Syqe Medical e l’inalatore medico di marijuana stampato in 3d

Syqe Medical, società di consegna di medicinali con sede in Israele, continua a godere di un enorme successo con l’inalatore di cannabis stampato in 3d, progettato per consentire a coloro che soffrono di dolore cronico di inalare un dosaggio preciso. L’US Food and Drug Administration proverà il dispositivo l’anno prossimo.

Sono passati più di tre anni da quando abbiamo segnalato la prima volta su Syqe Medical e l’ inalatore medico stampato in 3D per la marijuana . Da allora la società si è rinforzata , ricevendo un riconoscimento diffuso per il suo prodotto medicoe anche ricevendo investimenti dai giganti farmaceutici  come Teva Pharmaceuticals. (Ad oggi, Syqe Medical ha raccolto circa 33 milioni di dollari da vari investitori).

Due anni fa, l’inalatore stampato in 3D è stato approvato per essere utilizzato in un programma pilota ad Haifa, Israele. Presto, però, il dispositivo di dosaggio della cannabis potrebbe raggiungere gli Stati Uniti, con la pianificazione della FDA di sperimentare l’inalatore l’anno prossimo.

E mentre Israele ha spinto Syqe Medical allo stato attuale, il mercato della cannabis in forte espansione potrebbe spingere la società del CEO Perry Davidson verso livelli di successo stratosferici.

E ‘facile capire perché l’inalatore stampato 3D della cannabis sia così popolare. Mentre la marijuana medica si sta diffondendo in tutto il mondo come farmaco antidolorifico  (per i pazienti affetti da tumore e altri malati di varie malattie), il dibattito continua su come i pazienti dovrebbero consumare la sostanza.

Nessuno in medicina consigliadi fumare, naturalmente, ma opzioni più sane come i vaporizzatori possono essere difficili da controllare. La cannabis è, dopo tutto, una pianta naturale, che rende più difficile dosare costantemente rispetto per esempio ad una pillola.

Una soluzione trasforma la marijuana in  forma liquida, che rende più facile il dosaggio. Questo però ha i suoi problemi: gli effetti positivi possono richiedere ore per essere attivati , cosa che lo rende meno utile per i pazienti che possono essere soggetti a dolore intenso ed improvviso.

Ecco perché l’inalatore medico Syqe è stato così ben accolto. Non solo può controllare con precisione il dosaggio della cannabis (la sua precisione è all’interno della gamma di un centinaio di microgrammi), ma richiede anche pochi minuti per far sentire gli effetti.

Funziona dispensando VaporChips pre-caricato, simile a forma e dimensione, ad un chip di computer, che contiene dosaggi precisi. L’inalatore reattivo utilizza controllori termici e interfacce polmonari per vedere come l’utente stia inalando e può aumentare o diminuire il flusso d’aria in funzione della velocità di inalazione.

Questo approccio innovativo significa che i pazienti che prendono un respiro troppo grande o piccolo non inaleranno accidentalmente troppa o troppo poca marijuana.

Con la sperimentazione statunitense della FDA nel 2018, Syqe Medical spera in un successo simile a quello israeliano in America, dove una forma di marijuana medica è ormai legale in molti stati. Gli investitori di Syqe hanno fiducia, con  20 milioni di dollari dei 33 milioni raccolti  provenienti dal gigante del tabacco americano Philip Morris, la società che produce le sigarette Marlboro.

Attualmente, tutti gli utenti israeliani dell’iniettore medico di Syqe (che sono parecchie centinaia) sono pazienti dell’ospedale di Rambam di Haifa. Il prossimo anno, le autorità decideranno se il prodotto è adatto all’uso non ospedaliero.

All’inizio di quest’anno, la  israeliana PCB 3D pioniere con Nano Dimension ha fornito a Syqe Medical una delle sue stampanti 3D DragonFly 2020 .

Be the first to comment on "Syqe Medical e l’inalatore medico di marijuana stampato in 3d"

Leave a comment