Test Us Army per la stampa 3d in cemento per la loro tecnologia ACES Concrete 3D Printing Technology

Dimostrazione dal vivo di ACES Concrete 3D Printing Technology al CERL US Army per stampare la casa in un giorno: Parte 1

Lo scorso agosto, l’ US Army 3D ha stampato una caserma completa , anche nota come B-Hut, in cemento, come parte di un programma triennale chiamato Automated Construction of Expeditionary Structures (ACES). Il programma ACES sta esaminando la stampa 3D come mezzo per creare strutture semi-permanenti in calcestruzzo realizzato con materiali disponibili localmente; l’obiettivo generale è quello di ridurre del 62% il numero di materiali da costruzione che devono essere spediti a metà e di ridurre i requisiti di manodopera in termini di costruzione rispetto alla costruzione di compensato conveniente. Questo tipo di progetto rappresenta un modo completamente nuovo per i militari di produrre in movimento.

Il B-Hut stampato in 3D, che misura 512 piedi quadrati, è stato fabbricato con la miscela di calcestruzzo brevettata dell’esercito presso il  CERL (Laboratory Engineering Research Laboratory)  di Champaign, nell’Illinois … che è esattamente dove mi sembra di avere ragione adesso. Sono stato invitato a vedere una dimostrazione dal vivo della tecnologia ACES al CERL, che è solo a circa quattro ore di macchina da casa mia. Non potevo lasciarmi sfuggire questa opportunità: una cosa è vedere le immagini del B-Hut originale stampato in 3D, e il video del calcestruzzo essere estruso per i progetti di costruzione, ma è un’altra cosa vederlo accadere proprio di fronte a tu.

Ad aprile, diverse dimostrazioni di nuovi dispositivi e tecnologie che il personale dell’esercito ha sperimentato, incluso l’ACES del capannone, sono state effettuate a  Fort Leonard Wood  nel Missouri. ACES, che è stato sviluppato dall’Esercito, dalla  NASA e dalla  Caterpillar , ha stampato i suoi strati di calcestruzzo e aggregati all’esterno per la prima volta durante questi test, e la tecnologia è stata utilizzata di nuovo all’esterno di questa dimostrazione.

L’obiettivo di CERL per questa dimostrazione è di stampare in 3D con successo le pareti esterne in cemento di un altro edificio di 512 piedi quadrati in 24 ore. Il team di ACES è assistito dai marines della 1st Marine Expeditionary Force e dalla società di architettura e ingegneria di Skidmore, Owings e Merrill ( SOM ) con sede a Chicago per questa dimostrazione.

Il progetto ACES offre all’Esercito la possibilità di stampare in 3D materiali e edifici di spedizione personalizzati. Queste strutture, che dovrebbero anche migliorare le prestazioni energetiche rispetto agli edifici costruiti con compensato conveniente, possono migliorare la qualità della vita, la sicurezza e la sicurezza per gli appaltatori e le truppe in avanti, poiché la miscela di calcestruzzo brevettata può stampare edifici con il necessario forza strutturale. La miscela di calcestruzzo è realizzata combinando acqua, miscela liquida e miscela solida, che può essere trasportata e combinata con gli altri due elementi sul posto per comporre la composizione.

La tecnologia può potenzialmente ridurre la quantità di materiale spedito da 5 tonnellate a meno di 2,5 tonnellate, diminuire la quantità di personale richiesto da otto a tre o quattro e ridurre i tempi di costruzione per struttura da cinque giorni a uno solo.

Inoltre, il programma ACES può ridurre la quantità di logistica e risorse tipicamente associate alle spedizioni di materiale per sostenere questo tipo di costruzione.

Le cose sono andate un po ‘in salita questo pomeriggio al CERL in Illinois. Il grande nemico è la pioggia: Michael Case, PhD, direttore del programma, mi ha detto che uno dei problemi con il calcestruzzo è l’essiccazione per evaporazione. Quindi, quando le previsioni hanno mostrato pioggia per giovedì pomeriggio, l’ora di inizio della manifestazione è stata spostata di alcune ore. Ma dovettero fermarsi abbastanza velocemente a causa di un problema.

Sarah Saunders che ha scattato i primi colpi delle forze armate statunitensi con l’obiettivo di stampare in 3D una caserma in 24 ore.
Il dott. Case ha spiegato che il materiale utilizzato alla dimostrazione di Fort Leonard Wood era nitido e più angoloso, che ha lacerato l’interno della pompa. Il materiale qui al CERL è più arrotondato e meno dannoso, ma il team ha capito che sarebbe stato necessario sostituire la pompa prima che le cose potessero davvero andare avanti. Quando fu completato, erano quasi le 17:00 – l’ora di inizio della dimostrazione originale. Il team ha fatto funzionare la tecnologia ACES, ma ha dovuto riadattare la miscela di materiale dopo che il primo strato era stato estruso perché era troppo umido e “sciatto”, ma dal secondo strato, questo è stato risolto. Il lavoro scientifico sui materiali che fa parte di questa tecnologia è semplicemente sbalorditivo.

Teniamo d’occhio il radar e i cieli, nella speranza che tutto vada liscio e vedremo una struttura in cemento completamente stampata in 3D entro domani pomeriggio. Nel frattempo, tieni d’occhio qui su 3DPrint.com, perché ti spiegherò di più su CERL e la sua tecnologia ACES nei prossimi giorni.

Be the first to comment on "Test Us Army per la stampa 3d in cemento per la loro tecnologia ACES Concrete 3D Printing Technology"

Leave a comment