Tiko 3D si ferma e non consegna più nuove stampanti nonostante abbia raccolto 3 milioni di dollari su Kickstarter

Tiko 3D, la società produttrice della Stampante Tiko Unibody 3D,si arrende , nonostante abbia raccolto  quasi 3 milioni di dollari dalla sua campagna Kickstarter . I sostenitori che ancora devono ricevere una stampante Tiko 3D, che gli utenti hanno descritto come difettosa e imprecisa, non riceveranno un rimborso.

Il 2016 potrebbe essere stato un anno straordinariamente terribile per il crowfunding nella stampa 3d , ma anche il 2017 non è iniziato troppo bene . Sulla scia della campagna di stampa sulla NexD1  progetto controverso e alla fine abbandonato, un altro progetto di crowdfunding promettente è andato in crash , nonostante abbia raccolto milioni di dollari da entusiasti sostenitori su Kickstarter.

Il in  progetto di picchiata spettacolare è quello della stampante  Tiko delta 3D da 179 dollari, una stampante 3D a corpounico  che-retrospettivamente sembrava troppo bella per essere vera. 16.538 sostenitori si sono impegnati con 2.950.874 dollari per finanziare la stampante 3D, ma la startup con sede a Toronto Tiko 3D ha annunciato Mercoledì scorso  che le operazioni sono cessate, citando come motivo “battute d’arresto hardware e software, sfide di produzione, ripetuti ritardi, ostacoli normativi, requisiti di certificazione senza fine, spese di gestione non pianificate, logistica da incubo, notti insonni, relazioni tese, fornitori frustrati, una comunità scontenti, nuovi concorrenti, e un settore stanco. ”

La stampante 3D Tiko doveva essere una stampante 3d tipo delta  conveniente, semplice,  con una risoluzione di 50 micron e un volume di stampa 2.27 litri. Che ha finito per essere, secondo i “fortunati” 4.100 sostenitori che hanno effettivamente ricevuto la loro stampante 3D,  una macchina estremamente inaffidabile ricca di componenti a basso costo che semplicemente non ha funzionato. Problemi finanziari hanno ormai costretto Tiko 3D a mettere il progetto in “letargo”, cancellando tutti i preordini nel tentativo di soddisfare il maggior numero di ordini esistenti . Allo stato attuale, le cose non sembrano promettenti, e per i sostenitori non sarà semplice essere rimborsati.

In un lungo post sulla pagina di Kickstarter , Tiko 3D ha ammesso di aver fallito, ma ha offerto la speranza che un investitore potrebbe eventualmente aiutare l’azienda a riprendere le operazioni di: “Lo startup di una società è una lotta contro le probabilità, e un viaggio verso l’ignoto. Proprio quando pensi di avere capito tutto, la realtà entra e ti colpisce allo stomaco. Siamo saliti in cima, poi siamo caduti colpendo tutti i rami sulla strada verso il basso. Purtroppo vi abbiamo delusi. Avete creduto in noi, e noi vi lasciamo in braghe di tela . Fa male come l’inferno … ma  non è ancora finita. ”

Molti sostenitori e osservatori hanno poca simpatia con Tiko 3D e la sua situazione, e molti hanno suggerito che la start up abbia intenzionalmente ignorato gli avvertimenti e i consigli dei professionisti del settore, invece di sperperare i suoi soldi su ordini di massa di componenti prima di sapere pienamente se il suo design sarebbe stato praticabile. In realtà, l’unica simpatia per Tiko 3D viene da M3D, una azienda di stampa 3D creata anch’essa dal crownfunding anche se con molto, molto più successo una società che attualmente detiene il record per il maggior successo nelle campagne di crowdfunding nel settore della stampa 3D .

Michael Armani, l’amministratore delegato e cofondatore di M3D, ritiene che vi siano problemi fondamentali con il modello di crowdfunding  nonostante che la sua azienda abbia raccolto quasi 4 milioni di dollari in più  campagne di successo  e si è rifiutato di dare la colpa a Tiko 3D . M3D sta anche offrendo ai  sostenitori di Tiko una stampante M3D 3D per soli 199 dollari. “Se delle persone senza alcuna esperienza hanno appoggiato la Tiko anche solo per curiosità , non vogliamo vedere che questa  curiosità vada sprecata”, ha detto Tim Williams, alto dirigente della campagna di M3D.

Alla fine della giornata, il fallimento di Tiko 3D non può essere paragonato a qualcosa di simile alla debacle della stampante Peachy. Chi lo sa, forse una raffinata stampante  Tiko 3D potrà  anche vedere la luce del giorno ad un certo punto. Tuttavia, un’altra campagna di crowdfunding disordinata non depone  bene sulle start-up di stampa 3D e sul  modello di crowdfunding .

Be the first to comment on "Tiko 3D si ferma e non consegna più nuove stampanti nonostante abbia raccolto 3 milioni di dollari su Kickstarter"

Leave a comment