa in 3d le caverne sotterranee di Auckland

Il team di Auckland ha trascorso 2000 ore a costruire tre grotte di lava stampate in 3D

Un team neozelandese ha creato un modello stampato in 3D su larga scala delle caverne sotterranee di lava di Auckland. I modelli  sono stati esposti come parte della mostra “Underworld” presso il Wynyard Quarter di Auckland.

I visitatori di Auckland potranno vedere gratuitamente i modelli sotterranei stampati in 3D alla mostra che durerà fino al 24 dicembre. Se vi capita di trovarvi in ​​strutture e fenomeni sotterranei, le stampe 3D dovrebbero essere perfette.

L’imponente progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione tra Jason Barnett, un dipendente della società di stampa 3D con sede a Huapai , Mindkits , l’artista digitale Chirag Jindal e lo speleologo (un esperto di caverne) Peter Crossley.

Secondo quanto riferito, Chirag e Crossley hanno trascorso 18 mesi esplorando e catturando le grotte di lava (una grotta formata da rocce vulcaniche) sotto i sobborghi di Mt Eden, Three Kings, Mt Albert e One Tree Hill.

L’artista digitale Chriag Jindal e lo speleologo Peter Crossley hanno catturato le scansioni 3D delle caverne di lava di Auckland, in Nuova Zelanda

Le grotte, che risalgono a 40.000 anni fa, sono state scannerizzate dalla coppia utilizzando la tecnologia LiDAR (Light Detection and Ranging), che è un metodo di scansione che utilizza una luce laser pulsata per misurare e mappare uno spazio in modo molto dettagliato. Fino ad ora, le grotte di lava sotterranee di Auckland sono rimaste in gran parte inesplorate in quanto si trovano principalmente sotto la proprietà privata.

Con le scansioni estremamente dettagliate delle grotte di lava di Auckland, è stato poi il turno di Barnett di trasformarle in modelli stampabili in 3D. “Era un progetto abbastanza imponente”, ha detto. “Nessuno in passato ha mai visto strutture di grotte stampate in 3D come questa in Nuova Zelanda”.

Alla fine, Barnett è stato in grado di stampare in 3D tre modelli in scala ridotta (ma ancora molto grandi) delle grotte sotterranee – un processo che, secondo quanto riferito, impiegava circa 1600 ore di stampa 3D e 400 ore di post-elaborazione. Per stampare le caverne, i modelli 3D dovevano essere scomposti in 67 parti separate per adattarsi alle stampanti 3D, ognuna delle quali impiegava dalle 20 alle 50 ore per essere stampata.

In tutto, Barnett ha detto che ha lavorato al progetto del modello di grotta per due mesi prima che fosse completo, spesso rimanendo sveglio fino alle 3 di mattina per aspettare la stampa completa. “Dovevo alzarmi, togliere la stampa e iniziare una nuova stampa”, ha detto. “Questa è sicuramente una delle più grandi stampe 3D mai realizzate in Nuova Zelanda.”

I risultati del tempo e del lavoro, come si vede nelle foto, sono al tempo stesso sorprendenti e misteriose. “Sono incredibilmente orgoglioso di ciò che ho prodotto perché era così difficile e ha un’estetica tessiturale davvero interessante”, ha aggiunto Barnett. “Ti dà questa rappresentazione visiva davvero interessante in cui comprendi le forme di come queste cavità sono state modellate dal tempo .”

Alla mostra Underworld al Silo 6 del Wynyard Quarter, i visitatori possono vedere le rappresentazioni stampate in scala 3D delle grotte di lava, e alcuni possono persino riconoscere gli ambienti circostanti la grotta. (In particolare, il gruppo dietro il progetto non ha incluso nomi di strade o indirizzi specifici di dove si trovano le grotte per scoraggiare la gente dal trovarli e scendere.)

Be the first to comment on "Un gruppo di neozelandesi stampa in 3d le caverne sotterranee di Auckland"

Leave a comment