Tiertime UP300 prova su strada test drive

La tipica brillantezza di stampa in ABS di Tiertime ha una svolta sostanziale nell’UP300 .

Debuttata al Rapid + TCT nel mese di aprile 2018 come una delle tre nuove stampanti 3D, l’UP300 si presenta come la stampante 3D desktop professionale di fascia medio-alta di Tiertime. Sopra l’UP mini 2 ES portatile ed educativo, ma al di sotto della linea di produzione X5 tentacolare, l’UP300 segna una proposta matura per chi ha bisogno di stampe di qualità sicura – sia in termini di precisione che di finitura – da una macchina comoda da usare.

Presentando una gamma di funzionalità che non sono state trovate nelle precedenti macchine desktop di Tiertime, l’UP300 ha testine di stampa intercambiabili e due letti di stampa in vetro double face rimovibili.

Con una custodia alta e impenetrabile che racchiude il volume di stampa, il filtro dell’aria HEPA e l’ingresso USB full-size sul frontale, è chiaro che l’UP300 è più adatto allo spazio ufficio che al garage. Certamente, il cartellino del prezzo di $ 2,199 sembrerebbe confermarlo.

Continuate a leggere le nostre impressioni dopo un bel po ‘di tempo usando questa hydra a più teste di una macchina.

PROFESSIONISTI
Prestazioni di stampa complete a 360 °. Stampe impeccabili in ABS.
Camera di stampa robusta e completamente chiusa
Sistema di filtrazione dell’aria
Funzioni di correzione della precisione dimensionale
La rimozione del supporto UPStudio è un gioco da ragazzi
CONTRO
Interfaccia utente e schermo tattile di Clunky
Olio. Olio ovunque
Ciclo lento di tentativi ed errori
Tipicamente eccellenti le stampe in ABS abbinate a PLA e flexibles e una serie di caratteristiche di qualità della vita per rendere l’UP300 un dispositivo di facile utilizzo in ufficio.

Come nel caso di Tiertime, l’UP300 vanta un design a scatola chiusa che contribuisce alla stampa di successo di ABS e altri materiali termosensibili. Nel complesso, questo design ti lascia con una scatola monolitica di una macchina che si adatta perfettamente allo strumento di ufficio, ma non si fonde in alcun modo sullo sfondo. L’UP 300 è grande.

Al dettaglio per $ 2,199, il Tiertime UP300 è ovunque lamiera, con conseguente peso significativo che aiuta a radicare la macchina alla scrivania. Una necessità, data l’aggressività del movimento della stampante, specialmente in viaggio tra i percorsi di estrusione.

Come per le precedenti attività desktop di Tiertime, come UP Box 2 e UP mini 2, tutto ciò che è integrato nella stampa è sufficientemente nascosto dal percorso dell’utente.

Fuori dalla confezione vengono fornite tre testine di stampa specifiche per il materiale. Designato “ABS” (che viene installato sulla stampante), “PLA” e “TPU”, ciascuna testa è ampiamente adattata a un gruppo di materiali. Rispettivamente sono ad alta temperatura, bassa temperatura e flessibili. Non sei limitato ai tre materiali con nome.

Scambiare le testine è un semplice gesto di scollegare un cavo a nastro dalla testina installata e svitare una vite M4 nella parte posteriore sinistra della testina di stampa. Fai scattare la nuova testina con uno scatto soddisfacente grazie a un magnete guida, bullone e cavo a nastro rivolto verso l’alto e il gioco è fatto. Ad ogni cambio della testina di stampa e dell’ugello, sono necessarie alcune piccole modifiche di configurazione nell’affettatrice UPS di Tiertime.

Una piccola selezione di ugelli in ottone accompagna l’UP300, offrendo una maggiore scelta nelle possibili applicazioni utilizzando le diverse testine di stampa. Lo standard da 0,4 mm per la stampa generale di alta qualità in ABS e PLA è presente come predefinito su queste rispettive teste. Puoi anche ottenere ugelli da 0,5 mm e 0,6 mm, per flessibii e stampa ad alta velocità, oltre a un pezzo da 0,2 mm per un lavoro di alto dettaglio.

