Strutture scaffold stampate in 3D per supportare la rigenerazione ossea nei cavalli

Gli scienziati di Animal Health Trust (AHT) del Regno Unito e dell’Università di East Anglia (UEA) stanno utilizzando scaffold stampati in 3D per supportare la rigenerazione ossea nei cavalli.

Secondo lo studio pubblicato sulla rivista Tissue Engineering , “I cavalli, come gli esseri umani, possono sperimentare fratture ossee e, a causa delle loro grandi dimensioni e della necessità di pesare su tutti gli arti durante il periodo di recupero, possono essere difficili da trattare”.

Usando il filamento BendLay in policarbonato, sono stati prodotti scaffold stampati in 3D che possono trasformare le cellule staminali pluripotenti indotte (iPSC), derivate dalla pelle o dalle cellule del sangue, negli osteoblasti – cellule che formano ossa. Il Dr. Debbie Guest, responsabile della ricerca sulle cellule staminali, AHT, ha dichiarato:

“QUESTO LAVORO APRE LA STRADA VERSO LA PRODUZIONE IN LABORATORIO DI COSTRUTTI OSSEI CHE POTREBBERO ESSERE UTILIZZATI PER AIUTARE LA RIPARAZIONE DELLE FRATTURE NEI CAVALLI; QUINDI, IN FUTURO, POTREBBERO BENEFICIARE MOLTI CAVALLI “.

Secondo i ricercatori, “Le tecniche chirurgiche per migliorare la riparazione delle fratture stanno migliorando, ma ad oggi le tecnologie di medicina rigenerativa per aiutare la guarigione della frattura non sono comunemente applicate nei cavalli.” Come soluzione trasparente ed economica, sono stati utilizzati scaffold stampati 3D per consentire osteoblasto in vitro di successo, che dimostra la fattibilità di generare costrutti ossei in 3D attraverso la semina cellulare .

Usando la stampante 3D MakerBot Replicator 2, sono stati prodotti due scaffold con maglia fine (dimensione dei pori di 150 μm) e quindi coltivati ​​con cellule. Tuttavia, prima della semina cellulare, i costrutti venivano sterilizzati sotto luce UV e sottoposti a un trattamento superficiale. Il team ha scoperto che lo strato a maglie fini degli scaffold conservava le cellule in modo efficace.

Ciò ha consentito la diffusione di nutrienti e proliferazione cellulare, migrazione e comunicazione. Il ricercatore ha dichiarato: “Abbiamo dimostrato che una combinazione di 150 μm e 400 μm ha fornito un’impalcatura efficace per la differenziazione e l’analisi in vitro “.

“LE IPSC EQUINE POSSONO ESSERE DIFFERENZIATE CON SUCCESSO IN OSTEOBLASTI OSSEI SU UN POLIMERO TERMOPLASTICO STAMPATO IN 3D CHE FORMA LO SVILUPPO DI NUOVI METODI PER MIGLIORARE LA RIPARAZIONE DELLE FRATTURE NEI CAVALLI IN FUTURO.”

Altrove, i ricercatori stanno esplorando la produzione additiva per curare animali più grandi. L’anno scorso, scienziati e chirurghi della NYU School of Medicine e del NYU College of Dentistry , hanno pubblicato uno studio che illustrava gli impianti stampati in 3D che si dissolvono quando un osso guarisce. Gli impalcati stampati in 3D in attesa di brevetto vengono impiantati in animali più grandi.

” Scaffale termoplastico stampato biocompatibile in 3D per la differenziazione degli osteoblasti delle cellule iPS equine ” è co-autore di Arabella Baird, Noelia Dominguez Falcon, Aram Saeeda e Deborah Jane Guest.

Be the first to comment on "Strutture scaffold stampate in 3D per supportare la rigenerazione ossea nei cavalli"

Leave a comment