Tarzan il robot oscillante stampato in 3d per monitorare le coltivazioni agricole

Il robot Tarzan stampato in 3D da Georgia Tech potrebbe aiutare i coltivatori a controllare i raccolti.

I ricercatori del Georgia Institute of Technology hanno utilizzato la stampa 3D per creare un robot oscillante ispirato a Tarzan. Il bot inusuale utilizza degli artigli stampati in 3D per oscillare lungo la lunghezza di un filo e potrebbe essere utilizzato dagli agricoltori per controllare i raccolti.

In quello che potrebbe essere uno dei più insoliti progetti di robotica dell’anno, i ricercatori dell’Istituto di Tecnologia della Georgia hanno creato un robot ispirato a Tarzan, l’uomo della giungla nato dalla fantasia dello scrittore Edgar Rice Burroughs: Tarzan come ben sappiamo è stato allevato da scimmie nella giungla a seguito della morte del suo Genitori.

Ma a differenza del Tarzan letterario, questo robot stampato parzialmente 3D ha uno scopo molto specifico: oscillare lungo un tratto di cavo per monitorare il suolo sottostante. Secondo i ricercatori coinvolti, questo potrebbe rendere il nuovo “Tarzan” una macchina pratica per gli agricoltori che cercano di monitorare i raccolti. “Io Tarzan, tu mais”, invece di Cita potrebbe dire.

Il robot ispirato a Tarzan, il cui movimento mima in realtà quello di una pigrizia, è in grado di oscillare su e giù la lunghezza di un filo utilizzando gli artigli stampati 3D e le braccia articolate. Quando un braccio prende il filo, comincia ad oscillare  avanti e indietro finché non ha generato abbastanza lasco per raggiungere una sezione più avanzata del filo, spingendo così il robot in avanti.

È divertente da guardare e ha anche un ingegneria piuttosto sensibile. Questo Tarzan è attualmente alimentato da batterie, ma i ricercatori della Georgia Tech pensano ad  una versione futura che potrebbe utilizzare pannelli solari, rendendolo ancora più adatto ai lavori esterni.

E il lavoro all’aperto è apparentemente lo scopo di questo robot: Jonathan Rogers, Assistente Professore di Ingegneria Meccanica di Georgia Tech, afferma che il robot Tarzan potrebbe aiutare coloro che lavorano nell’industria agricola, dato che i robot con ruote o gambe hanno difficoltà a muoversi nei campi  senza danneggiare le colture.

Con un cavo sospeso all’altezza giusta sopra quelle colture, Tarzan è in grado di muoversi senza danneggiare le colture  , potrebbe anche catturare immagini aeree o raccogliere altri dati su ciò che avviene sotto, inviando informazioni al contadino tramite una connessione wireless.

Può sembrare strano, ma i ricercatori della Georgia Tech credono che questa tecnologia sia assolutamente indispensabile per la prossima generazione agricola.

“L’unico modo in cui possiamo realmente raggiungere il livello di produzione alimentare di cui avremo bisogno in futuro è quello di impiegare l’automazione e i robot”, ha detto Rogers. “Quando qualcuno è venuto da me e ha chiesto:” Come facciamo un robot ingrado di  vivere in un campo per lunghi periodi di tempo e in grado di  camminare e muoversi continuamente senza bisogno di un essere umano ad aiutarlo? ” Al Georgia Tech pensano che Tarzan sia la migliore soluzione.

Però, mentre si può sicuramente apprezzare l’arte del robot 3D, questa affermazione è sicuramente in discussione.

Un drone, per esempio, avrebbe la libertà di affinare in aree specifiche di un campo, in quanto non limitato a linee rette.  E anche un sistema basato su puleggia sembra offrire i vantaggi del robot Tarzan con forse una minore probabilità di malfunzionamento.

Daremo a Georgia Tech il beneficio del dubbio, però, perché il robot stampato in 3D sorprende molto bene in termini di consumo energetico. Questo, dicono i ricercatori, è in gran parte grazie all’influenza della pigrizia.

“La pigrizia è davvero efficiente dal punto di vista energetico e stiamo cercando di progettare questi robot anche per essere molto efficienti dal punto di vista energetico”, ha detto Rogers. “Essenzialmente, un giorno potrebbeessere alimentato dal sole … oscillare lungo la strada senza bisogno di potenza, senza bisogno di batterie, senza costi energetici”.

Il robot Tarzan stampato in 3D è stato costruito presso l’Istituto di Robotica e Macchine Intelligenti del Georgia Tech (IRIM), dove cinque dipartimenti del Georgia Tech e del Georgia Tech Research Institute collaborano a progetti che hanno attirato circa 32 milioni di dollari in investimenti in ricerca .

 

Be the first to comment on "Tarzan il robot oscillante stampato in 3d per monitorare le coltivazioni agricole"

Leave a comment