Hai un modesto volume di build con cui lavorare su UP 300; 205 × 255 × 225 mm. Marginalmente più grande dell’originale Prusa i3 MK3 e Zortrax M200 , è più piccolo di quelli di Lulzbot Taz 6 e Raise3D Pro2, tutte le stampanti che consideriamo una competizione diretta per l’UP300.

A sostegno di questo volume di stampa c’è la coppia di pannelli di stampa fronte retro rimovibili di UP300. Uno è dotato di un adesivo con grip testurizzato con vetro, adattato maggiormente ai materiali a bassa temperatura come PLA e TPU. L’altro, con la firma del perfido di Tiertime e, ancora, con il vetro, afferra l’ABS come una valigetta piena di soldi. Quest’ultima scheda è un segno distintivo di macchine progettate per ABS, e su UP300 funziona eccezionalmente bene.

L’amplificazione dell’utilità di queste schede è la loro facilità di rimozione dalla macchina, che scorre fuori dalle loro clip guida con uno schnik soddisfacente .

Interagire con UP300 avviene a spese di un display touchscreen pigro nell’angolo superiore della macchina. Senza l’aiuto di uno stilo (non incluso), interagire con la stampante in questo modo è un trascinamento. Una patch rilasciata durante il nostro tempo con la stampante ha migliorato la reattività del display, ma non di molto.

Per il controllo diretto della maggior parte delle funzioni della stampante e della configurazione specifica del processo di stampa, è possibile utilizzare il software UPStudio proprietario di Tiertime che consente di stampare e controllare le stampanti tramite Wi-Fi. Sfortunatamente, qui si sperimenta una lentezza simile. C’è una ruvidità nel programma che a volte vanifica il processo di preparazione della stampa. Sia che utilizzi UPStudio per controllare la stampante tramite la tua rete WiFi o il touchscreen a colori, non aspettarti di sfogliare le funzioni ei menu di UP300 con abbandono.

Il che è piuttosto ironico, visto quanto velocemente l’UP300 sembra stampare.

La preparazione della stampa all’interno di UPStudio è un’operazione semplice, con Tiertime che elimina la maggior parte delle impostazioni di stampa dall’utilizzatore. Preferendo invece lasciare che i suoi algoritmi riempissero gli spazi vuoti – una vista comune sulle stampanti 3D inclinate per lo spazio di lavoro professionale / aziendale – presumiamo che questo ti consenta di concentrarti meno sull’atto della stampa e più su altre cose. Gli hobbisti itchin ‘per un armeggiare non hanno bisogno di applicare.

Un modo in cui ciò si manifesta sono le quattro opzioni di velocità di stampa fornite: Normale, Fine, Veloce e Turbo. Non vengono spiegati nella misura in cui vengono trasmessi i parametri specifici e le impostazioni adattate per ciascuno: è tutto ciò che viene preso in considerazione nel gestore del profilo materiale, lontano dalle impostazioni di stampa tradizionali.

Per fortuna, i nomi sono abbastanza auto-esplicativi. Stampare usando Fine il più lento e meno probabile che presenti errori sulla superficie del modello. Turbo: il miglior nome di sempre per una modalità di stampa: stampa veloce. Davvero veloce. E, sorprendentemente, non soffre di un calo così drammatico della qualità come ci si potrebbe aspettare.

Una conseguenza del rigido sistema di movimento dell’UP300 e della predisposizione per la velocità è che abbiamo trovato le cinture da saltare all’occasione. Dopo aver consultato il produttore, la correzione è avvenuta per essere lubrificata. Le aste avevano bisogno di grasso – e molto.

A proposito di grasso, nelle poche settimane che l’UP300 si è seduto nell’ufficio All3DP, abbiamo assistito a una raccolta di materiale raccolto all’interno della macchina, che filtrava sul telaio e in generale lo rendeva untuoso per raggiungere l’interruttore di alimentazione.

Esaminando i profili dei materiali preparati da Tiertime, non c’è nulla che suggerisca che le velocità di stampa effettive raggiunte dall’UP300 siano più veloci rispetto ad altre macchine a passo professionale. È possibile che il motore di affettamento di Tiertime faccia un lavoro efficiente sgranocchiando i numeri, sputando percorsi di strumenti insoliti che portano a stampe più veloci.

