Ultimaker ha annunciato una crescita dei ricavi a due cifre nel primo semestre 2020

ULTIMAKER SFIDA LA TENDENZA DEL SETTORE A RAGGIUNGERE UNA CRESCITA DEI RICAVI A DUE CIFRE DURANTE IL PRIMO SEMESTRE 2020

Il produttore olandese di stampanti 3D Ultimaker ha annunciato una crescita dei ricavi a due cifre nel primo semestre 2020, nonostante l’impatto di COVID-19 sulla domanda dei clienti nel settore in generale.

Sebbene molti dei produttori di stampanti 3D più industriali abbiano subito un calo delle entrate durante il primo semestre 2020, Ultimaker ha trasformato l’interruzione indotta dalla pandemia in un’opportunità. A causa dell’imprevedibilità causata da COVID-19, molte aziende si sono rivolte a sistemi desktop come quelli forniti da Ultimaker, per ridurre i rischi delle loro catene di fornitura.

Implementando macchine a basso costo, molti dei clienti dell’azienda hanno portato la produzione in-house, guidando la massima efficienza senza dover spendere molto per un sistema industriale. Secondo Jos Burger, CEO di Ultimaker, la pandemia ha causato un cambio di paradigma nella produzione, portando molte aziende a diventare più consapevoli dei vantaggi in termini di produttività della stampa 3D.

“L’attuale panorama della produzione e della catena di approvvigionamento è stato modificato in modo significativo a causa degli effetti della pandemia, ma la crescita e l’espansione che Ultimaker ha sperimentato segnala i progressi del settore verso la ripresa e indica la crescente adozione della stampa 3D professionale lungo la catena di fornitura”, ha affermato Burger.

“SIAMO ENTUSIASTI DI CONTINUARE A COSTRUIRE SUI SUCCESSI CHE ABBIAMO OTTENUTO QUEST’ANNO.”

Gli ultimi risultati finanziari di Ultimaker sono sostanzialmente in contrasto con quelli riportati dai produttori di sistemi di stampa 3D più grandi, come Stratasys, durante la prima metà dell’anno. Citando l’impatto della pandemia COVID-19 sul potere d’acquisto dei suoi clienti, Stratasys ha subito un calo delle entrate del 28% durante il secondo trimestre del 2020.

Il produttore di stampanti 3D industriali 3D Systems ha anche annunciato una rifocalizzazione strategica e un taglio del personale del 20% a seguito di un calo dei ricavi simile durante il secondo trimestre del 2020. La società ora prevede di concentrarsi sui suoi verticali sanitari e industriali e potrebbe cedere altre aree della sua attività che non lo fanno. allinearsi alla sua nuova strategia.

Tuttavia, non tutti i produttori di sistemi di grande formato hanno registrato perdite di fatturato e SLM Solutions ha registrato un aumento del 90% dei propri ricavi durante il primo semestre 2020. All’epoca, Meddah Hadjar, CEO di SLM Solutions, ha affermato che la pandemia aveva “ri-focalizzato le aziende sulla riduzione del rischio delle loro catene di approvvigionamento globali “.

Anche se Ultimaker produce sistemi desktop piuttosto che macchine industriali più grandi, l’azienda sta anche approfittando di questa tendenza alla riduzione dei rischi. Basandosi sulla pubblicità positiva che circonda gli sforzi della stampa 3D nella lotta contro COVID-19, Ultimaker ha fornito alle aziende un’alternativa a basso costo alle tradizionali soluzioni di supply chain.

La prima metà “eccezionale” di Ultimaker del 2020

Ultimaker ha descritto la sua crescita dei ricavi come “eccezionale” e il 2020 come un “anno caratteristico” per l’azienda, ma è difficile valutare la crescita relativa dell’azienda senza accesso ai suoi dati finanziari completi. Sebbene le aziende quotate in borsa siano tenute a riferire i loro risultati trimestrali, l’azienda privata non ha tale obbligo.

Di conseguenza, è difficile valutare criticamente le prestazioni finanziarie di Ultimaker, utilizzando solo dichiarazioni rilasciate dalla società stessa. Vale anche la pena notare che i clienti potrebbero avere meno scrupoli sull’acquisto di macchine desktop a basso costo di Ultimaker rispetto a un investimento maggiore in una costosa unità industriale durante una crisi economica. Da quello che sappiamo, Ultimaker ha registrato un aumento dei ricavi anno su anno in tutta la sua attività, con una crescita dei ricavi di oltre il 30 percento nei soli Stati Uniti.

Attribuendo l’aumento dei propri ricavi alla “tendenza all’aumento” della produzione localizzata in tutto il mondo, l’azienda ha continuamente ampliato la propria rete di distribuzione per sfruttare le potenziali opportunità. Ultimaker ha inserito sei nuovi rivenditori nelle Americhe durante il primo semestre 2020 e ha implementato un nuovo modello di distribuzione nella regione APAC per supportare la sua strategia di go-to-market.

Mentre Ultimaker continua ad estendere la sua portata per attirare clienti in tutto il mondo, Burger ha affermato che l’azienda si sta affermando come leader nel mercato delle stampanti 3D desktop. “Siamo orgogliosi dello slancio che siamo stati in grado di guidare”, ha detto Burger. “Sono anche orgoglioso della nostra capacità di assumere il ruolo di leader nel mercato della stampa 3D professionale nonostante le circostanze senza precedenti”.

Un lavoratore che trasporta attrezzature per la disinfezione all’aeroporto internazionale di Budapest. Foto tramite Associated Press.
Ultimaker è riuscita a sfruttare l’interesse generato per la stampa 3D dalla risposta del settore a COVID-19, per guidare la crescita dei suoi ricavi nella prima metà dell’anno. Foto tramite Associated Press.
Il portafoglio di prodotti in continua crescita di Ultimaker

Durante l’instabilità della prima metà dell’anno, Ultimaker ha aumentato la propria redditività tramite nuovi rilasci di prodotti, partnership e ampliando le applicazioni della sua tecnologia.

Nel luglio 2020, l’azienda ha rilasciato due nuove soluzioni software orientate al business: Ultimaker Essentials e Ultimaker 3D Printing Academy . Il pacchetto Essentials di Ultimaker consente alle aziende di incorporare la stampa 3D nei flussi di lavoro esistenti, mentre l’accademia fornisce risorse alle aziende per formare i propri dipendenti. Entrambe le soluzioni software sono state progettate per rendere i sistemi Ultimaker più intuitivi e facili da usare per i nuovi clienti.

L’approccio basato sull’accessibilità dell’azienda è stato integrato da un aumento degli ordini dai clienti esistenti. L’ufficio di produzione 3D Metalforge , ad esempio, ha recentemente collaborato con Ultimaker per creare la più grande azienda di stampa nel sud-est asiatico . Composta da 21 macchine Ultimaker S3 , la print farm è progettata per soddisfare i clienti nei settori della difesa, marittimo, medico e del petrolio e del gas.

Altrove nel suo portafoglio, la crescita dei ricavi di Ultimaker è stata supportata dalla continua espansione di Ultimaker Marketplace durante il primo semestre 2020. Il produttore di materiali Lubrizol ha aggiunto al servizio tre nuovi polimeri di grado TPU per la stampa 3D FFF nel giugno 2020, portando il numero totale di materiali sul piattaforma a 157.

Il successo commerciale dell’azienda durante la prima metà dell’anno è stato anche guidato dal numero crescente di applicazioni della sua tecnologia di stampa 3D. Utilizzando i sistemi Ultimaker S5 , il fornitore di apparecchiature industriali ERIKS ha collaborato con i clienti per stampare parti in 3D per requisiti di settore specifici come gli standard di sicurezza alimentare. L’utilizzo dei sistemi Ultimaker ha infine consentito a ERIKS di creare un “impianto di produzione pulita” per le parti legate agli alimenti.

Basandosi su queste “scoperte aziendali significative”, la società ha dichiarato di essere “nella posizione migliore per una continua espansione nella seconda metà del 2020 e oltre”.

Be the first to comment on "Ultimaker ha annunciato una crescita dei ricavi a due cifre nel primo semestre 2020"

Leave a comment