Swarovski Designers of the Future, 2017 i vincitori TAKT, Lai e Val Aubel

Il progetto TAKT vince il premio per la progettazione di cristalli Swarovski stampati in 3D

I cristalli di Swarovski sono gioielli classici e soprammobili fantasiosi, ma l’azienda guarda sorprendentemente al futuro. Con i suoi recenti designer Swarovski of the Future, l’azienda ha celebrato una serie di utilizzi innovativi per i suoi cristalli, tra cui i vasi di cristallo stampati in 3D,  piastrelle in cristallo e anche pannelli solari.

I progettisti dei futuri premi sono stati sponsorizzati da Swarovski dal 2015 e ha promosso il cristallo come materiale per una vasta gamma di nuove tecnologie e applicazioni. Per la competizione di quest’anno, i progettisti sono stati invitati a concentrarsi in particolare su tre settori innovativi: la stampa 3D, il riciclaggio e l’energia rinnovabile.

Per la categoria di stampa 3D, il progetto giapponese di design TAKT Project ha vinto il primo premio per i suoi vasi di cristallo innovativi stampati in 3d. Il progetto TAKT è stato fondato nel 2011 da Satoshi Yoshiizumi, ex designer del famoso studio Nendo di Oki Sato.

Per i suoi soprammobili di cristallo stampati 3D, il progetto TAKT ha collaborato con Micron3DP, una società di Tel Aviv che è la tecnologia pionieristica di vetro 3D ad alta risoluzione. Insieme hanno potuto realizzare qualcosa di veramente notevole: una serie di candelabri e vasi di cristallo stampati in 3D.

“Stampando il cristallo possiamo effettivamente stampare la luce, un nuovo modo di pensare che sarà parte delle società di modellazione nel futuro”, ha detto il  Project designers di TAKT.

Secondo il progetto TAKT, il cristallo stampato in 3D è notevole per la sua intricata struttura a coste, che sarebbe impossibile ottenere utilizzando processi tradizionali come la stampaggio, il soffiaggio o il taglio di vetro. La serie stampata Crystal è stata   ispirata ai cristalli di ghiaccio , e ogni pezzo ha pareti fragili  sottili fino a 1,5 millimetri

Nella categoria del riciclaggio, Lai, architetto e fondatore della Bureau Spectacular di LA, è stato riconosciuto per il suo innovativo progetto Terrazzo Pallazzo ( in italiano anche nell’originale ) . Per il progetto, Lai ha usato cristalli di seconda qualità (quelli rifiutati da Swarovski per i suoi pezzi di lusso) e li ha trasformati in una serie di piastrelle da terrazzo .

Le piastrelle di cristallo colorate (ogni colore ispirato ai progettisti del futuro) sono state realizzate con l’aiuto di Brent Dzekciorius, fondatore di Dzek, un produttore di piastrelle italiano noto per le sue piastrelle in pietra colorate.

Il designer olandese Marjan van Aubel è stato selezionato da Swarovski come vincitore nella categoria energie rinnovabili per il suo progetto di cianometro, alimentato da un pannello solare incorporato al cristallo. Van Aubel è specializzata nella creazione di pannelli solari ed è nota per integrarli in tavoli e finestre.

Per la sfida di Swarovski, il designer olandese ha creato una cella solare portatile, fatta da una cella solare e da un cristallo, il secondo dei quali, a quanto pare, migliora la capacità della cella solare. La cella solare cristallina è destinata a essere trasportata durante il giorno e poi può alimentare sorgenti luminose la sera.

Per dimostrare la sua innovativa creazione del pannello solare, Val Aubel ha creato il cianometro, una serie di “oggetti luminosi viventi” che vivono attraverso l’energia generata dalla cella solare di cristallo.

Tutti e tre i disegni sono attualmente in esposizione a Basilea in Svizzera come parte delle esposizioni del Design Miami / Basel   2017. I pezzi rientrano tutti nell’ambito del Designers of the Future, 2017 tema di “Shaping Society”.

Be the first to comment on "Swarovski Designers of the Future, 2017 i vincitori TAKT, Lai e Val Aubel"

Leave a comment