Una menzione speciale in questa recensione è riservata all’inclusione di Tiertime di opzioni di calibrazione avanzate per ottenere stampe ad alta precisione. Laddove alcune impostazioni di stampa in UPStudio sono un po ‘difficili da gestire, le routine di calibrazione di precisione XY / Z e modello sono chiare e facili da seguire, offrendo un percorso accessibile per correggere eventuali distorsioni dimensionali.

Sono disponibili due opzioni per correggere la distorsione nelle stampe su UP300. Il primo, la calibrazione XY / Z stampa un STL incorporato costituito da quattro torri a forma di “L”. Con un paio di calibri, si misurano i vari punti della stampa e si inseriscono i risultati in caselle corrispondenti in UPStudio che l’UP300 assume quindi come offset per le stampe future.

In alternativa, se si desidera effettuare una regolazione rapida senza dover attendere una stampa di prova e una successiva misurazione, è anche possibile immettere le dimensioni previste di una stampa e le dimensioni effettive della stampa, che l’UP300 può utilizzare anche per calcolare un offset per le stampe successive. Durante i test, abbiamo trovato che non per perfezionare una stampa, ma spingere le dimensioni nella direzione giusta.

È una caratteristica favolosa che sottolinea l’intento di Tiertime per l’UP300 come macchina professionale per la prototipazione e, possibilmente, anche per le parti finali.

Tale intento forse sfugge un po ‘alla confusione delle impostazioni di stampa dietro il gestore del profilo materiale. L’atto di stamparsi all’interno di UPStudio offre un’esperienza relativamente snella, scegliendo l’altezza del layer, la “qualità” di stampa, la densità di riempimento e se avere supporti e una zattera.

Per effettuare le regolazioni dei minuti necessarie per la messa a punto di un nuovo profilo di materiale è necessario copiare un profilo di materiale esistente, definire gli attributi di base del profilo come temperatura, densità del filamento, velocità di ritiro) e quindi aggiungere sotto-profili ugelli, ciascuno con il proprio sotto-profili secondari che corrispondono alle suddette opzioni di “qualità” di stampa.

Dato che l’UP300 è ancora molto presto nel suo ciclo di vita, attualmente non ci sono risorse (o almeno nessuno di cui siamo a conoscenza) per il download di profili di materiali pre-testati. Se si prevede di passare spesso da un materiale all’altro, prepararsi a dedicare molto tempo ai profili di affinamento.

Nell’UP300, Tiertime ha compiuto alcuni sforzi nel fornire una soluzione hardware per stampare in modo affidabile materiali diversi che hanno requisiti diversi l’uno dall’altro. Riportato dal precedente UP Box dell’azienda, Tiertime sceglie un sistema di teste di utensili intercambiabili anziché un sistema di estrusione a misura unica.

Simile nel concetto al sistema Print Core di Ultimaker, che consente di sostituire i due hot-end delle stampanti 3D top line dell’azienda, l’alternativa di Tiertime si espande nell’intera testina di stampa, motore estrusore e così via. Ciò ha il vantaggio di indicare tutti i materiali alimentati tramite azionamento diretto, che teoricamente consente un maggiore controllo del filamento e una migliore finitura di stampa. Possiamo attestare quest’ultima parte.

Uno svantaggio di trascinare il motore dell’estrusore sulla testina di stampa è il controllo di massa e fine di quella massa. Tanto più impressionante per Tiertime quindi nella creazione di un sistema di movimento in grado di incidere questo peso alla velocità con un piccolo effetto visibile sulle stampe.

Nella confezione con UP300 sono incluse tre testine di stampa generalista: ABS, PLA e TPU. Ciascuno sosteneva di essere stato messo a punto per giocare ai vantaggi di un determinato sottoinsieme di materiali.

Non c’è documentazione con la stampante che lo dichiara esplicitamente, ma immaginiamo che la testina di stampa PLA sia dotata di un terminale caldo rivestito in PTFE e che la testina di stampa ABS sia completamente in metallo. L’unica differenza esternamente evidente tra i due è la presenza di diversi condotti di ventilazione.

Non c’è documentazione con la stampante che rivendichi diversi livelli di temperatura, quindi non è certo il caso di pensare che siano fondamentalmente gli stessi, con il ragionamento per dividerli per evitare la contaminazione incrociata e la combustione dei resti di materiali a bassa temperatura quando si passa da PLA in ABS.

