The Vocal Mask di Varia 3d le mascherine anticovid per chi canta in un coro

La stampa 3D consente la progettazione e la produzione di maschere per il viso per cori

Il fornitore di servizi di produzione su richiesta Varia 3D sta utilizzando la sua capacità di stampa 3D per supportare una nuova attività che fornisce maschere per il viso progettate per consentire a cori e lezioni di musica di continuare durante la pandemia.

The Vocal Mask è stata fondata dall’insegnante di musica David Angerman che aveva riconosciuto standard, maschere facciali standard non avrebbero dato ai suoi allievi ampia flessibilità e comfort per esibirsi. Angerman ha lavorato insieme a colleghi e ingegneri per creare un modello CAD della maschera vocale prima di contattare Varia 3D in estate.

Da qui Varia 3D ha iniziato a stampare prototipi in una gamma di spessori e dimensioni in un materiale di nylon PA12, prima di rendersi conto che era troppo rigido per il design. La maschera vocale è costituita da un telaio flessibile e fissata con un “tessuto speciale e riutilizzabile”. Sebbene il materiale PA12 non fosse compatibile, un elastomero a base di copoliestere sviluppato da Evonik con il processo di produzione dei polimeri strutturati acquisito lo scorso anno lo era. Il materiale si chiama Flexosint 65 e offre un harndess Shore D di 46 (Shore A 95), mantiene valori di allungamento del 300% ed è disponibile nelle varianti bianca e nera.


Dopo aver esaminato la fattibilità dello stampaggio a iniezione, Varia 3D e The Vocal Mask hanno deciso di procedere con la stampa 3D come strumento di produzione, consentendo loro di produrre su richiesta. L’azienda ha già venduto maschere a privati, chiese, università e scuole pubbliche e private.

“Varia 3D ha sostenuto in modo convincente che con la stampa 3D avremmo ridotto il nostro time-to-market e ci avrebbe permesso di apportare modifiche in base al feedback precoce dei clienti”, ha commentato Angerman. “Sulla base dei nostri costi di prototipazione, non ero sicuro che avremmo potuto ottenere un prezzo sufficientemente basso. Avevamo bisogno di ordinare 1.000 unità iniziali per iniziare con lo stampaggio “.

“Con il materiale in copoliestere di Evonik, siamo stati in grado di controllare tutte le scatole per la produzione di The Vocal Mask”, ha aggiunto il fondatore di Varia 3D Brian Bauman. “David aveva bisogno che il telaio della maschera fosse prodotto in modo economico in un materiale flessibile nero naturale con elevata compressione e resistenza allo strappo . Siamo stati in grado di soddisfare questa esigenza, eliminando i rischiosi costi di attrezzaggio al momento del lancio di un nuovo prodotto “.

Be the first to comment on "The Vocal Mask di Varia 3d le mascherine anticovid per chi canta in un coro"

Leave a comment