Toys for Tots la beneficenza arriva cn la stampa 3d e IC3D e Maker Community

IC3D e Maker Community introducono la stampa 3D su Toys for Tots

Per alcuni decenni, Toys for Tots ha raccolto e distribuito giocattoli ai bambini svantaggiati durante le vacanze. I bambini che beneficiano del programma non ottengono molto in termini di regali, ma grazie a Toys for Tots possono ricevere nuovi animali imbalsamati, bambole, action figures, giochi, ecc. Quest’anno, tuttavia, Toys for Tots sta diventando  un un po ‘più high-tech – almeno nell’Ohio centrale. La società Columbus IC3D è un fornitore di servizi di stampa 3D, società di consulenza e produttore di apparecchiature per la stampa 3D e filamenti con una vasta comunità di produttori e appassionati di stampa 3D. Durante le festività natalizie, l’azienda si è rivolta a quella rete per contribuire a rendere più brillante la stagione per i bambini locali.

Per la prima volta, 150 beneficiari di Toys for Tots riceveranno giocattoli stampati in 3D, in particolare robot giocattolo con braccia e gambe in movimento. IC3D ha incaricato la sua comunità di produttori di stampare in 3D i giocattoli per l’organizzazione, utilizzando il proprio filamento donato.

“IC3D ha donato il filamento di stampa 3D a una manciata di membri della nostra fedele comunità provenienti da tutti gli Stati Uniti che erano disposti a utilizzare le loro macchine per realizzare 150 giocattoli. I giocattoli sono stati spediti alla fabbrica di IC3D e poi consegnati a Toys for Tots, centro di donazione presso Rickenbacker “, ha dichiarato Matt Organiscak, VP of Operations di IC3D. “Adoriamo condividere la promessa della tecnologia di stampa 3D con tutti, specialmente i bambini.”

I volontari che hanno stampato in 3D i robot giocattolo per Toys for Tots sono Chris Poleski, Clayton Parker, Jim Leemuis, Michael Pimentel, Glenn e Xander Shelton, Shane La Haye, Amie Dansby e Stephani Sharp.

“Nel dare forma a una nuova industria, è facile dimenticare la semplice gioia di condividere un oggetto stampato in 3D con qualcuno”, ha dichiarato Organiscak a 3DPrint.com. “Collaborare con Toys For Tots è stato il nostro sogno negli ultimi cinque anni. Con la crescita e la consapevolezza della stampa 3D, è stato naturale entrare nella nostra rete di colleghi di stampa 3D in tutto il paese e collaborare con la nostra leadership locale dei marines degli Stati Uniti per fornire 150 giocattoli. Sorrisi di produzione, un giocattolo alla volta, è un ottimo modo per condividere le competenze IC3D con gli altri. Cerco questo sforzo per diventare ancora più grande il prossimo anno. “

Volontario Michael Pimentel con uno dei giocattoli stampati in 3D.

IC3D è noto per la sua innovazione nel filamento di stampanti 3D, avendo collaborato con Aleph Objects per creare il primo filamento open source . L’azienda è molto più di un produttore di filamenti, però; descrive se stesso come “un laboratorio di applicazioni di produzione on-demand che converge il processo di produzione tradizionale con le tecnologie di stampa 3D digitale.” IC3D costruisce in modo personalizzato le attrezzature di stampa 3D, offre una produzione a basso volume e campioni in generale la filosofia open source e la cultura dei maker. L’entusiasmo della piccola azienda per la stampa 3D è evidentein questo modo solo le piccole aziende possono davvero mostrarle. La community e la condivisione della tecnologia di stampa 3D sono estremamente importanti per IC3D, e questa ultima iniziativa, oltre a rendere felici 150 bambini, introdurrà anche quei bambini in una tecnologia che potrebbe essere nuova per loro.

“Siamo entusiasti di far parte di questa nuova opportunità per i bambini di sperimentare giocattoli stampati in 3D”, ha affermato il sergente Marines degli Stati Uniti. Abner Corona, coordinatore di Toys for Tots, Lima Company. “Pensiamo che gli elfi di Babbo Natale approverebbero IC3D dando una mano.”

I bambini che riceveranno giocattoli stampati in 3D durante questa stagione natalizia, oltre a ricevere regali, apprenderanno che i giocattoli possono essere creati da chiunque, compresi se stessi. Forse questo susciterà un interesse per la stampa 3D per alcuni di loro. Anche se potrebbero non essere in grado di permettersi stampanti 3D proprie, scuole, biblioteche e makerspace possono fornire loro l’attrezzatura di cui hanno bisogno per iniziare a sperimentare con le proprie creazioni, iniziando quella che potrebbe essere una passione per tutta la vita per la stampa 3D.

Be the first to comment on "Toys for Tots la beneficenza arriva cn la stampa 3d e IC3D e Maker Community"

Leave a comment