L’argomento per la corretta manutenzione della stampante e la pulizia regolare dell’ugello quando si passa da un materiale all’altro rende questo moot, ma per pura comodità e senza dover sporcarsi le mani, preferiamo la soluzione di Tiertime.

Molto probabilmente la testina di stampa TPU presenta un percorso del filamento meglio vincolato tra il motore dell’estrusore e l’ugello, portando a prestazioni costanti nelle stampe che richiedono frequenti ritrazioni.

In pratica, funzionano le tre testine di stampa. Che suona in modo schiacciante al valore nominale, ma in realtà l’assenza di note distintive che stampano con le tre di esse è un complimento di per sé – non ci sono stranezze o dossi stradali che usano i tre. Basta fare l’interruttore e continuare a stampare.

Non ci sono ancora stati piani confermati, ma un tale sistema è maturo per l’espansione. Una testa ad alta temperatura resistente all’abrasione o, a scapito di un volume di stampa, una testa a doppia estrusione potrebbe rendere l’UP300 una proposta irresistibile.
TIERTIME UP300 RECENSIONEMa ne vale la pena?

Nell’UP300, Tiertime sta dando una svolta al mercato delle piccole imprese / prosumer, salendo al tavolo in alto con i Taz 6 e gli Ultimaker 3 del mondo, con un rapido cenno del capo e raggiungendo il cestino del pane.

Due nomi ti vengono in mente per la stampa ABS di qualità superiore: Zortrax e Tiertime. Nell’UP300 Tiertime è andato al piombo, con una migliore regolazione del calore da un design a scatola chiusa come standard, HEPA e filtrazione a carbone attivo per la purificazione dell’aria e un letto rimovibile per una facile rimozione delle zattere testarde (ma necessarie).

Aggiungete la flessibilità delle testine di stampa specifiche del materiale – che preclude la possibilità di nuove testine di stampa espandibili in futuro – e vi rimane una macchina estremamente versatile che non solo sottrae gran parte della concorrenza, ma in alcune aree le supera addirittura.

Specifiche tecniche

Marca: Tiertime
Modello:  UP300
Tecnologia: FDM
Frame: Cartesian
Anno: 2018
Categoria: Desktop, completamente assemblato
Area di stampa: 205 × 255 × 225mm
max. temperatura del letto: 100 gradi Celsius
Dimensione dell’ugello: 0,2 – 0,6 mm
max. temperatura dell’ugello: 299 gradi Celsius
max. Risoluzione dell’asse Z: 0,05 mm
Precisione asse Z: 0,5 micron Precisione asse
X / Y: 2 micron Velocità
max. velocità di stampa: –
max. velocità di marcia: 200 mm / s
Compatibilità materiale di terze parti: sì
Interfaccia: touchscreen da 4,3 ”
Dimensioni Boxed: 610 x 565 x 600 millimetri
dimensioni della stampante: 500 x 523 x 460 millimetri
Peso imballi: 42.5kg
Peso della stampante: 30 kg
Alimentazione: 110-240 VAC, 50-60 Hz, 220W
TIERTIME UP300 RECENSIONEDove acquistare
È possibile acquistare Tiertime UP300 dai rivenditori elencati di seguito.

Note aggiuntive
I supporti generati da UPStudio si staccano a mano senza traccia visibile sulla parte finale.
La creazione di profili materiali in UPStudio è macchinosa. Non favorevole a fare rapide regolazioni di tentativi ed errori.
L’UP300 divora volentieri filamenti di terze parti: un’ampia gamma di spool si inserisce nell’alloggiamento dei filamenti della stampante, ma alcuni rotoli da 1 kg (e tutti di dimensioni eccessive) richiedono spazio sulla scrivania e un supporto per rocchetto esterno.
Ci sono un sacco di angoli e crepe per la vite M4 che fissa la testina di stampa a scomparire quando si effettua un interruttore. Attenzione.
Il filtro dell’aria oscilla. Rende la stampa con ABS praticamente inodore.
UPStudio a volte aggiunge piccoli supporti e zattere per piccoli strapiombi. In generale, abbiamo trovato che questo non è intrusivo ed efficace.

Be the first to comment on "Tiertime UP300 prova su strada test drive"

Leave a comment