Thyssenkrupp e Wilhelmsen iniziano la produzione di parti di navi stampate in 3D

Il conglomerato siderurgico Thyssenkrupp ha formalizzato la sua joint venture con la società di manutenzione marittima Wilhelmsen . Le aziende hanno firmato una lettera di intenti per costituire una joint venture per la stampa 3D di parti per navi. Le aziende lavorano insieme alla stampa 3D per la spedizione dal 2019 . Il nostro settore ha finora avuto un forte focus su prototipi, ortopedia, dentale e aerospaziale. Thyssen e Wilhelmsen , tuttavia, vedono molte opportunità nel settore marittimo per la stampa 3D . In effetti è criminalmente sottoservito, con solo Thyssen che si concentra su questo insieme alla startup Ivaldi (e Wilhelmsen possiede il 14% di Ivaldi ).

Una parte di sottomarino stampata da Thyssen

I servizi di stampa 3D e gli OEM prestano pochissima attenzione agli usi marittimi della stampa 3D, così poco che non c’è quasi nessun impegno con il settore marittimo nel suo complesso. Solo attraverso le compagnie petrolifere e del gas c’è un vero impegno adesso. Date le esigenze di manutenzione, riparazione e operazioni (MRO) delle navi e l’enorme numero di esse, è tempo che la nostra industria si impegni concretamente con il settore marittimo.

Thyssen afferma che nelle flotte, “il 50% di queste navi ha più di 15 anni, la disponibilità di parti è limitata”. Inoltre, “questo rende l’evasione degli ordini di pezzi di ricambio marittimi costosa e complicata, e in effetti, le spese generali della catena di approvvigionamento coinvolte possono spesso superare di gran lunga il costo del pezzo stesso. Inoltre, i processi di produzione tradizionali come la lavorazione a macchina e la fusione spesso comportano lunghi tempi di consegna che si estendono a mesi. Di conseguenza, i gestori delle navi devono trasportare elevati livelli di stock di parti per garantire che possano evadere gli ordini, con conseguenti elevati costi di capitale “.

Una parte certificata DNV, una sonda per il prelievo di campioni di gas.

Singapore ha colto questa opportunità sin dall’inizio e ha incoraggiato le aziende a intraprendere iniziative di stampa 3D relative a MRO in città. Non sorprende, quindi, che la joint venture abbia sede a Singapore, con la città-stato tecnocratica che ottiene così un enorme vantaggio da prima mossa nell’industrializzazione della stampa 3D per spedizioni, petrolio e gas e industrie correlate.

Abhinav Singhal di Thyssen, Direttore di thyssenkrupp Innovations, afferma:

“Stiamo già riscontrando una risposta molto positiva da parte dei nostri clienti marittimi sull’adozione della produzione additiva. Stanno realizzando i vantaggi di tempi di consegna più rapidi, costi ridotti e maggiore resilienza nella catena di fornitura dei pezzi di ricambio. Questo sarà un vero punto di svolta per l’industria marittima e siamo orgogliosi di offrirlo insieme a Wilhelmsen “.

Questo ragazzo tuttavia ha il DPI giusto per un bar ma non per un impianto di stampa su metallo.

Su Linkedin ha menzionato:

“Le flotte marittime spendono circa 13 miliardi di dollari l’anno in pezzi di ricambio. Con la produzione additiva (AM), i tempi di consegna e i costi possono essere migliorati poiché i componenti vengono fabbricati vicino alle posizioni delle navi in ​​poche settimane o giorni. La partnership farà leva sulla profonda esperienza di thyssenkrupp in AM insieme alla profonda esperienza marittima del gruppo Wilhelmsen – e non potremmo essere più entusiasti! “

Hakon Ellekjaer, Head of Venture, 3D Printing, Wilhelmsen, ha dichiarato:

“Siamo molto entusiasti di entrare nella prossima fase del nostro viaggio nella stampa 3D, mano nella mano con thyssenkrupp. Questa joint venture, riteniamo, assumerà la guida come fornitore di fatto di pezzi di ricambio marittimi stampati in 3D, continuando a portare i vantaggi della tecnologia di produzione additiva alle compagnie di navigazione riducendo il costo dei pezzi di ricambio, i tempi di consegna e l’impatto ambientale ” ,

Singapore stessa è un porto enorme, ma la JV mira a offrire il suo servizio di pezzi di ricambio per la stampa 3D a molti porti in tutto il mondo. Wilhelmsen Ship Service è uno dei maggiori fornitori di servizi logistici per l’industria delle spedizioni in tutto il mondo. L’azienda è in una buona posizione per vendere parti AM alla sua base di clienti esistente e per vendere una soluzione più rapida per i tempi di fermo per gli operatori di spedizione. Poiché Wilhelmsen trasporta così tante parti per servire i suoi clienti esistenti, la JV avrà un impatto reale anche sulle proprie operazioni.

Credo davvero che questo sia il business case ideale per la stampa 3D. I costi di capitale per i pezzi di ricambio e i costi per i ritardi sono enormi per il settore delle spedizioni nel suo complesso. Questo potrebbe davvero portare vantaggi significativi per gli operatori di navi e linee. Inoltre, inizialmente non devono essere a bordo con pezzi di ricambio stampati in 3D, ma alla fine incontreranno un ritardo così significativo che ne proveranno alcuni. In questo modo, familiarizzeranno con la tecnologia e le sue implicazioni. La creazione di questa attività è un passo avanti significativo per entrambe le aziende. L’inazione di altri potrebbe ancora dare loro un vantaggio inattaccabile nella stampa 3D per il settore marittimo.

L’aerospaziale e la stampa 3D sono una combinazione perfetta, ma con così tante aziende che si concentrano su quell’area, è competitiva. Allo stesso tempo, ci sono moltissime industrie e settori che non sono amati e non sono stati affatto penetrati dalle aziende di stampa 3D. Come industria potremmo fare meglio, collettivamente e individualmente, nel ripensare a dove la stampa 3D ha senso e quali sono i mercati che ci sono là fuori oltre a quelli che ci piacciono tutti.

Be the first to comment on "Thyssenkrupp e Wilhelmsen iniziano la produzione di parti di navi stampate in 3D"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi